Foto Tedeschi

FONSECA DZEKO ROMA – La vittoria della Roma contro lo Spezia di ieri ha scacciato alcuni fantasmi, tuttavia resta un problema da risolvere, ovvero la questione DzekoFonseca. Ieri il bosniaco è stato escluso dai convocati dal tecnico, ufficialmente per una contusione, ed ha esultato insieme ai compagni al gol-vittoria di Pellegrini. In ogni caso, la società di Trigoria starebbe valutando una cessione. Secondo il sito del Corriere dello Sport, però, l’attaccante numero 9 vorrebbe restare alla Roma. Venerdì è andato in scena un incontro tra l’agente Lucci e Tiago Pinto, il quale avrebbe manifestato di voler trovare una soluzione. Lo strappo tra il bomber e il tecnico c’è, non sembra facile da ricomporre, ma è una situazione che nel calcio capita. Non manca molto alla chiusura del mercato invernale e il club sembra pronto a valutare eventuali situazioni. Tuttavia, Edin vorrebbe continuare a vestire i colori giallorossi per portare la Roma in Champions, anche se dovesse rinunciare alla fascia da capitano, che finirebbe sul braccio di Pellegrini, suo grande amico.

Print Friendly, PDF & Email

22 Commenti

  1. Ragione tutta la vita al mister, sempre e con chiunque. I calciatori vengono dopo società e allenatore, chi non sta a suo posto non gioca, punto. Adesso, Dzeko sta avendo un atteggiamento sbagliato, ha sbagliato questa volta ma visto che ha dimostrato negli anni di tenerci alla Roma e ha dato sempre tutto, facesse un bel respiro, chiedesse scusa e ritornasse ad essere Dzeko, non ci interessa quanto guadagna ma che torni a segnare e spaccarsi la schiena in campo come ha (aveva) sempre fatto. E serva di esempio per gli altri. Questo fa una società, sennò viste le nostre casse, e anche quelle altrui, tutti i giocatori potrebbero seguire questa piega e la cosa non si deve neanche immaginare

    • Concordo con quanto dici.
      Nel merito Dzeko ha stra-ragione a contestare Fonseca, ma nei modi – sempre che siano stati quelli dei quali abbiamo letto sui giornali – ha sbagliato, per cui tocca a lui fare il primo passo.
      Un patrimonio come Dzeko va comunque tutelato, per cui la società farebbe un errore madornale a privarsene per ragioni disciplinari.
      Non ho dubbi che, da capitano qual è, Edin farà ancora una volta il bene della Roma.

    • Caro Fab, apprezzo questa visione della Roma come una famiglia, ma se nella tua famiglia, a tuo figlio gli dai una paghetta di 7,5 milioni all’anno e ti porta una pagella orrenda e per lo più ti manda afareincxxlo, forse due scappellotti ci scappano. Tutto bello ma almeno le basi del quieto e produttivo vivere bisogna averle, altrimenti è anarchia e non funzione quasi mai.

  2. Fonseca deve ascoltare le ragioni di Dzeko, che non ha tutti i torti se non è d’accordo con le manìe del “uscire palla a terra da dietro” anche quando non è possibile, infatti ieri il primo e il secondo gol sono arrivati da lanci lunghi a scavalcare le linee di pressing, qualcosa dovrà pur significare. Dzeko dal canto suo deve scendere in campo agguerrìto sempre, non svogliato come ultimamente solo perchè non gli piace il gioco di Fonseca, in fondo prendi 7,5 milioni netti, un pò di impegno dovresti metterglielo, io guadagno un pò di meno, per usare un eufemismo, ma nel mio lavoro mi impegno e cerco di farlo nel migliore dei modi, quindi basta infantilismi e testardaggini, stringetevi la mano, capìte entrambi dove state sbagliando, non rompete le p…e ma imparate dai vostri errori. Citerò sempre il vecchio detto “Fai quello che hai sempre fatto e otterrai quello che hai sempre ottenuto” se qualcosa non funziona si cambia, è un equazione semplice, non ottieni risultati diversi facendo le stesse cose, you understand Pauletto Fonseca? Ieri ci avete fatto soffrire ma impazzire alla fine, va bene così, ora però correttivi subito, siamo ancora in corsa su due competizioni, correttivi prima che sia tardi

