SENTI CHI PARLA ALLE RADIO – La rubrica di Romanews.eu “Senti chi parla… alle radio” è lo spazio quotidiano in cui potete leggere i commenti sul mondo Roma di speaker e opinionisti protagonisti dell’etere romano raccolti dalla nostra Redazione.

Max Leggeri a Centro Suono Sport: “Al contrario delle prime due partite, la Roma col Sassuolo ha finalmente mostrato parte delle sue qualità, portando a casa una vittoria non scontata. Dal pessimismo cosmico che avevo maturato, respiro un’aria diversa in città, una certa euforia che non va confusa con l’entusiasmo tracimante che c’era anni fa e che ad oggi non può’ esser ispirato da un eventuale quarto posto. Mai fatti processi mediatici a Fonseca e chi lo aveva già bollato come un tecnico inadeguato spero e credo dovrà ricredersi. Il portoghese ha mostrato grande intelligenza domenica e sono convinto possa portare la Roma a giocare un ottimo calcio”.

Checco Oddo Casano a Centro Suono Sport: “Il primo step era vincere e possibilmente convincere, per larghi tratti la Roma col Sassuolo lo ha fatto. Ora c’è un nuovo gradino da salire: ripetersi in Europa League, in un match non facile contro l’Istanbul Basaksehir, che è una squadra rognosa da affrontare, con alcune individualità dotate di grande esperienza internazionale. La continuità di risultati è l’unico modo per trovare entusiasmo, ma vedo un gruppo positivo negli atteggiamenti al contrario dello scorso anno, anche in chi subentra come accaduto per Spinazzola e Zaniolo domenica. Fonseca sta coinvolgendo tutti i componenti della rosa e mi aspetto una serie di cambi giovedì, soprattutto da centrocampo in su per trovare altre risorse dalla panchina”.

Giuseppe Giannini a Centro Suono Sport: “I risultati di domenica, non solo la vittoria della Roma, ma anche le difficoltà mostrate da altre squadre, hanno portato un rinnovato ottimismo. Con il successo sul Sassuolo sei attaccato a qualsiasi obiettivo, chiaramente con sguardo dritto al quarto posto, perchè Inter, Juve e Napoli sono squadre nettamente superiori alla Roma e a tutte le altre. Ho apprezzato il fatto che i ragazzi di Fonseca, sapendo di dover vincere a tutti i costi dopo i primi due pareggi, abbiano mostrato lucidità e freddezza in campo. Ora serve continuità, di prestazione e di risultati, solo così il lavoro di Fonseca sarà pienamente apprezzato dal gruppo. Contro l’Istanbul riproporrei quasi in blocco l’intera formazione, per dare continuità, magari con un paio di cambi”

Marione a Centro Suono Sport: “Se vogliamo fare il gioco delle figurine con la Lazio, loro hanno solo Correa, che non segna mai, e Milinkovic: fine. Per me non c’è paragone con la Roma, arrivare dietro alla Lazio sarebbe un fallimento totale. L’Atalanta? Io penso che sia finita la sua favola, rimane solo la Roma per il quarto posto. E poi ho questo dubbio dell’Inter: voi dite che Lukaku è un fenomeno, secondo me no. Io nella Roma dell’Inter mi prenderei solo Handanovic e Sensi, fine. A me non piace come squadra”.

Alessandro Austini a Tele Radio Stereo: “L’Europa League ti consente fare più turn-over rispetto alla Champions League, non è un delitto dirlo. Nel girone soprattutto puoi permetterti di far rifiatare qualcuno, mi aspetto che giochino sempre 4-5 giocatori diversi. Poi dobbiamo scoprirlo perché Fonseca ancora non lo conosciamo su questo aspetto. La Roma ha delle qualità per giocarsela con tutte. In queste giornate abbiamo visto tutte le squadre e hanno tutte dei difetti. Anche il Napoli che è la squadra che mi entusiasma di più ha dei problemi di equilibrio”.

