MERCATO AKE ROMA – Il mercato della Roma sembra esser già iniziato nonostante la stagione non sia ancora finita. L’arrivo di Josè Mourinho sulla panchina giallorossa ha velocizzato tutti i movimenti e le voci del mercato romanista. In questi giorni i giocatori accostati alla squadra dei Friedkin sono davvero tantissimi, tra cui alcuni di grandissimo grido: Isco, Icardi, Van de Beek e De Gea. L’arrivo dell’ex allenatore dell’Inter ha mandato in estasi il tifo giallorosso che ora sogna in grande fin dalla prossima stagione con un mercato di altissimo profilo. Una delle priorità sembra quella di un difensore centrale che all’occorrenza possa anche giocare da esterno basso in una difesa a 4. Un nome molto quotato è sicuramente quello di Nathan Akè, 25enne giocatore del Manchester City di Guardiola. L’ivoriano di passaporto olandese è molto apprezzato dal tecnico giallorosso e sembra rientrare anche nei parametri economico-finanziari del dg Tiago Pinto.

Akè-Roma: ecco perchè può arrivare nel prossimo mercato

La sua stagione al Manchester City non ha sicuramente soddisfatto lui né tantomeno la società che lo ha scelto. Per questo potrebbe cambiare aria e un progetto come quello della Roma potrebbe attrarre molto il giocatore. L’olandese cerca sicuramente una squadra che possa permettergli di giocare con continuità anche per non perdere il posto nella nazionale Orange. A 26 anni è nel pieno della maturità tecnica e atletica e con tanta voglia di riscatto, il prototipo del giocatore che serve ai giallorossi nella prossima stagione. Tutto questo può far pensare che questo sia un matrimonio che possa farsi tra le due parti.

Nathan Akè-Mourinho: la poliedricità difensiva che tanto piace al tecnico di Setubal

Il difensore olandese ha giocato tutta la sua carriera professionistica in Inghilterra iniziando dal Chelsea per poi passare con il Reading, Watford, Bournemouth ed infine al Manchester City dove ha giocato l’ultima stagione. Sono già 232 le sue presenze da professionista nelle quali ha siglato anche 16 reti e regalato 12 assist ai compagni. Il suo ruolo preferito è quello di difensore centrale dove ha giocato il 67% delle sue partite, spesso viene utilizzato anche come terzino sinistro, il 19%, alcune volte spostato in avanti in posizione di mediano, il 10% delle sue presenze e una volta addirittura come esterno basso di fascia destra.

Un giocatore che può ricalcare le orme di Chivu dell’Inter del Triplete

Il piede sinistro non è sicuramente delicato come quello del romeno che ha anche vestito la maglia della Roma dal 2003 al 2007 ma l’altezza e la sua capacità di giocare all’esterno lo possono ricordare. In comune i due giocatori hanno anche l’essere cresciuti nelle giovanili di grandi squadre olandesi, il Feyenoord per l’ivoriano mentre l’ex numero 4 giallorosso iniziò con l’Ajax.  Il 26enne potrebbe ricalcarne le gesta dando la possibilità al tecnico di Setubal di sfruttare poi sulla fascia destra un giocatore più offensivo senza perdere l’equilibrio tattico che sarà al centro del nuovo progetto giallorosso. La duttilità sarà una delle grandi qualità che i giocatori dovranno avere per aiutare la squadra in qualsiasi momento del match e dell’intera stagione.

Leggi anche:
Branca: “Mourinho perfetto per la Roma”

Il rendimento altalenante nella stagione di Akè con il Manchester City

Una stagione non facile quella del giocatore nato a Den Haag. L’inizio stagione è stato bloccato da uno stiramento alla coscia che lo ha bloccato dopo che Guardiola gli aveva dato tantissimo spazio nelle prime cinque partite con ben quattro presenze da titolare. Al rientro in campo è stato schierato in Champions League contro l’Olympiacos prima di un nuovo stop muscolare per un problema alla coscia. Sul finale del 2020 ha ritrovato il campo giocando da titolare due partite di Premier League contro West Bromwich e Newcastle, entrambe da centrale difensivo. Il 2021 è iniziato come peggio non si poteva con l’ennesimo infortunio alla coscia che lo ha tenuto fuori dal campo per ben quattro mesi consecutivi. Il rientro in campo si è visto solamente il 10 aprile nel match contro il Leeds. L’ampio turnover del tecnico spagnolo gli ha permesso poi di tornare titolare nelle ultime due sfide di Premier contro Crystal Palace e Chelsea.

L’identikit di Nathan Akè e le sue caratteristiche

Data di nascita: 18/02/1995

Luogo di nascita: Den Haag (Olanda)

Ruolo: difensore centrale/esterno basso di sinistra

Piede preferito: Sinistro

Numeri con il Manchester City: 12 presenze/1 gol

Numeri con l’Olanda: 19 presenze/2 gol

Numeri totali nella stagione 2020/21: 12 presenze/1 gol

Esordio assoluto: 26/12/2012 Norwich City-Chelsea (17 anni, 10 mesi e 8 giorni)

Scadenza contratto: 30/06/2025

Leggi anche:
Vlahovic, l’attaccante ideale per la Roma che verrà

Print Friendly, PDF & Email

9 Commenti

  1. In prestito con qualche forma di diritto di riscatto va bene, comprarlo cash ci penserei due volte.

    In pratica l’ultimo anno l’ha passato in infermeria e penso che prima di buttare soldi rischiando di ritrovarti un altro caso Smalling ci sia da riflettere e non poco….

Comments are closed.