TORINO ROMA, L’AVVERSARIA – Contro la Fiorentina la Roma ha conquistato il sesto risultato utile consecutivo in campionato, andando a +4 sul Milan. I giallorossi si preparano ora a tornare in campo per conquistare i tre punti necessari per blindare definitivamente il quinto posto e ad affrontare la prima di due insidiose trasferte in programma a Torino.

Prossimi impegni

Torino-Roma (37° turno di Serie A, 29 luglio ore 21.45, Stadio Olimpico di Torino)
Bologna-Torino (38° turno di Serie A, 2 agosto orario da definire, Stadio Renato Dall’Ara)

Come il Torino arriva alla sfida contro la Roma

L’ultima giornata di Serie A ha visto il Torino impegnato in trasferta contro la già retrocessa Spal. Il primo tempo è terminato a reti inviolate, la squadra di Longo ha poi sbloccato il risultato con il gol siglato al 57′ da Verdi. Gli Estensi hanno pareggiato i conti all’80’ con la rete di D’Alessandro. Il match andato in scena allo Stadio Paolo Mazza è quindi terminato 1-1. Il pareggio è però preziosissimo: ha infatti regalato la salvezza al Torino che si trova ora al 16° posto in classifica con 39 punti.

Punti di forza e debolezze

Scampato quindi il pericolo retrocessione, ma il bilancio del Torino in questa stagione non è positivo: in 36 gare sono arrivate 11 vittorie, 6 pareggi e 19 sconfitte. Con 43 gol messi a segno finora (media di 1,19 a partita), quello del Toro è il quarto peggior attacco della Serie A. Il reparto arretrato non se la cava molto meglio: con 64 reti incassate è la quinta peggior difesa del campionato (media di 1,78 a partita). Quella di Longo è la seconda squadra ad aver effettuato meno tiri in campionato (291, di cui 160 in porta e 131 fuori). Il Torino è inoltre la formazione che corre meno in Serie A, con una media di 104,35 km percorsi a match. Attenzione però alle torri del Toro, che ha già realizzato 11 gol di testa quest’anno, come la Roma. Solo Inter (19), Atalanta (14) e Napoli (12) hanno fatto meglio.

Brutte notizie per i giallorossi: il rendimento della squadra di Longo è migliore in casa. In trasferta infatti sono state collezionate solo 4 vittorie, 2 pareggi e ben 12 sconfitte, sono stati realizzati 22 gol e ne sono stati incassati 37 (media di 0,78 punti a gara). All’Olimpico di Torino sono invece state conquistate 7 vittorie, 4 pareggi e 7 sconfitte, sono stati messi a segno 21 gol e ne sono stati subiti 27 (media di 1,39 punti a match). Un’occhiata al cronometro rivela che i granata risultano più pericolosi durante il primo quarto d’ora della ripresa (21% dei gol messi a segno tra il 45′ e il 60′), dato confermato anche dall’ultima partita contro la Spal, e che tendono invece ad essere più vulnerabili subito dopo, ovvero tra il 60′ e il 75′ (23% dei gol subiti).

Il miglior marcatore del Torino è Belotti, a quota 16 gol in 34 presenze. Il numero 9 è anche il giocatore che ha creato più occasioni da gol (49), effettuato più tiri (72) e che vanta la più alta media di duelli aerei vinti a partita (3,4). Il vero assist-man dei granata è invece Verdi che finora ne ha serviti 5. Nkoulou è invece il migliore per quanto riguarda la precisione dei passaggi effettuati (89%). Prima Mazzarri e poi Longo non hanno mai rinunciato a Sirigu, che ha collezionato 36 presenze su 36 match in campionato e 7 clean sheet.

Le scelte di Longo per Torino-Roma

I due moduli più utilizzati in questa stagione dal Torino sono il 3-4-2-1 e il 3-4-1-2, che con ogni probabilità sarà scelto per la partita contro la Roma. Per il match di campionato Longo dovrà fare a meno degli infortunati Baselli, out dopo la rottura del legamento crociato, e De Silvestri, alle prese con una lussazione alla spalla. Non ci sarà nemmeno Rincon, squalificato dopo il giallo rimediato contro la Spal. In porta ci sarà come sempre Sirigu, con Izzo, Nkoulou e Bremer a completare la difesa. Davanti spazio a Berenguer, Lukic, Meité e Ansaldi. Dietro alla coppia d’attacco formata da Belotti e Zaza ci sarà invece Verdi.

La probabile formazione

TORINO (3-4-1-2): 39 Sirigu; 5 Izzo, 33 Nkoulou, 36 Bremer; 21 Berenguer, 7 Lukic, 23 Meité, 15 Ansaldi; 24 Verdi; 11 Zaza, 9 Belotti.
A disp.: 18 Ujkani, 25 Rosati, 4 Lyanco, 17 Singo, 77 Celesia, 27 Ghazoini, 80 Adopo, 34 Aina, 22 Millico, 20 Edera.
All.: Moreno Longo.

BALLOTTAGGI: Aina-Berenguer.
IN DUBBIO:-.
INDISPONIBILI: 8 Baselli (operato per rottura del legamento crociato), 29 De Silvestri (lussazione alla spalla).
DIFFIDATI: Belotti, Lyanco, Meite, Sirigu, Verdi.
SQUALIFICATI: 88 Rincon (salta un turno, out contro la Roma).

Martina Cianni

Print Friendly, PDF & Email

1 commento

Comments are closed.