Foto Tedeschi

GENOA ROMA CRONACA – Dopo gli ultimi convincenti risultati, grazie alle vittorie contro Fiorentina e Cluj, la Roma trova il quindicesimo risultato utile in campionato contro il Genoa, alle 15 a Marassi, nella sfida valida per la 7° giornata di Serie A. Dzeko è out per coronavirus, e così Mayoral parte dall’inizio per la seconda volta consecutiva dopo la partita contro il Cluj in Europa League. I giallorossi giocano un gran primo tempo, sfiorando la rete in più occasioni. Ma sembra che la palla non voglia entrare in porta, e così dopo molteplici tentativi nulli il gol arriva finalmente negli ultimi secondi di gioco del primo tempo, con Mkhitaryan che di testa mette in rete una palla arrivata dal calcio d’angolo battuto da Veretout. Il secondo tempo comincia con una sbavatura della difesa, precisamente di Smalling, che lascia libero Pjaca che infila in rete il pallone del pareggio. Il Genoa prende coraggio e comincia a rendersi pericoloso soprattutto con l’ex Scamacca. Ma nel momento migliore dei rossoblù arriva ancora Mkhitaryan, su assist di Bruno Peres, a riportare il vantaggio. Cristante poco dopo butta via il pallone del 3-1, cosa che invece non fa di nuovo Mkhitaryan all’85’ che su una pennellata di Pedro mette in rete la prima tripletta in giallorosso e la prima messa a segno nei top 5 campionati europei.

Cronaca testuale
Claudia Belli

Genoa-Roma, il tabellino

GENOA (4-3-2-1): 1 Perin; 14 Biraschi, 55 Masiello (69′ Ghiglione), 13 Bani 4 Criscito; 8 Lerager (80′ Destro), 21 Radovanovic (69′ Pellegrini), 65 Rovella; 16 Zajc (80′ Badelj), 37 Pjaca (61′ Pandev); 9 Scamacca.
A disp.: 32 Paleari, 5 Goldaniga, 11 Behrami, 99 Czyborra, 79 Males, 70 Parigini.
All.: Rolando Maran

INDISPONIBILI: 77 Zappacosta (lesione al retto femorale), 27 Sturaro (lesione al bicipite femorale), 61 Shomurodov (problema ai flessori), 2 C. Zapata (Coronavirus).
DIFFIDATI:-.
SQUALIFICATI:-.

ROMA (3-4-2-1): 13 Pau Lopez; 23 Mancini, 6 Smalling, 3 Ibanez; 2 Karsdorp, 7 Pellegrini (87′ Villar), 17 Veretout, 37 Spinazzola (15′ Bruno Peres); 77 Mkhitaryan, 11 Pedro; 21 Borja Mayoral (61′ Cristante).
A disp: 83 Mirante, 12 Farelli, 20 Fazio, 24 Kumbulla, 5 Jesus, 55 Darboe, 57 Providence, 64 Pogdoreanu.
All. Paulo Fonseca

INDISPONIBILI: Zaniolo (rottura del legamento crociato del sinistro), Pastore (problema all’anca), Calafiori (contagiato da Coronavirus), Diawara (contagiato da Coronavirus), Dzeko (contagiato da Coronavirus), Carles Perez (affaticamento muscolare), Boer (contagiato da Coronavirus), Milanese (sospetto contagiato da Coronavirus)
SQUALIFICATI: –
DIFFIDATI: –

Arbitro: Irrati della sez. di Firenze
Assistenti: Tolfo – Rocca
IV: Serra
VAR: Pairetto
AVAR: Tegoni

Ammonizioni: 5′ Zajc (G), 84′ Maran (G)
Espulsioni: –
Marcatori: 46′, 67′, 85′ Mkhitaryan (R), 50′ Pjaca (G)

Note: Primo tempo, 1 minuto di recupero. Secondo tempo 4 minuti di recupero.

