(Foto Getty Images)

MERCATO ROMA – La finestra estiva di calciomercato è ufficialmente aperta da pochi giorni e la Roma che sta nascendo si appresta a recitare una parte importante in questo spaccato di vita calcistica. In questo spazio andiamo a fare il punto sulla campagna acquisti giallorossa con aggiornamento giornaliero alle ore 18,00. Una sorta di ‘aperitivo giallorosso’.

I PRIMI COLPI DI SABATINI

Erik Lamela (1992) – Le ultime ore hanno portato ufficialmente in giallorosso Erik Lamela. L’attaccante argentino, nella capitale da due giorni, si è recato oggi allo Studio Tonucci per apporre la firma su un contratto quinquennale da 1,5 milioni di euro a stagione. Prima del ‘nero su bianco’ erano state definite le condizioni del trasferimento dall’ad della Roma Fenucci, l’avvocato dello studio Tonucci Baldissoni e i rappresentanti del River Plate, gli avvocati Crespo e Bravo.  Il sigillo sull’operazione è stato messo dal presidente del club argentino Daniel Passarella, giunto oggi nella capitale per concludere una trattativa che porterà nelle casse del River una cifra intorno ai 20 milioni di euro tra costo del cartellino, bonus e tasse.

Bojan Krkic (1990) – Un altro acquisto ormai definito è quello del ventunenne di Linyola‘. E’ stato il nuovo Direttore Sportivo giallorosso, Walter Sabatini, a trovare in fretta l’accordo con il Barcellona (importo complessivo di 12 milioni di euro con opzione di controriscatto per i blaugrana) e a mettere a disposizione di Luis Enrique il prototipo del calciatore ideale della nuova Roma: giovane, ma di grande talento e prospettiva. Negli ultimi giorni si è parlato di un interessamento del Tottenham per Krkic, ma il club inglese sembra essersi mosso troppo tardi e lo stesso Sabatini, intervenuto ad abola.pt, ha lasciato intendere che a breve Bojan sarà un calciatore giallorosso a tutti gli effetti: “L’accordo con il giocatore è raggiunto, dobbiamo risolvere alcuni dettagli col Barça. Sono ottimista”. Parole confermate anche da Bojan Krkic senior, certo che suo figlio si sposterà nella capitale.

Loic Nego (1991) – Terzino destro, svincolato dal Nantes: la dirigenza giallorossa non se lo è fatto sfuggire, ma sembra intenzionata a girarlo (si parla di piccoli club di Serie A, o addirittura di squadre di B) per permettergli di crescere ed accumulare presenze in Italia. Chi vorrà conoscere un po’ meglio le caratteristiche di questo giovane che ha vissuto parte della sua adolescenza calcistica in Centro-America, dovrà ‘sintonizzarsi’ sui Mondiali Under 20 di scena in Colombia dal 30 luglio.

José Angel Valdes (1989) Parla già da romanista (per il suo passaggio in giallorosso mancano solo i dettagli) José Angel Valdes, classe ’89,  terzino sinistro con licenza di offendere. Il Campione d’Europa Under 21 è in procinto di lasciare lo Sporting Gijon, squadra della sua città, per affrontare l’avventura a Trigoria. Dopo l’ultimatum del presidente Alfredo Garcia Amado (“I giocatori hanno un prezzo e se ne vanno se qualcuno paga quel prezzo. Altrimenti rimangono“), l’intesa tra i due club sembra raggiunta: la Roma verserà nelle casse della società asturiana 4,5 milioni di euro.

