SENTI-CHI-PARLA-3.jpg-radio

SENTI CHI PARLA – La rubrica di Romanews.eu “Senti chi parla… alle radio” è lo spazio quotidiano in cui potete leggere i commenti sul mondo Roma di speaker e opinionisti protagonisti dell’etere romano raccolti dalla nostra Redazione.

Ciccio Graziani a Centro Suono Sport: “Eviterei esperimenti tattici nel derby, la Roma ultimamente concede troppo e cambiare sistema di gioco potrebbe essere pericoloso. L’unico dubbio di formazione che mi porto dietro è quello tra Florenzi e Spinazzola. La Lazio sta facendo una stagione strepitosa, riesce a concretizzare ogni occasione perciò non si può concedere nulla. Nei momenti difficili la Roma ha sempre saputo dimostrare qualcosa in più, speriamo sia così anche domenica”.

Giuseppe Giannini a Centro Suono Sport: “La partita contro la Lazio si prepara da sola, l’importante è che i calciatori della Roma abbiano avuto tempo per recuperare fisicamente. Ho l’impressione che Fonseca possa preparare una partita più difensiva viste le caratteristiche della Lazio, non mi stupirei se scegliesse una difesa a 3. Florenzi alla fine sarà in campo perché ha molta esperienza ed è importante in questa squadra. In questi giorni dobbiamo essere concentrati sulla partita contro la Lazio e non sul calciomercato”.

Alessandro Vocalelli a Radio Radio Pomeriggio: “Lazio favorita, ma si esagera a presentare le differenze tra le due squadre. Non ha problemi di formazione, è vero, ma continuo a credere che nella Roma ci siano degli ottimi grandi giocatori. Quando affronti Dzeko, Mancini, Kolarov, Paul Lopez, Florenzi, Veretout, Pellegrini… Pensare che tu abbia un grande vantaggio è un errore. Fazio o Cetin al centro contro Immobile sarebbe un rischio troppo grande, Smalling si intende benissimo con Mancini”.

Stefano Agresti a Radio Radio Pomeriggio: “I giocatori che la Lazio ha a disposizione sono tutti in forma, a parte Correa. Quelli della Roma non lo sono. Il campo dice che i biancocelesti sono favoriti ancor di più che all’andata”.

Luigi Ferrajolo a Radio Radio Pomeriggio: “Sulla Roma pesa la catastrofe degli infortuni: se avesse Zaniolo, Mkhitaryan o Perotti sarebbe diverso. È contata e gli manca anche Diawara, che era stato il migliore ultimamente. Potrebbe giocare Cristante nella difesa a tre e poi Spinazzola”.

Antonio Felici a Centro Suono Sport: “La Lazio è in un momento straordinario, è favorita e c’è poco da discutere. L’unica strada che percorrerei fossi nella Roma è affidarsi a Fonseca e alla sua capacità di fare quadrato. All’allenatore chiedo di non concedere contropiede alla Lazio, perché con quei giocatori ti farebbe molto male”.

Francesco Balzani a Centro Suono Sport: “Chance per la Roma nel derby solo se la Lazio la sottovaluta oppure con qualche sorpresa tattica. La chiave sarà Fonseca. La Roma non ha mai ottenuto vittorie contro squadre che stavano bene, questa è l’occasione: se riesce in questa impresa può rilanciarsi. Ma sono i giallorossi ad avere di più da perdere, si potrebbe creare frattura tra allenatore e società come già successo nelle stagioni passate… A oggi però un pareggio sarebbe un risultato positivo”.

Alessandro Austini a Tele Radio Stereo: “Farei giocare Spinazzola a destra, ma lui non è entusiasta di quella posizione. Se tolgo Kolarov in una squadra senza troppa personalità non credo di guadagnarci. Con Florenzi in quella posizione forse ci difendiamo peggio, ma Santon non può fare tre partite in una settimana. Se la Roma riuscisse a cedere giocatori come Olsen, Nzonzi e Schick l’anno prossimo risparmierebbe 70 milioni. Un terzo del fatturato va per giocatori che non ti servono, gli errori si pagano. Mandragora? Sicuramente non è un giocatore scarso. La Lazio è in fiducia, essere uscita dalla Coppa Italia non le sposta più di tanto”.