La cronaca

Secondo tempo

94′ – Triplice fischio di Irrati: la Roma porta a casa tre punti grazie alla tripletta di Mkhitaryan.

90′ – Il quarto uomo comunica che ci saranno 4 minuti di recupero.

90′ – Gol del Genoa di Destro. L’attaccante rossoblù però non riesce ad esultare perché l’arbitro chiama il fuorigioco. Male comunque l’uscita di Pau Lopez.

88′ – Ancora brivido per la Roma. Su calcio di punizione del Genoa Destro colpisce il pallone di testa che finisce di qualche metro fuori. Il quarto uomo alla fine alza la bandierina, chiamando il fuorigioco.

87′ – Cambio per la Roma: esce Pellegrini per Villar.

85′ – GOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOL!!!!!!!!!!! Ancora Mkhitaryan, che segna la prima tripletta in maglia giallorossa. L’armeno raccoglie una pennellata di Pedro, un cross da fermo, e mette alle spalle di Perin il 3-1.

84′ – Proteste dalla panchina di Maran: l’allenatore del Genoa viene ammonito da Irrati.

82′ – Brividi per la Roma ancora con Scamacca che corre sulla fascia defilandosi dalla posizione centrale. Il gialloblu la mette in area per Destro che fa partire il tiro a giro. Pau Lopez para.

80 ‘ – Doppio cambio per il Genoa: Lerager lascia il posto a Destro, Zajc a Badelj.

77′ – Scamacca continua ad essere pericoloso. Sugli sviluppi di una punizione il pallone gli arriva addosso e prova il tiro al volo in porta. Pau Lopez è bravo a trattenere la sfera.

72′ – NOOOOOOO! Cristante sbaglia il pallone che avrebbe potuto chiudere la partita. A tu per tu con Perin manda fuori il pallone, per la disperazione dei compagni e di Fonseca.

69′ – Doppio cambio per il Genoa: fuori Masiello, dentro Ghiglione. Radovanovic lascia il posto a Luca Pellegrini, ex di questa gara.

67′ – GOOOOOOOOOOL DELLA ROMA!!!!!! Ancora Mkhitaryan, stavolta servito da Bruno Peres con un no look. Il numero 77 giallorosso la butta dentro senza pensarci. Irrati attende la conferma sulla posizione del brasiliano e poi fa riprendere il gioco.

64′ – NOOOOOO! Di nuovo un’altra azione pericolosa per la Roma vanificata. Bruno Peres si fa trovare pronto e solo all’altezza del vertice sinistro dell’area di rigore e deve solo tirare in porta. Cosa che fa, ma centrando in pieno Perin.

61′ – Cambio per il Genoa: entra Pandev per Pjaca, mentre per la Roma dentro Cristante per Borja Mayoral.

58′ – Scamacca va al tiro, toccando il pallone a metà tra la punta e l’esterno, che finisce di qualche centimetro fuori. Comincia a farsi pericoloso il Genoa.

52′ – Si ferma il gioco dopo uno scontro tra Karsdorp e Criscito. L’olandese ha la peggio e lamenta dolore dietro la schiena.

50′ – GOL DEL GENOA. Pjaca brucia la difesa avversaria e prende il tempo per imbucare alle spalle di Pau Lopez il pallone dell’1-1.

47′ – Nooooo!! Roma vicino al gol con un’incursione di Bruno Peres che brucia il tempo a Biraschi e va al tiro: la conclusione è potente ma centrale e Perin riesce a ribattere il pallone.

46‘ – Non ci sono cambi: inizia il secondo tempo con gli stessi 22 giocatori del primo.

Primo tempo

46′ – Duplice fischio, finisce il primo tempo.

46′ – GOOOOOOOOOOOOOOL!!!!!!!!!!!!!!!!!! Mkhitaryan su colpo di testa mette in rete il calcio d’angolo di Veretout.

45′ – Assegnato un minuto di recupero.