OBIETTIVI POSSIBILI

Portieri – Il nodo è lì lì per sciogliersi: Marteen Stekelenburg (1982) che sembrava vicinissimo, è ancora al centro un tira e molla con l’Ajax, la società che ne detiene il cartellino. Gli olandesi chiedono 10 milioni, la Roma ne ha inizialmente offerti 7: A 8 più bonus si potrebbe chiudere. Fino all’ happy end, però, è d’obbligo tenere d’occhio le altre piste.
Un nome da tenere sott’occhio è quello di Kameni (1984) dell’Espanyol che vale 2,5 milioni di euro e gode di tutta la stima di De La Pena. Al momento sembra che nelle idee della dirigenza giallorossa stia addirittura superando il portiere di Haarlem.
Poi ci sono Rafael (1990) del Santos, Romero (1987) dell’AZ Alkmar, Frey (1980) della Fiorentina, Krul (1988) del Newcastle e l’ultima idea, Ospina (1988) del Nizza (valore del cartellino 6 milioni di euro). Non tramonta l’idea Sirigu (1987), che non trova l’accordo con il Palermo e si rifa il nome di Storari (1977).

Difesa – C’è da trovare almeno un difensore, in sostituzione di Mexes, da affiancare a Juan e Burdisso.  Il nome giusto potrebbe essere quello di Simon  Kjaer (1989), vecchia conoscenza di Sabatini dagli anni palermitani. Il calciatore ora è al Wolfsburg e per lui potrebbero bastare 7 milioni di euro.
Bovo
(1983) ad oggi sembra destinato a rimanere al Palermo, Silvestre (1984) ed Ogbonna (1988) sono invece pronti a lasciare le rispettive società di appartenenza, ma le eventuali trattative con Catania e Torino sembrano tutt’altro che semlpici. Da non sottovalutare l’ultima pista, quella che pota allo scambio tra Vucinic e Subotic, difensore del Borussia Dortmund classe ’88 .
Gli ultimi nomi fatti per la difesa giallorossa sono quelli di Mathias Jorgensen (1990) del Copenaghen, di Victor Ruiz (1989), acquistato a gennaio dal Napoli, di Toloi (1990) del Goias, e di Gastaldello (1983), sceso in B con la Sampdoria. Dopo la partenza di Riise sembra quasi inevitabile l’arrivo di un altro terzino sinistro oltre a quello di José Angel. Il nome giusto sembra quello di Davide Santon (1991), jolly di fascia (gioca sia a destra che a sinistra) che potrebbe rientrare in un’operazione di scambio con l’Inter. Per rinforzare le fasce, poi, non tramonta l’idea Ansaldi (1986), argentino del Rubin Kazan, mentre spunta il nome di Cissokho (1987) del Lione, vicino tempo fa al Milan e poi rimasto in Francia.

Centrocampo – per quanto riguarda la linea mediana resta da seguire la vicenda di Lucho Gonzalez (1981), ormai in rotta di collisione con l’Olympique Marsiglia, al quale si potrebbe arrivare senza raggiungere la cifra di 13 milioni imposta inizialmente dai francesi.
Altre opzioni potrebbero essere rappresentate da Marko Marin (1989) del Werder Brema, Arouca (1986) del Santos o Xherdan Shaqiri (1991) del Basilea, per il quale Sabatini ha già abbbondantemente preso informazioni (gli svizzeri però non vorrebbero scendere sotto gli 8 milioni).
Più difficile arrivare a Ramirez (1990) del Bologna: a detta del dirigente rossoblu Bagni, la nuova squadra felsinea ruoterà intorno all’uruguayano. La sorpresa potrebbe essere Sandro (1989), centrocampista del Tottenham che sembrava inarrivabile. Secondo alcuni esperti di mercato, però, Sabatini avrebbe preso contatti con il suo entourage e con la squadra londinese.

Attacco – Da non sottovalutare anche le soluzioni giovani con Marco Verratti (1992) del Pescara in prima fila; Sergio Canales (1991) del Real Madrid, che, comunque, lascerebbe le merengues solo in prestito, sembra invece pronto a trasferirsi al QPR di Flavio Briatore.
La Roma ha preso contatti anche per Giaccherini (1985) del Cesena. La trattativa è ancora da intavolare ma a livello di caratteristiche sembra che l’attaccante possa fare al caso di Luis Enrique.
E’ stato fatto anche il nome di Goran Pandev (1983) nell’ambito di uno scambio con Vucinic. Al momento, però, ci sono poche conferme a riguardo. L’ultima suggestione è Joel Campbell (1992), attaccante sorpresa in Coppa America della Costa Rica.