Ubaldo Righetti a Tele Radio Stereo: “Secondo me Fonseca chiede ai giocatori di dirgli se hanno qualche dubbio: se c’è possibilità di comunicare tra di noi, comunichiamo. Cerchiamo una soluzione tra di noi. E’ questo il messaggio. Se vuoi crescere nella fase difensiva, devi capire che se vuoi creare una superiorità numero devi accettare anche di non avere aiuti. Ci deve essere un lavoro di reparto ma anche di singoli nella marcatura”.

Jacopo Palizzi a Tele Radio Stereo: “Se i giocatori si divertono vuol dire che credono in ciò che stanno facendo. Credi in quello che fai e dunque lo fai con piacere: è tutta una conseguenza”.

Stefano Petrucci a Tele Radio Stereo: “Ho avuto l’impressione che i giocatori si divertano molto in campo: questo si vede anche un po’ dalla fase difensiva che diventa quasi una cosa secondaria. Pellegrini è un giocatore straordinario, non è muscolare ma è intelligente. Teniamocelo stretto. Zaniolo potrebbe essere una bellissima mezz’ala centrale, deve limitare un po’ l’irruenza per fare quel ruolo. Al momento non è pronto”.

Daniele Lo Monaco a Tele Radio Stereo: “Dzeko quest’anno è un totem a cui ci aggrappiamo volentieri. Anche l’altro giorno poteva fare più gol, ma ha fatto una partita strepitosa: assist, giocate… E’ un giocatore strepitoso, il miglior centravanti possibile per la Roma”.

Guido D’Ubaldo a Radio Radio Mattino: “La Roma ha ritrovato alcune certezze è stato bravo Fonseca a rivedere alcune cose del suo credo tattico con la difesa più bassa e uno dei due terzini più bloccato. Veretout e Mkhitaryan hanno contribuito a migliorare la squadra”

Roberto Pruzzo a Radio Radio Mattino: “Andiamoci piano con l’entusiasmo per la Roma. Ancora è presto per pensare in grande, la Roma ha giocato contro il nulla. Andiamoci piano, la strada è ancora lunga. Mkhitaryan e Veretout hanno portato esperienza, qualità e quantità. Ne hanno beneficiato diversi compagni, Kluivert su tutti”.

Nando Orsi a Radio Radio Mattino: “Mkhitaryan ha fatto solo il gol, ma quando ha la palla difficilmente la perde. Veretout è un giocatore tatticamente intelligente, complementare con Cristante che oggi è cresciuto e davanti alla difesa è lui il titolare. La Roma ha grandi soluzioni, ma diversi giocatori devono crescere. Fonseca bravo anche nella scelta di far giocare Kluivert al posto di Zaniolo, proprio per come erano i laterali del Sassuolo”.

Print Friendly, PDF & Email

55 Commenti

  1. Il secondo tempo del Sassuolo dovrebbe far riflettere ; era la stessa squadra (inesistente per 45′) che, sistemate un paio di cose a centrocampo e con l’ingresso di Traore’ (fortunatamente troppo stanco per giocare tutta la partita) nella seconda frazione ha avuto la chance di riaprire il match (Caputo dovrebbe spiegare cosa voleva fare quando si e’ trovato solo contro Pau Lopez a porta spalancata – sicuramente li’ uno come Insigne, Martens, Lukaku o CR7 non ti perdona). continuo ad essere scettico.
    Forza Roma SEMPRE
    P.s. ribadisco : avere senso critico non vuol dire essere laziali.

    • Il Sassuolo ha avuto la chance di riaprire il match perché la Roma nel secondo tempo ha preso 2 pali prima del gol di Berardi e un altro palo subito dopo. Perciò se facciamo i conti con quello che avrebbe potuto essere, va tenuto conto di tutto. Che poi la fase difensiva va sicuramente registrata questo è fuori di dubbio, ma stiamo parlando della terza giornata di campionato con un nuovo allenatore e nuovi calciatori.

    • le critiche costruttive sono, appunto, costruttive. e a parte quel che dice rudi, 1 dei gol presi è una punizione imparabile (tranne per PV, che dice che era posizionato male). si gioca a chi ne fa uno di più, basta mettersi l’anima in pace. comunque, non in senso polemico ma analitico: nel secondo tempo il Sassuolo non era la stessa squadra, è passata alla difesa a 4 e non a 3, con un uomo in più a centrocampo. fatto sta che se ne avessimo fatti altri 4 nel secondo tempo non avremmo rubato nulla.

