romanews-roma-gent-thorup-allenatore
Foto Getty

ROMA GENT, L’AVVERSARIA – Contro l’Atalanta la Roma incassa l’ennesimo ko in Serie A e continua ad allontanarsi dal quarto posto. Nonostante la sconfitta arrivano dei segnali positivi, ancora non sufficienti però per uscire dalla crisi. Fonseca sa che la stagione è lunga e che rimboccandosi le maniche niente è impossibile, nemmeno conquistare un posto in Champions. Non c’è tempo per i rimpianti però: giovedì i giallorossi scenderanno nuovamente in campo per affrontare il Gent. Il match, valido per l’andata dei sedicesimi di finale di Europa League, andrà in scena all’Olimpico alle 21.00.

Prossimi impegni

Roma-Gent (andata dei sedicesimi di finale di Europa League, 20 febbraio ore 21.00, Stadio Olimpico)
Gent-Sint Truiden (27° turno di Pro League, 23 febbraio ore 20.00, Ghelamco Arena)
Gent-Roma (ritorno dei sedicesimi di finale di Europa League, 27 febbraio ore 18.55, Ghelamco Arena)
Cercle Brugge-Gent (28° turno di Pro League, 1 marzo ore 20.00, Stadio Jan Breydel)

Come il Gent arriva alla sfida di Europa League contro la Roma

Venerdì 14 febbraio il Gent è sceso in campo al Kehrwegstadion per affrontare il Kas Eupen. Il match è stato ricco di colpi di scena e di gol, soprattutto nel primo tempo: gli azzurri sono passati in vantaggio al 5′ con David, ma i padroni di casa hanno risposto solo due minuti dopo, riportando il risultato in parità grazie a Prevljak. Allo scadere dei primi 45 minuti il risultato era di 2-2: doppietta di David e gol di Milicevic. A regalare la vittoria al Gent è stato Castro-Montes, andato a segno all’83’. Il settimo risultato utile consecutivo conquistato in Pro League permette agli uomini di Thorup di tenersi stretto il secondo posto in classifica, a -9 dal Club Brugge.

Percorso in Europa League

L’avventura del Gent in Europa League ha avuto inizio a luglio, con le partite valide per le qualificazioni. La squadra di Thorup ha conquistato l’accesso alla fase a gironi dopo aver battuto Viitorul, AEK Larnaca e Rijeka. Gli azzurri hanno successivamente affrontato Wofsburg, Saint Étienne e PFK Oleksandrija, ottenendo 3 vittorie e 3 pareggi. Il Gent ha quindi conquistato il primo posto del Gruppo I con 12 punti, uno in più rispetto ai Lupi. In 12 match disputati finora è arrivata solo una sconfitta per gli uomini di Thorup, ovvero il 2-1 incassato ad agosto contro il Viitorul che non ha però messo in discussione la qualificazione già conquistata dopo il 6-3 casalingo.

Punti di forza e debolezze

Al Gent piace attaccare senza paura e si vede. In Belgio vanta il miglior attacco e la terza miglior difesa della Pro League, con 54 gol realizzati e 28 subiti in 26 partite. In Europa League i suoi numeri non sono da meno: 25 reti messe a segno e 15 incassate in 12 gare. Nella competizione europea, come anche in campionato, il rendimento della squadra di Thorup è migliore in casa: alla Ghelamco Arena sono arrivate 5 vittorie, un pareggio e nessuna sconfitta, 18 gol fatti (media di 3 a partita) e 9 subiti. In trasferta invece ha ottenuto una sola vittoria, ben 4 pareggi e una sconfitta, ha realizzato 7 reti e ne ha incassate 6. In totale i clean sheet sono stati soltanto 2. Un’occhiata al cronometro rivela che il Gent tende ad essere molto più pericoloso nell’ultimo quarto d’ora del primo tempo e che è invece solito concedere il primo gol agli avversari intorno al 40′.

Il miglior assist man della squadra belga è Odjidja-Ofoe (3 assist). Il miglior marcatore azzurro in Europa League è invece Depoitre, a quota 4 reti. Segue poi Yaremchuck (3). I due attaccanti sembrano però destinati a rimanere ai box contro la Roma, toccherà quindi ai due ventenni Niangbo e Jonathan David prendere il loro posto. Il primo ha già affrontato la Roma in Europa con la maglia del Wolfsberger, ottenendo due pareggi. Durante la sessione invernale di calciomercato il giocatore si è trasferito in Belgio ed ha già collezionato 2 gol in 4 presenze in Pro League. Puntare sui giovani non è certo una novità per questo Gent: l’età media della rosa supera di poco i 25 anni.

Le scelte di Thorup per Roma-Gent

Il modulo più usato da Thorup in Europa League è il 4-3-1-2. Per la sfida contro la Roma il tecnico danese dovrà fare i conti con una vera e propria emergenza infortuni in attacco. Non potrà affidarsi a Yaremchuk, out fino a metà marzo per una lesione al tendine d’Achille. Le condizioni di Depoitre, alle prese con una lesione al piede, dovranno invece essere monitorate costantemente in vista del match. Giovedì tra i pali ci sarà Kaminski, con Castro-Montes, Plastun, Ngaedu-Ngadjui e Mohammadi a completare il reparto difensivo. Centrocampo a tre con Odjidja-Ofoe, Owusu e Kums. Sulla trequarti, dietro a Niangbo e Jonathan David, ci sarà invece Bezus.

La probabile formazione

GENT (4-3-1-2): 1 Kaminski; 14 Castro-Montes, 32 Plastun, 5 Ngaedu-Ngadjui, 15 Mohammadi; 8 Odjidja-Ofoe, 6 Owusu, 24 Kums; 9 Bezus; 11 Niangbo, 16 J. David.
A disp.: 26 Coosemans, 20 De Busser, 31 Godeau,19 Dejaegere, 17 Cissé, 21 Asare, 23 Lustig, 25 Yem, 22 Marreh, 3 Smith, 10 Chakvetadze, 18 Mbayo, 13 Kvilitaia.
All.: Jess Thorup.

BALLOTTAGGI:-.
INDISPONIBILI: 7 Yaremchuk (lesione al tendine d’Achille).
IN DUBBIO: 29 Depoitre (lesione al piede).
SQUALIFICATI:-.
DIFFIDATI:-.

Martina Cianni

Print Friendly, PDF & Email