SOGNI  NEL CASSETTO

Difesa – Il sogno per quanto riguarda il reparto arretrato si chiama Rolando (1985):  esploso quest’anno con il Porto di Villas Boas,  solletica le fantasie dei giallorossi e non solo. Fino a qualche settimana fa la dirigenza dei Dragoes voleva  15 milioni per il suo cartellino. Ora, però, soprattutto dopo l’addio del tecnico lusitano, le cose potrebbero cambiare ed il prezzo sembra destinato a calare. Abbandonata invece la pista Clichy (1985), che ha scelto di giocare la Champions League ed ha firmato con il Manchester City.

Centrocampo – Sembrano sfumati anche Thiago Alcantara (1991) del Barcellona, sogno di mercato di Luis Enrique che ha appena rinnovato con i blaugrana (la clausola rescissoria è di 90 milioni di euro) e Ricky Alvarez (1988): il calciatore aveva dichiarato amore all’Arsenal tramite Twitter, ma sembra che alla fine il Velez abbia raggiunto un accordo economico con l’Inter.
Un nuovo arrivo nel centrocampo nerazzurro potrebbe avvicinare Thiago Motta (1982) alla capitale. L’italo-brasiliano vorrebbe restare a Milano, ma se qualcosa andasse storto, la Roma sarebbe la prima scelta.

Attacco – Portati a termine i colpi Lamela e Bojan Krkic, si allontana ora l’attaccante del Real Madrid Higuain (1987): l’amicizia con Franco Baldini poteva rappresentare una corsia preferenziale, ma il calciatore ha dichiarato di volere rimanere nelle merengues.
Attenzione, poi, alla vicenda Martinuccio (1987): non ci sono offerte dall’Italia, ma alla società giallorossa il calciatore piace parecchio.
Infine c’è Pastore (1989). L’argentino è il principale sogno di mercato di Sabatini, ma c’è da affrontare l’ostacolo Zamparini: per il ‘Flaco’ il patron vuole 50 milioni.
Una clamorosa indiscrezione dei giorni scorsi parlava di un’offerta ufficiale fatta dalla Roma al Palermo (25 milioni cash, più un giocatore a titolo definitivo, più uno-due giocatori in prestito), ma nessuna delle parti ha dato conferme in proposito. Nonostante ciò qualcosa sembra muoversi: recentemente il patron Zamparini (che interviene spesso e volentieri nell’etere capitolino e non) ha detto che venderebbe volentieri Pastore alla Roma; sembra inoltre che Burdisso stia parlando molto con il ‘Flaco’ (i due stanno disputando assieme la Copa America con l’Argentina) e che quest’ultimo sarebbe più che felice di trasferirsi nella capitale.
Insomma Walter Sabatini pare aver convinto il talento argentino della bontà del progetto giallorosso, ora deve riuscire a trovare l’intesa con il suo procuratore Marcelo Simonian (a cui Zamparini ha affidato la cessione).  Intanto, si moltiplicano le voci di mercato intorno al calciatore: tra le numerose ‘pretendenti’ per Pastore, ci sarebbe anche il Napoli e c’è il possibile interessamento dell’Anzhi.