Marione a Centro Suono Sport: “La Roma è talmente disastrata che non può perdere il derby. Non stiamo parlando di una squadra di ‘poracci’, è comunque quarta in classifica. Se la Lazio vince va a più 10 e la Roma non se lo può permettere. Così rimarrebbe solo la lotta con l’Atalanta che non ha tanti infortunati. Diawara almeno due mesi starà fuori e sono ottimista. Ci sono tanti altri giocatori che sono spariti. Non può andare così sempre, la Lazio non può vincere 12 partite di seguito. La Roma avrà voglia di riscattarsi, non può perdere”.

Roberto Renga a Radio Radio Mattino: “Salvo solo Smalling e il portiere contro la Juventus. Boccio Mancini, Kluivert, Cristante, Kalinic… tutti. Mentre Florenzi inseguiva Cristiano Ronaldo gli altri dieci cosa facevano? Mi sembra strano che ogni volta che succede qualcosa sia colpa sua”.

Furio Focolari a Radio Radio Mattino: “Florenzi non ha giocato bene per carità, ma contro la Juve Kolarov mi è sembrato una bella statuina. Mi ha impressionato il tackle perso da Mancini contro Bentancur”.

Xavier Jacobelli a Radio Radio Mattino: “Questa è una prova molto importante per Fonseca. L’atteggiamento dovrebbe essere di grande prudenza. La Lazio ha il capocannoniere del campionato e ha qualità nel gioco”.

Daniele Lo Monaco a Tele Radio Stereo: “Domenica è tosta, penso che Fonseca metterà la difesa a tre. L’ha usata contro il Parma, qualche riflessione quando gioca con squadre che si difendono a tre la fa. La prima cosa sarà non consegnarsi alla Lazio come all’andata. La formazione vista quella volta oggi diremmo che è sbilanciata. A Torino non si è inventato niente, la linea difensiva ha anche sbagliato qualcosa. Mi ha dato l’idea di non aver studiato bene la partita, si è riconsegnato come se fosse la sua prima. Questa tripla scoppola gli farà fare qualche riflessione. Potrebbe mettere Mancini e Veretout, ma mancherebbe un regista. Potrebbe allora mettere un centrale in più. Una copertura in questo momento è necessaria, soprattutto in difesa. Contro la Juventus la Roma non ha sbagliato solo negli ultimi trenta metri, ma anche nei suoi ultimi 30 metri. Se affronti la Lazio come hai fatto con la Juventus non vedo una soluzione positiva”.

Mario Mattioli a Radio Radio Mattino: “La Juventus potrebbe dare alla Roma Bernardeschi ed Emre Can. Villar? La Roma ha anche un Primavera importante, Riccardi, se devi scommettere allora scommetti sul tuo”.

Nando Orsi a Radio Radio Mattino: “E’ tanto tempo che non c’è un derby così importante, ci arrivano in modo diverso, ma è sentito da entrambe. Vale tanto. Il centrocampista serve. Non so se la Roma può spendere quindi deve prendere in prestito, poi c’è anche il problema del passaggio di proprietà sui prezzi delle cessioni. Non ci volevano questi infortuni gravi. Si sono fatti male due giocatori importanti. La Roma dovrebbe prendere Mertens. Alla Roma in questo momento servono delle certezze”.

Roberto Pruzzo a Radio Radio Mattino: “Diawara e Zaniolo sono state due batoste, sono due titolari, due tra i migliori. Fonseca aveva dato fiducia a Diawara. Sostituirli non sarà roba da poco. Il mercato invernale non è facile di suo, poi se devi sostituire due giocatori è complicato. Il ruolo di terzino destro per la Roma è sempre un problema “.