43′ – Che occasione per la Roma! Mkhitaryan mette in movimento Mayoral a tu per tu col portiere ma lo spagnolo non prende bene la mira e il pallone rimane in area.

32′ – Bruno Peres raccoglie il cambio gioco di un compagno dalla fascia destra: il brasiliano si libera della difesa avversaria con qualche dribbling e si trova in una posizione perfetta per il tiro, che però non si rivela fortunato e finisce tra le braccia di Perin.

24′ – Ibanez sale in un’azione offensiva della Roma. Poco fuori l’area di rigore decide di provarci e lascia partire il tiro che però non è potente. Perin para senza problemi.

22′ – Lerager rimane a terra dolorante su un’azione offensiva della sua squadra. Quando vede che è rimasto da solo senza marcatura si alza e prova a sorprendere gli avversari con il tiro, che però è debole e facilmente parabile da Pau Lopez.

19′ – NOOOOOOOOOO! Traversa di Mkhitaryan che fa partire un gran tiro dalla distanza. Perin si allunga quel tanto da far cambiare di qualche metro la traiettoria e salvare la porta.

19′ – Mancini dolorante si tocca l’inguine. Fonseca per precauzione manda a scaldare Kumbulla.

15′ – Spinazzola non ce la fa e chiede il cambio: lascia il campo per Bruno Peres.

14′ – Pellegrini prova il tiro dalla distanza: lascia partire un mancino che sfiora di poco la traversa e finisce fuori.

11‘ – Ancora Mkhitaryan dalla fascia sinistra la mette in area con un bel cross, Masiello anticipa tutti e manda la palla in fallo laterale.

9′ – Veretout raccoglie palla da Spinazzola e corre verso l’area di rigore saltando Bani: il pallone è indirizzato per Mkhitaryan solo in area ma il difensore gialloblù riesce a metterla in calcio d’angolo.

6′ – Pellegrini batte il calcio di punizione: mette al centro dell’area il pallone, che viene deviato da un avversario. I giallorossi protestano per un presunto fallo di mano di Lerager che prima la prende di ginocchio e poi fa sbattere la sfera sul braccio. Per l’arbitro è tutto regolare.

5′ – Piede a martello di Zajc su Karsdorp, che gli provoca una vistosa ferita sullo stinco: ammonizione per il gialloblù.

5′ – Cavalcata di Mkhitaryan sulla fascia sinistra: l’armeno corre verso l’area di rigore e va anche al tiro, che però finisce sulla rete esterna.

4′ – Il giro palla delle due squadre si fa più intenso: Roma e Genoa cominciano a studiarsi per trovare gli spazi in cui far male.

1′ – La Roma batte il calcio d’avvio: comincia la partita.

Pre partita

Ore 14:30 – I giallorossi sono scesi in campo per il riscaldamento.

Ore 14:00 – La Roma pubblica attraverso il proprio account Twitter la formazione ufficiale

Ore 13:57 – La Roma è arrivata allo stadio.

Ore 13:45 – Il Genoa rende nota la formazione ufficiale.

Ore 13:35 – Angelo Mangiante, giornalista di Sky Sport, ha reso ufficiale l’undici con il quale la Roma scenderà in campo.

Ore 13:22 – I giallorossi partono dall’hotel, direzione stadio!

I precedenti

Sono 106 i precedenti complessivi tra Roma e Genoa, con 50 vittorie giallorosse, 24 pareggi e 32 successi genoani; 52 gli incroci in trasferta per la Roma, che ha vinto solo 10 volte a fronte di 17 pareggi e 25 sconfitte. L’ultimo scontro tra le due squadre, il 19 gennaio 2020 a Marassi, ha visto i giallorossi vincere con un netto successo per 1-3. Paulo Fonseca ha incrociato il Genoa solo nelle due gare dello scorso anno con il bilancio di un pareggio e una vittoria 3-3.