RITORNI ALLA BASE

In casa giallorossa i ritorni più attesi sembrano quelli di Andrea Bertolacci (1991) ed Alessandro Crescenzi (1991). Per il primo, lo scorso anno in prestito al Lecce,  la Roma ha esercitato un contro-riscatto, spendendo 0,5 milioni di euro; per il secondo (che ha vissuto le ultime due stagioni tra Grosseto e Crotone) il club capitolino ha invece sborsato 175 mila euro. Da valutare anche la posizione di Cicinho (1980) che torna nella Capitale dopo i 6 mesi di prestito al Villarreal. A Roma torna da Livorno anche Barusso (1984). Sabatini, però, sta lavorando proprio in queste ore alla sua uscita, una cessione che risulterebbe importante visto che libererebbe un posto da extracomunitario.

IN USCITA

Difesa – Doni (1979) ha preso la via di Liverpool. Lunedì, a detta del suo agente, verrà chiusa la trattativa che lo condurrà a Melwood. In partenza anche Curci (1985) e Julio Sergio (1978): se il futuro del primo è ancora piuttosto incerto, sul secondo si sono mossi Siena e West Bromwich. La proposta più importante, però sarebbe arrivata dal Malaga che in queste ore sta parlando con l’agente Lucci. Lobont (1978) invece dovrebbe restare.
Hanno salutato la Capitale due difensori. Mexes (1982) ha lasciato il giallorosso per approdare al Milan. termina la sua avventura in giallorosso anche Riise (1980) che ha ragiunto il fratello al Fuhlam. I giovani rumeni Pena (1990) e Mladen (1991), invece, sono andati alla Juve Stabia con la formula del prestito con diritto di riscatto della comproprietà.

Centrocampo – Ancora da definire la linea mediana dei giallorossi. Sicuri di rimanere in giallorosso sembrano essere Perrotta, De Rossi e Pizarro. Tutto da capire quello che sarà il futuro di Brighi (1981), ilc ui desiderio sarebbe quello di romanere romanista anche se non si opporrebbe ad una cessione. Potrebbe interessare al Palermo ed il suo nome è stato fatto anche nell’ambito di un maxi-scambio con i rosanero per arrivare a Pastore. Sembra terminata l’avventura di Simplicio (1979) nella Capitale. Per il brasiliano c’è l’interesse del Corinthians, ma la trattativa sembra ancora in alto mare. Greco (1986), invece, sembra vicinissimo al Lecce. Il centrocampista di San Basilio sembra vicino all’approdo nella squadra di Di Francesco. Chi Roma l’ha già lasciata è Pettinari (1992). Dopo l’esperienza la Siena, per il trequartista ora è tempo di provare l’avventura in prestito a Siena.

Attacco – La rivoluzione più grande sembra poter riguardare il reparto avanzato. Il caso più spinoso riguarda Vucinic (1983) il quale ha espresso la volontà di lasciare Roma per questioni ambientali. Dopo l’ultimo colloquio tra l’agente e Sabatini, però, nessuna ipotesi sembra da escludere. la decisione finale verrà presa proprio dal montenegrino al ritorno a Trigoria. Su di lui Juventus, Inter e Tottenham. Destinato alla partenza sembra anche Menez (1983). Per il francese sembra profilarsi il ritorno in patria, al Psg. E la squadra di parigi sembra interessata anche a Borriello (1982), che al momento non ha il posto garantito nella formazione titolare. Siena, genoa e Atalanta sono, invece, sulle tracce di Okaka (1989). L’attaccante vorrebbe provare a convincere Luis Enrique, ma qualora capisse di non rientrare nei piani della società tenterebbe una nuova avventura fuori Roma. Anche un giovane potrebbe lasciare la Capitale. Si tratta di Caprari (1993), molto ambito in Sicilia. Il Palermo gli ha messo gli occhi addosso, ma non è escluso che non possa raggiungere il suo mentore Montella a Catania.

PROBABILE FORMAZIONE
(4-3-3): STEKELENBURG
; Cassetti, Juan Burdisso, JOSE’ ANGEL; Perrotta, Pizarro, De Rossi; BOJAN, Totti, LAMELA
(in maiuscolo i nomi dei calciatori che sembrano vicini al passaggio in giallorosso)

La Redazione di Romanews.eu

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here