  2. Tifosi si, allocchi idioti NO, forza Roma sempre, però Via pallotto e le sue “plusvalenze” da quartiere, ora deve vincere.(punto)
    Con il 4 posto ce famo il brodo tanto poi vende tutti io da tifoso voglio vincere dopo 10 anni di prese in giro.(aripunto)

      • TI sbagli di grosso io voglio vincere, è reato pretendere dei risultati o volere che la propria squadra non venga destrutturata ogni anno caso unico nel panorama calcistico mondiale?
        è un reato pretendere che i simboli vengano preservati e non vituperati?
        è reato pretendere serietà nel costruire una squadra competitiva?
        I bilanci sono pubblici posso fare da tifoso le mie osservazioni?
        Oppure dobbiamo essere conformi ai dettami di daviduccio da trigoria che scatena i paggetti come te ovunque?

      • Quante cappellate hai scritto in un unico commento.

        “Io voglio vincere”.
        TUTTI vogliono vincere, ma il il calcio non è uno sport in cui vincono tutti. Se tifi AS Roma dovresti anche conoscere bene la differenza che passa tra voler vincere, provarci e riuscirci. La precedente società in 15 anni ha vinto uno scudetto sulla pressione dello scudetto di quelli di Formello e lo ha fatto potendo contare su una liquidità extra e sul giocatore più forte che la Roma abbia mai avuto nel pieno della sua forma fisica. Per il resto, prima di far finire la AS Roma in mano a una banca, ha vinto 2 Coppe Italia e 2 Supercoppe italiane, cioè niente che possa mettere un tifoso della AS Roma nella condizione di PRETENDERE di vincere. Questa proprietà ha preso la Roma nel periodo in cui la Juventus ha vinto 8 scudetti e 4 Coppe Italia di fila, filotti mai accaduti nella storia delle due competizioni nazionali e si è dovuta accollare i fine carriera di due bandiere. Però tu PRETENDI di vincere.

        “è un reato pretendere che i simboli vengano preservati e non vituperati?”
        Questa società ha permesso a Francesco Totti di giocatore fino a 40 anni e a DDR ha rinnovato un contratto milionario nel momento in cui buona parte della tifoseria, la stessa che oggi lo usa contro questa proprietà, lo aveva soprannominato Capitan Ceres e sperava in una sua cessione al Chelsea perché era un giocatore finito. Se uno si guarda in giro, vede campioni come Zidane che ha smesso a 34 anni, Ibrahimovic che a 37 anni sono due anni che gioca a Los Angeles, Iniesta che a 35 anni sono due anni che gioca in Giappone (e se leggessi la sua lettera di addio al Barcellona ti renderesti conto di molte cose, forse). Solo a Roma una bandiera può pretendere di avere il rinnovo automatico fino a quando non si stufa perché dalla sua ha il potere contrattuale dell’idolatria. Oltretutto a Totti è stato offerto un contratto da Direttore Tecnico (cioè quello che aveva chiesto) che LUI HA RIFIUTATO, probabilmente perché il ruolo era incompatibile, giustamente, con gli impegni del Totti Brand.

        “I bilanci sono pubblici…”
        Infatti se andassi a leggere tutta la documentazione pubblica della AS Roma troveresti scritto che la società non può prescindere dai soldi della Champions League, da un aumento dei ricavi (sponsor, stadio, ecc…) e dalla compravendita di giocatori. C’è scritto anche che alcune cessioni sono obbligate dalla scarsa competitività oggettiva con realtà che possono garantire stipendi insostenibili per la società.

      • Tu vuoi vincere soggettone.Tu o sei un caciottaro oppure ti guadagni qualche spiccio a scrivere contro a prescindere.A differenza dei veri tifosi Romanisti che tifano a prescindere se possa o no piacere la società.Per altro dietro la tastiera ti senti tanto fighetta.Forza Roma

    • Spiegaci altrimenti che fai?? Gli fai causa? Invece di preoccuparti di caxxate se sei tifoso della Roma fa il tifo per la Roma, non per i singoli giocatori, non per il presidente o per il DS, non discute dello stadio o del quartiere. Fa solo il tifo per la Roma. FORZA ROMA!!!!