Claudio Capuano a Centro Suono Sport: “A Roma si vive una situazione paradossale, si continua a sostenere che gli infortuni sono solo casuali, io credo che però la casualità finisce quando quei calciatori subiscono recidive… questa situazione di continua emergenza oggi rischia seriamente di compromettere la seconda parte di stagione… Fonseca forse lo ha capito mettendo le mani avanti su un possibile girone di ritorno non all’altezza delle aspettative”.

Roberta Pedrelli a Centro Suono Sport: “Testa al derby, ma non solo. Bisogna restare concentrati per non perdere almeno il quarto posto. Grande preoccupazione per l’ennesimo infortunio di Diawara, dalle prestazioni deludenti di Under, Kluivert, Kalinic e Florenzi e dalla difesa che ha iniziato a vacillare subendo 8 reti nelle ultime 5 gare. Fonseca chiede giustamente rinforzi, ma con le casse che piangono e una società inesistente mi chiedo a chi si può ambire e soprattutto chi dovrebbe investire visto l’imminente closing proprio in concomitanza con il calciomercato che mette ad oggi un punto interrogativo anche sulla presidenza. Mi auguro di non vedere in campo con la Lazio, la Roma impalpabile vista contro la Juve. Cuore e tacchetti in onore di uno Stadio che si preannuncia già stracolmo”.

Print Friendly, PDF & Email

25 Commenti

  1. A me basterebbe intanto domenca prossima non vedere Florenzi e Kolarov. Per favore, giochiamo con dei difensori veri, magari anche scarsi, ma veri

    • Condivido… Kolarov è evidente che non regge più i 90 minuti e cerca di salvaguardarsi per arrivare al 90’… non ricordo un cross che non vada addosso all’avversario o peggio completamente fuori misura… sempre passaggi all’indietro e pochissime volte propositivo in avanti… in ritardo a volte nel chiudere sull’avversario o farsi sorprendere (vedi il primo gol preso con la Juve in campionato). Del Florenzi attuale meglio stendere un velo pietoso . Purtroppo parliamo non solo di limiti tecnici/fisici… credo che qualcosa sia successo all’interno dello spogliatoio… Devo aggiungere però che per quanto concerne la partita di Coppa Italia Fonseca ha le sue responsabilità. Dopo l’ottima partita di Spinazzola e in parte di Santon io avrei confermato in blocco la difesa lasciando fuori Kolarov e Florenzi… Adesso serve assolutamente un centrocampista al posto di Diawara che stava facendo tutte partite in crescendo e un attaccante che segni. Qualcuno che si inventi qualcosa in avanti perché non si può pretendere da Dzeko tutto (gol, assist, far salire la squadra e giocare da regista…). Certo la sfortuna ci ha decimati ma chi entra in campo deve dare tutto e questo parecchie volte non succede. Domenica sarà dura… speriamo in una grande prestazione da parte di chi scenderà in campo… Spero Fonseca si inventi qualcosa a livello tattico… sempre forza Roma…

  2. Quanta confusione. Peccato l’infortunio di Dawara,ma a Torino la squadra ha giocato una buona partita, vanificata dalla inconsistenza di Kalinic e Kluivert e dalla ingenuità di Florenzi. Peccato.
    Una cosa sia ben chiara: FINALMENTE UN ALLENATORE COME FONSECA: Va ascoltato e assecondato.
    Purtroppo è una piazza dove la tifoseria è vittima di troppi elogi e troppe critiche. Calma e gesso.
    e forza ragazzi !!!

  3. potrebbe optare questa soluzione per il derby: santon a destra, spinazzola a sinistra al posto di Kolarov e florenzi al posto di Kluivert . cosi dovremmo essere piu’ coperti.

  4. Non capisco Marione… Forse non sa che a calcio si gioca in due … e noi non stiamo giocando meglio di loro.
    Quindi sosteniamo tutti quelli che scenderanno in campo sperando che diano il 130% solo così possiamo evitare un altra Torino. E sempre sempre sempre FORZA ROMAAAAAAAAAAAA !!!!!!

