NOTIZIE AS ROMA – “Sono contentissimo di stare qua e di essere entrato dalla porta principale”. Dopo il sorteggio di Montecarlo che ha visto la Roma finire nel girone C con Chelsea, Atletico Madrid e Qarabag, ai microfoni di Sky Sport è intervenuto l’amministratore delegato giallorosso, Umberto Gandini che ha aggiunto: “Il sorteggio è quello che è, sulla carta abbiamo un compito molto gravoso contro Chelsea, Atletico Madrid e la lunga trasferta contro il Qarabag. Sul mercato vedremo, i trasferimenti si fanno in tre e aspettiamo che tutti siano d’accordo. Ieri i procuratori di Schick erano a cena con Sabatini, quindi sul giocatore qualcosa accadrà. Vedremo”.

GANDINI A PREMIUM SPORT

Vi sono capitate delle Capitali toste…
L’importante è esserci, siamo dove meritiamo. Dobbiamo affrontare 6 gare difficili, abbiamo sicuramente un compito molto gravoso perché, a parte la lunga trasferta in Azerbaijan, abbiamo due squadra molto forti che conosciamo bene.

Questa attesa che avvolge la Roma è un peso? 
La cosa più importante è portare la Roma dove merita di essere. No anzi è un momento importante per la crescita collettiva di squadra e società. Abbiamo delle responsabilità sia in campionato che in Champions dove affronteremo dei giganti europei, con due allenatori particolari specie per motivazione. Poi il viaggio in Azerbaijan che sarà scomodo. E’ nostra responsabilità doverci preparare al meglio e a dicembre vedremo dove saremo.

C’è fiducia su Schick o da restare seri e in silenzio? 
Tutte le carte sono sul tavolo. Tutti sanno qual è la situazione. I trasferimenti si fanno in tre.

La difficoltà è quella che la Roma troverà 2 squadre di grande esperienza europea? 
Sicuramente conterà molto l’esperienza. I loro allenatori sono capaci e abili e la loro rosa è ottima. Il Chelsea ha fatto un grande campionato l’anno scorso. Conteranno le nostre forze e la nostra esperienza. Dipenderà da come sarà il calendario. Noi ce la giocheremo.

Print Friendly, PDF & Email