  3. Quando parli di “veri romanisti compatti” contro Pallotta e contro il quartiere di Tor di Valle mi ricordi un po’ i “veri juventini compatti” delle cronache giudiziarie di questi giorni.

  4. Ma perchè gli altri quanti ne hanno subiti e ne hanno fatti???
    Le prime partite, storicamente, significano poco, non essendo le squadre registrate nè ancora complete.

  5. Invece io dico (insieme ai romanisti compatti) PALLOTTA RIMANI, FA LO STADIO così se poi vuoi vendere almeno chi compra paga per qualcosa di solido e non si compra le chiacchiere…FORZA ROMA!!!!

  6. Fonseca devo dire finora mi sta facendo una buona impressione, la sua impostazione di gioco si è vista sin da subito e non è cosa da poco per un allenatore oltretutto per la prima volta a confronto con il campionato italiano. Inoltre pensavo che fosse un dogmatico alla Zeman e invece ha apportato qualche correttivo rispetto alla spregiudicatissima partita di esordio. Ha capito subito che pippa è Juan Jesus tanto per cominciare. E’ ancora presto per parlare perchè prima deve affrontare le squadre più forti per poter esprimere un giudizio sul suo operato però chi ben inizia è a metà dell’opera come si suol dire. Oltretutto mi ha fatto piacere anche qualche sua presa di posizione sul mercato, laddove invece Di Francesco avallava qualsiasi scellerata scelta societaria.
    Per quanto riguarda le prestazioni, nei secondi tempi abbiamo preso una caterva di reti… forse deve insegnare alla squadra come gestire meglio le energie?… A parte il discorso della qualità dei giocatori di centrocampo e difesa su cui ovviamente non si può far nulla, quelli sono. Non credo che in Italia possa evitare di impostare parti di gara dove il gioco va gestito senza attaccare ma senza prendere rischi.
    Per le prossime partite mi auguro di vedere, oltre a Pellegrini posizionato come con il Sassuolo e non nuovamente fuori ruolo, anche Florenzi finalmente non più terzino destro, vi prego basta con i fuori ruolo, ogni giocatore ha un ruolo dove rende meglio, impiegatelo lì!

      • Mi pare di capire che non ti piaccia, per me invece è un ottimo calciatore. Magari se giocasse più avanti alternandosi a Kluivert e Under. Prima di criticarlo perlomeno vedere qualche sua partita in un ruolo avanzato e non da terzino… Secondo me farebbe molto meglio di quei due e anche di Perotti, oltretutto è integro fisicamente.

  7. Continuo ad essere in attesa di una tua cortese visita!!!! PALLOTTA RIMANI – SI AL QUARTIERE – SI ALLO STADIO – SI ALLA METRO NUOVA – SI ALLA NUOVA VIA DEL MARE – SI ALL?INTERRAMENTO DEL DEPURATORE – SI AL PONTE PEDONALE DELLA MAGLIANA- SI AL NUOVO SVINCOLO DEL GRA – SI AL RADDOPPIO DELL’AEROPORTO (non c’entra ma tanto tu che ne sai) e concludo con una frase a te sconosciuta: FORZA ROMA!!!

  8. tutti i tifosi della Roma firmerebbero per vincere l’Europa League, ma ritengo sia a primavera che il turnover debba essere fatto senza penalizzare le coppe a vantaggio del campionato. qualche cambiamento questo giovedì me lo aspetto, con l’inserimento di qualche forza fresca, tipo zaniolo, spinazzola e forse proverei kalinic (se pronto) per far rifiatare djeko, che ha 33 anni e deve arrivare a fine maggio (ovviamente djeko pronto a entrare in caso di necessità).
    comunque sempre forza ROMA!

  9. Ciao PALLETTA VATTENE, ma tu che ne pensi delle vicende giudiziarie dei capi ultras della Juventus?
    Perché uno è tanto prese dalla campagna acquisti che poi mica ci pensa che dietro certi PROCLAMI, SLOGAN, STRISCIONI si possano nascondere interessi particolari che con il tifo in sé non c’entrano niente.
    Chiedo a te perché si vede che sei uno che se ne intende.