  5. CAPISCO CHE E’ UN MOMENTO DIFFICILE SI AFFRONTA IL DERBY NELLE PEGGIORI CONDIZIONI NON SI VUOLE PIU’ VEDERE UNA ROMA ABULICA E POCO ATTENTA. FONSECA E’ UN GRANDE ALLENATORE E CHI LO CRITICA FACCIO QUESTA DOMANDA: TOGLIETE 8 TITOLARI A QUALSIASI SQUADRA POI NE RIPARLIAMO. PER DOMENICA SI DEVE COPRIRE FACCIAMO GIOCARE LA LAZIO PER UNA VOLTA GIOCHIAMO PIU’ COPERTI FONSECA E’ INTELLIGENTE E SAPRA’ TROVARE LA SOLUZIONE

  6. Che Fonseca sia un buon allenatore è assodato, restano però dubbi sul perchè si intestardisca a non far giocare Spinazzola a sinistra, dove rende benissimo, difende e attacca meglio di Kolarov, anche perchè ormai Kolarov nove volte su dieci che ha la palla si ferma, guarda a destra, guarda a sinistra, nel frattempo gli avversari si posizionano in tranquillità e lui ridà la palla indietro a Smalling, ormai non se ne può più di questa lentezza. Oppure perchè abbia così poca fiducia in Under che resta uno dei pochi a non aver paura a lanciarsi nel dribbling, che tira da fuori e ha ancora ampi margini vista l’età, queste sono due cose che saltano agli occhi a tutti e non capisco perchè Fonseca sia così rigido. Domenica Fonseca non deve commettere l’errore di voler fare la partita a tutti i costi e farci giocare sbilanciati lasciando due centrali in preda alle scorribande dei lazioti, sarebbe un regalo perfetto al gioco di Inzaghi che ormai si è capìto, sempre 8 o 10 giocatori dietro la palla, in attesa di un errore o della riconquista per ripartire, se devono costruire gioco fanno fatica come gli altri (tranne Juve e Atalanta) giocare col solito metodo significa apparecchiare la tavola a Inzaghi, almeno la difesa a tre se proprio devi improntare la partita in quel modo che ormai per me è scellerato, visto che ci manca mezza squadra compresi i migliori, non puoi pretendere un gioco brillante se non hai i giocatori adatti in questo momento, dovremmo essere noi a giocare al gatto col topo domenica

  7. Che Fonseca sia un buon allenatore non è assodato per niente. Per me con Zaniolo, senza Zaniolo, Con Diawara, senza Diawara (cito questi due appositamente perché tra i pochissimi con rendimento sufficiente) la squadra ha sempre giocato parecchio male: lenta, abulica, senza mezza idea, senza carattere, senza aggressività. Cristante, Pastore. Mikhitaryan, Spinazzola e gli altri numerosissimi infortunati quando hanno giocato non mi pare abbiano risolto minimamente i difetti della squadra. Le capacità di Fonseca francamente mi paiono ad oggi totalmente indimostrate.

    • Vincent Vega nulla è assodato nella vita. Con tutto il rispetto; io prima di dire che la squadra ha sempre giocato male, aspetterei di dargli prima di tutto una SQUADRA. Non quella di quest’anno; che non è nemmeno un ibrido di qualcosa… Intendo una vera Squadra, formata alemno di da 18/19 ottimi calciatori di caratura internazionale. E poi potremo giudicarlo. Intanto vorrei vedere gli altri allenatori che moltissime volte si lamentano per un soffio di vento in più durante la stagione, cosa farebbero al posto di Fonseca dovendo affrontare una stagione piena di infortuni. Credo che alcuni che conosciamo bene e di recente hanno rifiutato la Roma si sarebbero dimessi, o andando completamente in confusione isterica. Diamogli una squadra ed il tempo necessario, e sono sicuro che non vedremo mai la Roma giocare di rimessa come le due squadre che attualmente occupano la seconda e la terza posizione in classifica. Non le nomino perché provo repulsione…!!! Sempre Forza Roma comunque vada….!!!!

