romanews-roma-edin-dzeko-capitano-juventus
Foto Tedeschi

HIGHLIGHTS BENEVENTO ROMA – La Roma scende in campo allo Stadio Vigorito per affrontare il Benevento, nel match valido per il 23° turno di Serie A. Il primo tempo termina a reti inviolate. La squadra di Fonseca assedia la metà campo avversaria, senza riuscire però a rendersi veramente pericolosa. Gli uomini di Inzaghi difendono bene e sfruttano le ripartenze per tentare di far male ai giallorossi. Dopo una prima mezz’ora non ricca di emozioni, la gara si accende. Entrambe le squadre spingono, ma non trovano il gol del vantaggio. Nel secondo tempo la Roma continua ad attaccare, ma riesce a sfondare e ad impensierire Montipò solo raramente. I cinque minuti di recupero sono senza dubbio i più emozionanti della ripresa: El Shaarawy va giù in area di rigore al 95′ e Pairetto assegna rigore. Un secondo check però mette in evidenza la precedente posizione di fuorigioco di Pellegrini e il penalty viene revocato. Niente da fare per gli uomini di Fonseca. La gara termina 0-0.

Le scelte di Fonseca

Fonseca conferma ancora una volta Pau Lopez tra i pali. Per quanto riguarda invece la difesa, l’emergenza infortuni costringe il tecnico portoghese a rivoluzionare quasi totalmente la linea a tre. L’unico titolare superstite è Mancini, affiancato da Fazio, al debutto stagionale in campionato, e da Spinazzola, adattato a centrale sinistro. A centrocampo torna dal primo minuto la coppia Veretout-Villar, mentre sulle fasce ci sono Karsdorp e Bruno Peres. Sulla trequarti c’è ancora Mkhitaryan insieme a Pellegrini, che torna in campo dopo essere rimasto a riposo contro il Braga in Europa League. In attacco prosegue la staffetta DzekoMayoral, con lo spagnolo che si riprende il posto da titolare dopo essere partito dalla panchina contro i portoghesi. Il Benevento di Inzaghi scende invece in campo con il consueto 4-3-2-1 e una formazione molto simile a quella schierata nell’ultima di campionato contro il Bologna. Ionita prende il posto dell’indisponibile Iago Falque nel reparto offensivo. Tuia invece resta in panchina e sulla fascia sinistra parte titolare Foulon.

Foto Tedeschi

Benevento-Roma, highlights: primi minuti senza troppe emozioni

Fischio d’inizio di Pairetto e primo pallone giocato dalla Roma, che parte subito aggressiva. La prima occasione per i giallorossi arriva al 4′. Bruno Peres rientra e crossa dalla sinistra per Pellegrini, che tenta di colpire il pallone, ma travolge Foulon commettendo fallo. La squadra di Fonseca tiene palla, ma non riesce ad impensierire più di tanto Montipò. Il Benevento non si fa sorprendere nella sua area di rigore, è ordinato e attende il momento giusto per lanciarsi in contropiede. Il primo squillo degli uomini di Inzaghi arriva al 14′ con la conclusione di Schiattarella dalla distanza, che però termina abbondantemente sul fondo. Al 15′ poi Lapadula, servito da Viola, si ritrova a tu per tu con Pau Lopez in area di rigore e lo batte, ma l’arbitro annulla la rete per fuorigioco. Nella prima mezz’ora di gioco la Roma assedia la metà campo avversaria, ma fatica a trovare spazi utili e a costruire occasioni pericolose.

I ritmi si alzano dopo la prima mezz’ora, ma il primo tempo termina 0-0

Dopo i primi trenta minuti di gioco i ritmi della partita si alzano. Al 34′ la Roma riconquista palla nei pressi della trequarti e Pellegrini va alla conclusione dal limite dell’area, ma Montipò non si fa sorprendere e respinge il pallone. Al 36′ invece il Benevento ci prova in due momenti con Lapadula, ma Pau Lopez è attento in entrambe le occasioni. Il pericolo numero uno per i giallorossi è sempre l’attaccante peruviano. Brivido al 42′ per la squadra di Fonseca: sugli sviluppi di un corner, la palla arriva a Glik che salta e schiaccia di testa, ma colpisce Villar. La palla respinta arriva poi a Barba che calcia, ma il portiere giallorosso risponde ancora presente. Il primo tempo termina con la Roma nella metà campo avversaria, allo scadere del minuto di recupero concesso da Pairetto.

romanews-roma-lorenzo-pellegrini-romaspezia
Foto Tedeschi

Highlights, secondo tempo: Roma aggressiva, ma non sfonda. Benevento in dieci dopo l’espulsione di Glik

La Roma parte forte anche all’inizio della ripresa. Al 50′ Pellegrini riceve al limite dell’area e serve in modo perfetto Mkhitaryan, che prova a calciare di destro, ma Depaoli lo ostacola e Montipò interviene per respingere il pallone. Al 56′ Pairetto estrae il secondo giallo per Glik, che commette fallo su Mkhitaryan. Il Benevento resta quindi in 10. Due minuti più tardi Fonseca fa uscire Veretout, sostituito da Dzeko. La Roma gioca quindi con due punte, come spesso è stato chiesto al tecnico portoghese, per cercare in ogni modo di far male agli avversari. Al 63′ dalla trequarti Spinazzola serve Karsdorp, che prova l’assist al volo per il bosniaco, ma il portiere degli Stregoni fa suo il pallone.

Roma a trazione anteriore, ma il gol del vantaggio non arriva

Al 71′ Fonseca effettua una doppia sostituzione che cambia volto alla Roma: fuori Fazio e Karsdorp, entrano Juan Jesus e Pedro. Bruno Peres si sposta sulla fascia destra, mentre Spinazzola torna a ricoprire il suo ruolo di terzino sinistro. La Roma è estremamente offensiva, con Dzeko, Mayoral, Pedro e Mkhitaryan contemporaneamente in campo. Continua ad attaccare, ma senza trovare la porta di Montipò e quindi il gol del vantaggio. Occasione per il Benevento all’81’: Pellegrini è impreciso a centrocampo e Tello gli ruba palla, ma prima di calciare sbaglia il controllo e permette ai giallorossi di recuperare. A 5 minuti dal termine del match Inzaghi viene ammonito per proteste.

Foto Tedeschi

Recupero di fuoco

Al 90′ la lavagna luminosa dal quarto uomo segnala 5 minuti di recupero. La Roma pianta le tende nella metà campo del Benevento nel corso degli ultimi minuti di gioco. Gli uomini di Inzaghi però difendono anche in questa ultima frazione di gara con grande attenzione ed energia, concedendo poco o niente ai giallorossi. Al 94′ arriva un’occasione clamorosa per la squadra di Fonseca: sponda di Dzeko per Pellegrini, che si tuffa e colpisce di testa, ma Caldirola riesce ad allontanare il pallone sulla linea. Al 95′ poi Foulon stende El Shaarawy in area di rigore e Pairetto indica il dischetto. Dopo pochi istanti però il direttore di gara annulla tutto, a causa di un fuorigioco di rientro di Pellegrini sullo sviluppo dell’azione giallorossa. Nel finale c’è anche l’espulsione di Inzaghi, già ammonito per proteste. Il match termina 0-0.

Martina Cianni

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here