  3. Io non stravedo per Fonseca dal punto di vista tecnico, mi piace invece come persona, sempre dai toni pacati, talvolta anche troppo.
    Ma analizzando le ultime 3 partite incriminate escono dettagli che potrebbero scagionarlo:
    partendo dal derby: partita chiaramente indirizzata da gravi errori individuali (Ibanez, essere umano si, ma evidentemente colpevole) e arbitrali, perché è chiaro che preso il secondo goal, da annullare diventa complicato.
    Coppa Italia: se B. Mayoral la butta dentro da solo davanti al portiere, si chiude al 90 e si passa il turno.
    Roma Spezia: Pau colpevole sul primo goal, Perri calcia fuori a porta vuota, smalling liscia al 90, poi fortunatamente segneremo il quarto.
    Se tutti avessero fatto il loro staremmo parlando di altro.
    Chiaramente poi si può discutere dell’atteggiamento che forse deve inculcare proprio lui allenatore, però sappiamo bene che non è Klopp.
    Poi si può discutere

  4. Adesso vi accorgerete che Džeko sta sul viale del tramonto. Magari siete gli stessi che l’avete esaltato quando ha firmato il rinnovo a 7 e mezzo l’anno (ma guarda un po’). Gran giocatore, lo è tuttora e spero possa ricucirsi il rapporto per il bene della Roma, ma ci credo poco. Dico pure che però quando arrivano offerte serie per un giocatore non più giovane andrebbero accettate subito.

    • Adesso ci serve fino a giugno e stop con le caxxate.Tornerà utile al bisogno.Lo so che i gufi sperano che ci siano casi in tutte le squadre litigano.L’anno dello scudetto litigavano ogni giorno perciò fa parte del gioco.Forse vedremo andar via qualche sorcio che fa uscire notizie artefatte.Purtroppo da quando alcuni lestofanti non scroccano più non fanno altro che denigrare a prescindere e poi ci sono i pecoroni che seguono.Forza Roma daje

  5. Dzeko non si discute, mandarlo via ora sarebbe un suicidio, anche perchè trovare un sostituto all’altezza sarebbe praticamente impossibile, così come sarebbe imperdonabile rinforzare una potenziale diretta concorrente.
    A mio giudizio Fonseca e Dzeko hanno entrambi commesso errori, la Proprietà organizzasse, se necessario, un incontro pacificatore, un chiarimento per il bene della Roma e della Tifoseria.
    Forza Roma

  6. Finalmente commenti equilibrati sul forum. Senza prendere le parti di uno o dell’altro, quello che conta è la Roma. Ragione come torto lo anno entrambi, quindi da uomini, ci si parla e si trova la soluzione per proseguire. Chi conta è la Roma, non il singolo e sempre Forza Roma!

  7. Anche io concordo con le analisi fatte, finalmente vedo altri romanisti, quasi sempre non se ne può più mi sembra di stare in un forum contro la Roma, non qui per fortuna. Forza Roma saluti a tutti i giallorossi sani.

    • Caro Spiffo, ma c’è qualcuno “sano” qui in mezzo? La Roma era e resterà sempre per noi una bellissima inguaribile malattia. Sarò strano, ma io più la discuto e più la amo. Un abbraccio a tutti.

  8. Ma è possibile che nessuno capisce che la difesa ioca con la paura perchè dietro Pau Lopez non da garanzie?
    Serve un portiere con urgenza, ci sono Meret, Silvestri, Gollini, Cragno,Perin Sirigu,tutti più forti di Lopez.

  9. Oggi i laziesi infiltrati non erano presenti…. la situazione è meno complicata di quanto possa sembrare, Fonseca non è Klopp e Dzeko non è Ibra. Se non fosse così non sarebbero a Roma ma in società più importanti e soprattutto più ricche. La Roma oggi è questa e lottare per arrivare tra le prime 4 è il massimo obiettivo possibile. Noi amavamo la Roma anche quando arrivava decima e schierava Annoni, Cufrè, Bonacina….. FORZA ROMA!!!!

  10. Avèrceli quei tre (Annoni, Cufrè, Bonacina). Corsa, grinta e cuore oltre l’ostacolo. Se penso al derby di otto gg fa, rimpiango pure Dellas e Piacentini. Quei saltelli sbiaditi davanti alla panchina, negli ultimi tre minuti . . . No, loro non li avrebbero tollerati.

Comments are closed.