  10. se cortesemente puoi scrivere il settore e il numero del posto dove siederai giovedì sera così che possa venire a salutarti e a fugare i legittimi dubbi dei nostri compagni di chat…
    Forza Roma

  11. Buongiornoba tutti.
    Su Pallotta ho la mia idea e non la cambio é un trader che tratta la Roma come una azione finanziaria senza cuore e sentimento, l’unico problema e che dietro di lui ci sono Goldman Sachs e Unicredit, quindi se non fanno in Italia una legge sull’azionariato popolare saremo costretti a subire le conseguenze dei mercati finanziari.

    Detto questo vorrei concentrarmi unicamente sulla squadra dalle quale il futuro non chiarisce o schiarisce ancora la vera anima ed il carattere.

    La vittoria era necessaria e vittoria è stata, cosi anche Fonseca potrà lavorare con meno tensione almeno fino a domenica atteso da un Bologna in buona condizione ed in fiducia.

    Comunque vedo che la parte migliore di questa “squadra” nonostante abbia limiti di interdizione e posizione nella fase difensiva comunque migliorabile, inoltre ho notato che i giocatori si aiutano al punto che spesso lì vedi in campo incazzarsi tra di loro, questa la vedo una cosa importante è determinante per fare gruppo, è segno che ci tengono.

    Le qualità nel palleggio e le doti tecniche di Mikhitarian, Zaniolo, Dzeko, Veretout, Perotti, Kluivert, abbinate alla dinamicità e la prestanza fisica di Cristante, Pellegrini, Spinazzola, Zappacosta, Smalling, Mancini, può e deve far migliorare in tempi brevi l’assetto di squadra, chiaramente mettere insieme tutte queste persone che fino a tre mesi fa non avevano mai giocato insieme richiede pazienza e tempo, quindi calma e gesso perché ci aspettano altri 35 finali ancora non scritti.

    Il giocatore che mi rende più perplesso o meglio non pronto, é Pau Lopez, lo vedo sulle gambe, mollo, poco esplosivo…..
    intendo non reattivo, molto bravo nel palleggio ha tecnica individuale da calciatore, bravo nelle uscite basse, meno nelle uscite alte, buona presa,
    ……..se però non migliora gli preferisco Mirante “ancora una garanzia”.

    Ora per quello che sto per scrivere me ne vogliate perché ho una visione di calcio personale e non disprezzo mai le idee altrui se hanno concetti utili a migliorare la Roma, quindi fuori il rospo; Fazio, Florenzi, Kolarov partecipano veramente poco e male alla fase difensiva, bravi nell’impostare e nell’offendere attaccando bene gli spazi
    ……ma gli errori principali in difesa arrivano al 70 % da loro tre principalmente, A dire il vero oltre a loro tre il contributo viene anche da una insufficiente lettura preventiva dei due intermedi offensivi che nell’ultima gara sono stati Mikhitarian, Kluivert, Zaniolo è ci metto anche Dzeko in quanto per essere squadra tutto deve iniziare dall’attacco per una ottima difesa, Fonseca su questo ha già espresso in parole questo concetto e solo il lavoro sul campo può far migliorare questo atteggiamento, prevedo miglioramenti da tutta la linea offensiva proprio per migliorare in transizione difensiva.

    Purtroppo come dicevo se vuoi proteggerti ed evitare si essere sopraffatto deve partecipare con l’intera squadra alla fase difensiva

    ……..questo è il calcio moderno!!!!

    non ha senso portare i difensori centrali a pestare sulla riga di centrocampo per dare pressione all’avversario e far rimanere la squadra corta su 40 metri ed anche meno.

    Pressare in modo compulsivo non è ragione per intendere uno schema tattico complesso, invece, pressare in modo ragionato occupando meglio e attento lo spazio della giocata chiudendo le linee di passaggio, marcare in modo preventivo chi imposta e chi riceve gioco può rendere anche più semplice il compito dei nostri due mediani, sopratutto é fondamentale per l’idea di gioco che vuole sviluppare Fonseca, dei due difensori laterali che in pratica diventano due mediani laterali e non terzini classici.