      • La mia opinione è che la rosa sia abbastanza scarsa, ma un allenatore capace un’impronta e un gioco li deve dare comunque. Tutte le squadre decenti ti sono sopra e hai perso malamente con Atalanta, Parma, Torino…

    • non esageriamo con i catastrofismi… anche con tutti gli infortuni del mondo, anche col gioco non sempre brillante, ecc… ci sono comunque 16 squadre che hanno meno punti di noi…
      Non esistono squadre che vincono TUTTE le partite per 3-0

  8. Scusate…ma io nonostante tutto,continuo a pensare che qui ci vuole un Esorcista!Non e’ possibile che ogni infortunio e’ “rottura del crociato o menisco” non ricordo una squadra al MONDO co sta’ sfiga!!!Arrivera’ il giorno che nessun giocatore vorra’ venire a Roma !!!

  9. Io schiererei una formazione con catene compatte e densità a centrocampo, dando possibilità a cristante e Pellegrini dì alternarsi sulla trequarti:
    lopez
    santon, smalling, mancini, kolarov
    veretout
    florenzi, pellegrini, cristante, spinazzola
    dzeko

  10. Rifletto su due cose: la prima è che Fonseca si è ritrovato, praticamente dall’inizio del campionato, con mezza squadra infortunata, la seconda è che, negli ultimi 10 anni, abbiamo cambiato 10 allenatori.
    Tutti incapaci o dovevano fronteggiare uno spogliatoio di soggetti viziati e poco inclini al sacrificio?
    Siamo arrivati bene fino alla pausa invernale, ma contro la rubbe (campionato e coppa) e contro il Torino, ho rivisto giocatori che camminavano in campo, indolenti, incapaci di un tackle deciso, senza grinta e cattiveria agonistica.
    E’ ora di mettere in riga chi non dà il fritto per questa maglia, il derby potrebbe essere l’occasione giusta.
    Sempre Forza Roma.

  11. … il calcio offensivo che vuole Fonseca non si può fare con questi giocatori.
    Difesa che balla con le piccole e tracolla con le grandi.
    Attaccanti (se si possono chiamare così) che non vedono la porta.
    Centrocampo che non difende.
    Ti puoi salvare solo con il 5 3 2!!!

  12. Stavo facendo un giochino ..
    Ho preso la rosa della Roma .. ed ho cercato di contare quelli “sani”. Cioè quelli che, ad oggi, non siano stati infortunati .. o quanto meno non in maniera “grave”.
    Allora:
    Pau Lopez .. abbastanza sano
    Mirante … abbastanza sano (per fortuna era sano quando l’altro non lo era)
    Zappacosta … ROTTO
    Smalling .. sano (anche lui è stato fermo ma poca roba ..)
    Mancini … sano
    Fazio … rotto ed è meglio così
    Jesus … sano ma è facile, nun se muove …
    Cetin … sano
    Kolarov … sano ma logoro
    Spinazzola … diversamente rotto (nel senso di nessun trauma ma quei muscoli ogni tanto …)
    Santon … diversamente rotto (anche lui fermo ai box per guai muscolari)
    Florenzi … ex rotto (nel senso che lui, le ginocchia, le ha già lasciate alla causa)
    Diawara … pluri rotto (nel senso che aveva appena ripreso continuità che …bum)
    Veretout … sano
    Cristante … sarebbe rotto, ma non si è operato quindi falsamente sano …
    Pellegrini .. alternativamente sano (ogni tanto se rompe …)
    Pastore … CHI ? lungo degente … in confronto Lazzaro s’è alzato ed ha camminato ..
    Mik .. insomma, l’armeno … rotto
    Kluivert … rotto e confuso
    Under … confuso ed ex rotto
    Perotti … invidioso di Pastore e cerca di imitarlo … scomparso
    Kalinic … questo era meglio se se rompeva (scherzo, eh …)
    Dzeko … se si piglia un raffreddore, siamo finiti
    Zaniolo .. maledettamente rotto

