romanews-roma-edin-dzeko-capitano-juventus
Foto Tedeschi

DZEKO ROMA BOMBER – Edin Dzeko per molti non rispecchia i canoni del vero bomber. Viene etichettato come centravanti ‘poco cattivo’. Eppure partita dopo partita sta scalando la classifica dei marcatori della Roma. 80 gol realizzati in campionato dal 2015, 108 in tutte le competizioni in 225 presenze. Meglio di lui solo Totti, Pruzzo, Amadei e Montella, gente che con la Roma ha vinto lo scudetto.

A gennaio sarà di nuovo con la valigia in mano?

Edin, come scrive Il Messaggero, è un tipo molto particolare, molti lo raccontano come estremamente permaloso: soffre gli umori esterni, qualche critica di troppo. Non è espansivo, non è accattivante con i tifosi. E’ un professionista, ama il suo lavoro e la Roma. L’amore per questa città e per i suo colori, come testimoniano anche le foto della moglie, è indiscutibile. Il problema che gli viene attribuito è l’ingaggio. E’ un po’ ciò che è accaduto a Montella sul finire della carriera, quando ogni prestito che accettava veniva festeggiato dalla società. Dzeko ha voglia di giocare, non tanto di spalmare il suo ingaggio, ma di sicuro non vuole mancare se la società gli chiedesse una sacrificio. A gennaio si faranno i conti quando il mercato verrà riaperto. Dzeko proverà ancora a scalare le classifiche dei marcatori, anche se a Roma si vive di questo paradosso: uno come lui non riesce ad accontentare tutti come fecero ad esempio Voeller o Rizzitelli, due con numeri minori, ma molto apprezzati dai tifosi.

Print Friendly, PDF & Email

8 Commenti

  1. Voeller fu un grande campione che giocava con grinta su ogni pallone così come Rizzitelli.
    Il tifoso romanista vuole vedere l’attaccamento alla maglia attraverso la grinta, la cattiveria agonistica.
    Dzeko non è tutto questo.
    Le origini slave e la guerra serba non lo hanno certo aiutato in un carattere introverso e complesso.
    Le incertezze di mercato di questa estate non lo hanno di certo aiutato. Secondo me se Voeller fu un grande campione che giocava con grinta su ogni pallone così come Rizzitelli.
    Il tifoso romanista vuole vedere l’attaccamento alla maglia attraverso la grinta, la cattiveria agonistica.
    Dzeko non è tutto questo.
    Le origini slave e la guerra serba non lo hanno certo aiutato in un carattere introverso e complesso.
    Le incertezze di mercato di questa estate non lo hanno di certo aiutato. Secondo me se Morata non decolla come dovrebbe la Juventus potrebbe essere ancora interessata a Dzeko e la Roma prendersi Piatek.
    non decolla come dovrebbe la Juventus potrebbe essere ancora interessata a Dzeko e la Roma prendersi Milik.

    • A Roma viene chiamato bomber Ruggero Rizzitelli,ho detto tutto.
      Forse sono questi i giocatori che meritiamo.
      A me onestamente di giocatori che baciano la maglia non interessa,tutta la vita giocatori come Dzeko,se il livello è come quello del bosniaco.
      Potrà andare alla Juve,all’Inter,o dove preferisce,ma per me rimarrà sempre l’attaccante più completo che ho visto a Roma (lasciando fuori Totti).Lo capiremo (anzi lo capirete) solo quando non ci sarà più.

  2. ahhhhhh….in certe situazioni mi viene da pensare se “libertà di stampa” voglia dire solo dare possibilità a cani e porci di gettare volutamente fango per i propri interessi.

  3. E’ vero, a Dzeko manca un pò di cattiveria sotto porta e per un attaccante non è proprio un dettaglio, anche perchè i gol divorati ci porterebbero punti in classifica o partite da gestire con maggiore tranquillità.
    Nonostante l’età credo possa migliorare sotto questo aspetto, resta comunque un grande centravanti con una media gol importante, metterlo sempre in discussione è un esercizio strumentale e fuori luogo.
    Forza Roma

  4. “Le origini slave e la guerra serba non lo hanno certo aiutato in un carattere introverso e complesso.”

    AHAHAHAHAHAHAHAHAHA…. ma sei serio ?

  5. Questa è la stampa romana, le colpe di Dzeko?
    Si chiama edin e non con un nome con la F
    non fa pubblicità
    non scrive libri auto celebrativi
    non fa film tratti da libri auto celebrativi
    non offre nello spogliatoio la pizza bianca con la mortazza…
    non ha gatte che partoriscono
    non fa le rovesciate sulla spiaggia di Sabaudia
    non ha amici giornalisti che gli scrivono i discorsi

Comments are closed.