    Per dare indicazione di cosa intendo,
    i due esterni della Roma in questo caso Florenzi è Kolarov, cosi come per l’intera stagione precedente, bravissimi quando si deve offendere, ma restii o poco adatti alle dinamiche difensive non hanno caratteristiche di lettura che permettono di capire quando nella transizione difensiva si deve accorciare o scivolare all’occorrenza, troppo spesso questi due perdono le distanze dai mediani e si trovano a scappare come se fossero loro i due difensori centrali
    …..SBAGLIATO!!!!!!!!!
    praticamente ora come ora é evidente che i nostri difensori laterali rimangono nella via di mezzo dove l’avversario di turno puntualmente li scavalca con un traversone e si trovano spesso fuori posizione a rincorrere l’errore di posizione, trovandoci sempre 1 contro 1 e spessissimo vengono saltati o scavalcati a seconda del movimento.
    L’anno scorso era DDR a salvare spesso la baracca che scaturiva da questi orrori

    (considerate che con questo sistema tattico di gioco le nostre mezzale se non hanno fatto bene il lavoro preventivo diventano una cosa inutile per ottimizzare la fase difensiva).

    Se poi uno dei due esterni sbaglia l’uscita o perde palla quasi sempre ci fanno gol.
    (ultimamente Kolarov sia in questa stagione che quella precedente ci ha già fatto prendere più di un gol sbagliando l’uscita, è tutto documentato e potere rivederlo quando volete).

    Un’altra esempio, lo potete rivedere nel secondo gol del Sassuolo, paradossalmente la linea difensiva deve essre schierata e brevemente distanziata, guardate bene la posizione di Kolarov che invece di accorciare segue la palla e non vede che Berardi arriva a rimorchio dei due attaccanti che hanno fatto il movimento attaccando la profondita costringendo i nostri due difensori centrali alla marcatura, di chi è l’errore se non suo che non riesce ad accorciare la linea difensiva, praticamente Kolarov non segue il movimento dei suoi compagni di reparto rimane fuori posizione, quindi senza scampo non riesce a chiudere il buco, tenta in ultima battuta di scattare ma oramai la frittata e fatta, Berardi liberissimo come dicevo arriva a rimorchio e calcia inesorabilmente un rigore in movimento.

    Guardate che questi gol lì subivamo anche l’anno scorso e le dinamiche erano simili sempre in ritardo di lettura attratti dalla palla sia dalla parte di Florenzi che da quella di Kolarov, quindi se hai un avversario che schiera 3 attaccanti o uno che schiera due punte con due esterni che hanno gamba e tagliano il campo saremo sempre in difficoltà perché i nostri difensori laterali giocano bloccati e non sanno leggere i movimenti avversari, forse Florenzi lo fa meglio di Kolarov però fisicamente non sa reggere l’impatto nell’1 contro 1.

    La nostra necessità fondamentale e principale è di schierare gente più duttile alla marcatura, in questo caso sia Spinazzola che Zappacosta hanno caratteristiche adeguate per migliorare la nostra fase difensiva in quanto come gamba ed interdizione somigliao più a due mediani piuttosto che due terzini,
    entrambi hanno gamba e fisicita, quindi abituati ad un gioco più elastico fatto di strappi e rincorse a ritroso, recuperi, oltre che avere caratteristiche offensive non trascurabili.

    Mi auguro di non avervi annoiato.

    FORZA ROMA SEMPRE!

    • È sempre un piacere leggerti Spaccia!!
      Concordo su tutto (su Florenzi lo diciamo da anni) ti volevo chiedere tra Zaniolo e Pellegrini come trequartista chi preferisci.
      Un saluto

      • Ciao Asterix, sia chiaro che é solo la mia opinione, Pellegrini é più trequartista di Zaniolo gioca d’istinto ed il suo impiego dietro la prima punta sembra ritagliato a misura in una parola sola è il nuovo “Perrotta” con qualità più alta ha una gamba ed una fisicità importante, penso che se la Roma lo blinda con un contratto da TOP PLAYER fa un eccellente investimento.