    Adesso, provate ad allenare voi ‘sta banda con la stampella … Come uno pare entrare in forma, se rompe e ricominciamo da capo .. sembra Il Gioco dell’Oca …
    Se ho dimenticato qualcuno, mi dispiace, sarà rotto pure quello … ahahahah

    Dimenticavo !!!!
    Brunetto Peres … sobrio (per ora)

  13. I giornalai e commentatori o simili continuano a far pesare le sconfitte con gli infortuni. È una palese ipocrisia considerando che quattro giocatori sono stati già presi fallati ovvero pastore,L armeno, Spinazzola e Zappacosta altrimenti non te li regalavano anche in prestito. Quelli che ci sono se mettessero un po’ di cattiveria forse potrebbe sopperire alla scarsità di qualità . Tranne Dzeko non ci sono giocatori ottimi ma soltanto alcuni discreti ed altri mediocri che poi sono la maggior parte. Non parlo della gestione della as roma, altrimenti non pubblicano L opinione come hanno fatto in passato. Se la roma acquista a gennaio qualche giocatore ovvero L ottiene in prestito saranno giocatori per squadre di quarta serie o parrocchiali che i giornalai assoldati faranno divenire dei fenomeni per poi divenire bidoni dopo la pacifica involuzione in quanto mediocri.
    Sul derby . Se la Lazio sbaglia la partita allora vi è una speranza altrimenti non andrei nemmeno a giocarlo perché tranne Dzeko vedo il deserto e speriamo che non giochi terzino uno che da quattro anni ha obbedito a giocatore fuori ruolo, con evidenti danni , pur di strappare un contratto milionario.
    Questo allenatore e simpatico e qualche volta credibile ma troppo supinò con la proprietà sino a quando non potrà nascondere il fallimento.
    Cordialmente a tutti

    • Pastore 25 milioni de cartellino e 4.5 milioni di ingaggio x 4 anni non te lo hanno regalato, er sor Monchi ha preso il pacco (o la stecca dagli emiri). Spinazzola 30 milioni e 3 milioni di ingaggio idem con patate. Per il resto siamo d’accordo.

  14. Sono d’accordo con il Tedesco Vola per quanto riguarda il “fritto” da dare in campo e con la maggior parte dei commenti sulla criticità dei terzini. Kolarov non ce la fa più e Florenzi non è mai stato un terzino. In questi ultimi campionati ci ha fatto perdere almeno 20 punti in quella posizione. E gli avversari lo hanno ben capito mettendo su quella fascia l’attaccante più pericoloso che hanno. Caro Renga contro la Juventus in occasione del primo goal accelera nella rincorsa con almeno un paio di secondi di ritardo su Ronaldo. Eppoi per la paura di essere infilato lascia troppo spazio ai suoi diretti avversari che hanno lo spazio per pennellare cross decisivi.
    Tutta la squadra deve dimostrare carattere (se ne ha?) intensità e verticalizzazione nel gioco.
    Diawara sarà una grande perdita per la Roma!!
    Anche Pellegrini deve dimostrare di essere un campione se lo è. Contro le grandi squadre è sparito !!! E comunque rallenta sempre troppo il gioco che alla fine diventa prevedibile e permette alla squadra avversaria di posizionarsi al meglio.
    Fonseca è un buon allenatore che per diventare ottimo deve far fare un salto di qualità al gioco di attacco con fraseggi nel breve rapidi, movimenti veloci senza palla, sovrapposizioni sulle fasce, tiri in porta dal limite da parte dei centrocampisti (sopratutto Veretout, Cristante). Kluivert e Under debbono puntare e saltare l’avversario per creare superiorità numerica e fare poi assist decisivi.
    Tenere i giocatori ad allenarsi fino alle ore 20 (vedi Liedholm) sui cross e le punizioni che non le azzecchiamo mai. Quanti cross facciamo decisivi? Zero. Quante punizioni ultimamente decisive? Zero. Anche Veretout sa calciare le punizioni.

Comments are closed.