Print Friendly, PDF & Email

26 Commenti

    • Aver vinto 1-3 amarezza? Sicuramente voi laziesi state schiattando.Preoccupatevi piuttosto che il vostro presidente non abbia fatto i brogli con i tamponi che rischiate la serie b

    • Bravo Ottusangolo, ben detto. Guarda la classifica, da Sampdoria in giù non ci sarà partita e le vinceremo tutte, da Inter in su le perderemo tutte. Con Napoli, Inter e Verona pareggeremo. Daje, rispettiamo i valori in campo, sempre.

    • Te sei a livello della formellese multinick stai a rosica fai ride sfigatello.Pensa che dopo che prenderete i schiaffi al derby vi sbattono in serie b imbroglioni lestofanti società retta dal giullare di corte lotirchio.Dopo aivoglia a scrivere cretinate qui con nick diversi.Mettici la faccia al posto di stare nascosto col pigiama sbiadito dietro la tastiera dalla mattina alla sera.

  1. vista la formazione del Genova non voglio scusanti…3 punti e basta altrimenti siamo eterni falliti…approfittare del pareggio di lazio e juve e andare al riposo per 15 giorni sereni e di buon umore…Speriamo bene

  2. Una sola squadra in campo.
    Siamo, per ora, terzi in classifica.
    Questo campionato può regalarci enormi soddisfazioni. Spero che spinazzola si riprenda al più presto.
    Forza Magica Roma!!!!!!!!

  3. Vendesi urgentemente centrocampista specialista di partite in surplace stile amatoriale. Caratteristiche : No contrasti, no corsa, no tiri, no gol, no intensità, no grinta, no sorrisi, stipendio altissimo con richiesta di importante rialzo, ottimo procuratore e stampa schieratissima, specialista di punizioni “Ronaldo style”. Astenersi perditempo. Prezzo trattabile libero da clausole ritenute da molti troppo basse ma che rendono invendibile l’oggetto!!

    • Infatti non solo l’ha chiusa 1-3 ma poteva finire con un risultato più ampio ma insomma come dire stiamo andando bene nella giusta direzione.Adesso con la pausa si riprendono gli infortunati e riprendono fiato quelli più impiegati.Forza Roma daje

  4. Se Mkhitaryan gioca cosi’ manco tutte le partite…diciamo anche solo un 80%, vinciamo lo scudetto con 10 punti di distacco. L’Armeno oggi un’iraddidio!

  5. ROMA VITTORIOSA che sbriciola un modesto GENOA ! Con grande soddisfazione vedo le grandi capacita’ di
    Mkhitaryan che avevo annunciato dicendo che chi come SMALLING viene dal MANCHESTER-UNITED, non delude mai !

  6. E anche oggi i P-boys nella “stanzetta buia” a rosicare! Manco un commento dei vari Fabrizio Sbinf e tutti gli altri nick… avanti così con la nuova società, il grande buio di Pallotta sta passando

    • Elcojons ma ancora scrivi qui credo che tu debba preoccuparti seriamente perché se scoprono i brogli sui tamponi la serie b non ve la toglie nessuno.Vai bello ritorna nell’ovile di formello.Forza Roma daje

  7. Come doveva essere 3 punti e buon riposo…A savino savuccio non rispondo..le prestazioni della Roma sportive e i trofei della Società parlano da soli..0 titoli e solo buffi

  8. UNONESSUNOCENTOMILANICKS FORMELLESE SCAPPATO DE CASA FINTO ROMANISTA LAZIALE SMIDOLLATO VATTENE A LAZIONEWS O DA MARIONE NEL PUTRIDO TUGURIO BUIO CE STAI TU….BUFFONE LOTITOBOY VEDOVELLA DE PALLOTTA FOR PRESIDENT PRODUTTORE SERIALE DI BOIATE E FURTAROLO DI NICK ALTRUI.
    ADDIO ‘NVIDIOSSO MISERO FORMELLESE

Comments are closed.