ROMANO 6: si scalda le mani sul destro da fuori di Ballantini dopo pochi minuti; sembra il preludio di un pomeriggio difficile, invece lo è di una giornata tranquilla.
RAVOT 7: se lo vedessero in giro in Spagna finirebbe nella Plaza de Toros a fare le corride: un vero e proprio toro; non molla un centimetro, sempre presente sulla corsia destra. Suo il lancio per il primo gol di Ortenzi. (dal 59’ MANTOVANI SV)
CESARETTI 6,5: soffre un po’ in avvio la vivacità di Cappelluzzo, il migliore dei suoi. Prende fiducia con il passare dei minuti e dalla sua parte non passa più una mosca.
PELLEGRINI 6,5: uomo d’ordine in mezzo al campo, punto di partenza sicuro di tutte le manovre giallorosse; non ruba l’occhio ma è sempre prezioso.
CAPANNA 7: ha un cliente piuttosto difficile, il gigantesco Viciani, a cui rende almeno dieci centimetri. Lo controlla senza grosse preoccupazioni anticipandolo spesso anche di testa. (dal 46′ CONDEMI 6,5: entra subito in partita con brio e vivacità. Fornisce il suo apporto nel gran secondo tempo della Roma.)
FERRARA 6,5: il Siena fa paura solo nei primi minuti della prima frazione; controlla la sua zona di terreno con grande attenzione, senza concedere nulla agli avanti toscani.
STERI 7: apre le marcature con un numero di alta scuola: se ne va in slalom tra due avversari e deposita in rete con freddezza. Sta iniziando l’inverno e lui apre la stagione del Super G. (dal 59′ ANSINI SV).
ADAMO 6,5: il quartetto delle meraviglie lì davanti si muove che è un piacere. Palla a terra è davvero uno spettacolo.
MUSTO 6: stavolta il bomber giallorosso rimane sulle sue; lavora per i compagni senza trovare la zampata vincente e rimandando così il consueto appuntamento con il gol. (dal 53′ SERRONE SV)
SHAHINAS 6: nella posizione di playmaker basso sembra funzionare a corrente alternata; cresce nella seconda parte della prima frazione ma preferisce mantenere un profilo basso. (dal 39′ TAVIANI 6: prova a pungere nella ripresa ma non trova grandi spazi).
DAMIANI 7: firma il gol del raddoppio abbinando velocità e classe; scatto bruciante a superare il difensore e dribbling sul portiere in uscita. Un pericolo costante. (dal 53′ ORTENZI 7,5: entra e fa drizzare i capelli alla retroguardia toscana. Segna due reti in due minuti spazzando via le residue speranze bianconere.)
 
Marco D’Amato

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here