        Così altrettanto può dirsi di Zaniolo che in più di Pellegrini è un dominate offensivo, a Zaniolo si può chiedete di giocare in qualsiasi ruolo offensivo anche giocare da prima punta, per il sottoscritto sono due giocatori TOP dove poter costruire un futuro, però la grande sorpresa secondo me sarà un’altro nostro prodotto del vivaio che Fonseca ha preferito far rimanete a Roma, si tratta di Mirco Antonucci che ha importantissime qualità per interpretare il ruolo di seconda punta.
        Vedrai che Fonseca qualche occasione la darà al ragazzo, lui dovrà solo farsi trovare pronto, potrà essere la vera sorpresa della Roma di questa stagione.
        Premessa se da qui a gennaio non ci saranno occasioni per giocare e meglio pensare di mandarlo in prestito altrimenti il rischio è di perderlo prima di averlo trovato.

        Ciao Asterix.

        SEMPRE FORZA ROMA.

    • Condivido tutta la parte sugli esterni difensivi. Florenzi e Kolarov sono tanto incisivi dalla metà campo in su, quanto deficitari nella fase difensiva. Anche nella partita col Genoa che è stata accollata per intero a Juan Jesus, nel primo gol subito è vero che JJ si fa sovrastare in modo goffo, ma sia Kolarov, che Fazio, che Cristante fuori area si perdono tre giocatori che sulla seconda palla si ritrovano tutti e tre soli a centro area.
      Nel terzo gol subito, Kolarov per paura di farsi saltare sulla fascia, lascia 3 metri al giocatore che cross indisturbato mentre Florenzi sembra quasi rinunciare a correre verso l’area, forse perché non ce la fa, forse perché valuta che i due centrali sarebbero bastati per chiudere sui due attaccanti. Invece Fazio stringe sul primo palo, Mancini segue Pinamonti e dietro resta libero Kouame.
      Anche nel secondo gol del Sassuolo succede più o meno lo stesso. Duncan entra in area, Florenzi lo segue, ma ha paura di fare fallo, la palla finisce a centro area dove Fazio fa anche un movimento giusto se Caputo non facesse il velo per Berardi che è solo perché Kolarov è rientrato ma non ha stretto di più verso la porta. Si vede benissimo Berardi che quando inizia l’azione guarda con la coda dell’occhio l’arrivo di Kolarov e si sposta di qualche passo più distante dall’area di intervento del serbo. Kolarov non se lo fila proprio.

  12. Contro Bakasehir giusto 1-2 cambi. Vorrei vedere Spinazzola dal primo minuto e Zaniolo. In questo momento credo sia piu importante far crescere l’intesa tra i titolari che fare turnover. Siamo solo alla 4a partita stagionale. Non possiamo parlare di stanchezza. Forse solo Kolarov dovrebbe essere gestito visto il ruolo dispendioso e l’eta.

  13. se prima de parla’ accendi la capoccia, magari. Il Flaminio è sotto il controllo dei beni culturali a causa di un intervento degli eredi di Nervi, L’architetto che lo ha disegnato.
    Non si può toccare. Nun se po fa.

    Quanto pressapochismo, quanta propaganda inutile.

  14. Come al solito per una partita vinta con un primo tempo giocato bene contro una squadra predestinata alla sconfitta è un secondo tempo come al solito i giocatori della as Roma sono diventati tutti fenomeni e l allenatore un illuminato. Sarebbe auspicabile attendere almeno una decina di partite magari con squadre decenti prima di illudersi di aver confuso la Roma con il Barcellona o il Liverpool . Forse le future delusioni potrebbero essere meno dolorose. Ne riparliamo verso febbraio 2020 per avere percezione del rendimento sulla continuità di alcuni giocatori oggi osannati come fossero Maradona o Pelé .
    Cordialmente a tutti

  15. Mi sembra che ci sia gentaglia che adesso rosica perchè abbiamo vinto domenica! Sono solo dei poveracci frustrati che stanno 12 o più ore al computer a sparare cose insensate contro la Roma. Bene però adesso i tifosi dei nostri colori si sono stufati e pure tanto! Ignoriamo questi quattro (o forse è solo uno?) tamarri e non rispondiamo PIU’! Forza Roma!

Comments are closed.