Foto Tedeschi

ROMA INTER INTERVISTA FONSECA – Tutte le dichiarazioni del tecnico giallorosso Paulo Fonseca in occasione di Roma-Inter, match valido per la 17° giornata di Serie A

Paulo Fonseca a Dazn

Si può essere grandi anche recuperando come avete fatto voi?
Difficile per me commentare questa partita. Abbiamo fatto un bel primo tempo, quando l’Inter ha fatto il secondo gol siamo tornati a giocare vicino l’area dell’Inter. Abbiamo avuto 15-20 minuti però nel secondo tempo che sono stati fatali. Abbiamo finito la partita come avevamo iniziato.

Il cambio di Cristante pensa potesse farsi un po’ prima?
E’ entrato bene, è stato decisivo. Il primo momento di pressione per noi è importante avere Veretout, ma Bryan è entrato molto bene.

Nel primo tempo avete fatto bene, poi per 15-20 minuti…
L’Inter ha abbassato Brozovic e Vidal nel secondo tempo e abbiamo perso la capacità di pressare. E la squadra ha perso aggressività in quel momento. E’ difficile incontrare una squadra come l’Inter quando non abbiamo modo di pressare.ù

Andrete a cercare sul mercato un giocatore come Bakayoko?
Non abbiamo come obiettivo un mediano, abbiamo molte scelte come Villar, Veretout, Diawara e Pellegrini, non compreremo un mediano.

Contro le big sente che la Roma ha fatto un passo avanti e aumenta la consapevolezza della Roma?
Dobbiamo giocare in tutti i momenti della partita, e se vogliamo lottare contro squadre come l’Inter dobbiamo mantenere l’aggressività e l’identità che conosciamo.

Vi dà una carica in più questa partita in vista del derby?
Una partita che dobbiamo preparare. Sarà difficile. La Lazio è una grande squadra, dobbiamo pensare a quello che dobbiamo migliorare e quello che dobbiamo mantenere in tutta la partita per fare una buona partita contro la Lazio.

Fonseca a Roma Tv

Che gara è stata?
Abbiamo fatto un bel primo tempo, abbiamo dominato e avuto sempre la palla, abbiamo creato occasioni. La differenza è stata nei primi 15 del secondo tempo. Abbiamo smesso di essere aggressivi e compatti e contro l’Inter è difficile. Quando abbiamo preso il secondo gol siamo tornati quelli del primo tempo, abbiamo giocato vicino l’area dell’Inter e abbiamo fatto il secondo gol che abbiamo meritato.

Risultato uguale a quello dell’anno scorso, ma oggi la Roma ne esce con più consapevolezza…
Sì, siamo più forti in questo momento, ma non possiamo dimenticare che abbiamo affrontato una grande squadra, che vuole lottare per il titolo. Dobbiamo capire che la squadra ha capacità, come mostrato oggi. Dobbiamo avere questa capacità per 90 minuti, non solo in 45. Avere questi momenti contro queste squadre può essere difficile. Vogliamo lavorare per avere continuità ed equilibrio sempre durante la partita.

Come si può intervenire per far capire alla squadra che deve sempre essere in partita?
Abbiamo avuto una cosa che è stata importante e non abbiamo capito: l’Inter ha abbassato la fase di costruzione nel secondo tempo, con Vidal e Brozovic. Così non possiamo pressare sempre. Quando entrano nella nostra area dobbiamo essere una squadra corta e aggressiva e abbiamo perso posizioni e smesso di essere aggressivi. Dobbiamo far capire ai giocatori cosa è successo.

Ottimo primo tempo, nel secondo andiamo in svantaggio in pochi minuti ma non usciamo dalla partita: la squadra ha raggiunto lo step successivo per la mentalità?
Sì, la squadra ha dimostrato grande carattere. Nel secondo tempo ha avuto un coraggio impressionante. Dobbiamo capire che quando giochiamo contro questo tipo di squadra non possiamo pensare a difendere. Il miglior modo di difendere è avere la palla e quando non la hai devi essere corto. La squadra ha fatto gol e ha pensato a difendere il risultato e io non voglio. Dobbiamo avere la palla e avere coraggio. Se vogliamo vincere contro queste squadre deve essere così.

Le è piaciuta l’ultima punizione? Si poteva sfruttare meglio?
Sì, è vero. Possiamo fare meglio in questi momenti.

Fonseca a Sky Sport

Sulla partita…
Abbiamo visto una grande partita tra due grandi squadre, che vogliono giocare. Per me è stata una sofferenza. Abbiamo fatto un gol, poi l’Inter ha rimontato. Il risultato è giusto.

E’ mancato qualcosa nel secondo tempo per vincere?
Abbiamo fatto un primo tempo positivo con il possesso. Non dobbiamo dimenticare che davanti c’era una grande squadra. Siamo stati poco aggressivi nei primi quindici minuti del secondo tempo. Dopo il raddoppio dell’Inter siamo tornati aggressivi. Difficile capire quei quindici minuti, ma merito all’Inter che ha saputo reagire.

Ha temuto un secondo tempo “da bambini”?
No, l’Inter ha abbassato i mediani per cominciare la costruzione e non siamo stati aggressivi. Ci siamo abbassati, ma non ho pensato a quella possibilità.

La Roma non ha ancora vinto uno scontro diretto con le grandi. La preoccupa questo?
No. È importante vincere, poi che sia con le grandi o con altre non importa. Con Napoli e Atalanta partite negative, ma oggi abbiamo dimostrato di poter lottare con chiunque.

Che rinforzo vorrebbe dal mercato?
Non ne voglio parlare, stiamo lavorando per trovare la migliore soluzione che possa aiutare la squadra. Vedremo se sarà possibile o no.

Bene i cambi di Peres e Cristante.
Sono stati importanti e sono entrati bene. Cristante è stato decisivo, è importante che quando i giocatore entrano possano aiutare la squadra.

Fonseca in conferenza stampa

Dopo quanto fatto oggi, la Roma a cosa deve ambire?
Mi dice è che quello ho sentito in altre grandi partite contro altre grandi squadre. Possiamo giocare così con tutti. Penso che dobbiamo migliorare certi aspetti della partita. E’ importante pensare solo alla Lazio e sarà difficile. Non abbiamo bisogno di pensare ad altro”.

La continuità di prestazione?
Ci manca. La squadra ha dimostrato capacità per fare un gioco più equilibrato. E’ vero che abbiamo giocato contro l’Inter che ha grandi calciatori, ma possiamo fare meglio. Possiamo avere continuità in tutta la partita, ci sono stati quindici minuti fatali per noi. Dopo la squadra è tornata a essere la stessa. Abbiamo pensato che fosse importante difendere, ma non è così. Il modo migliore per difendere è avere la palla, non abbassandoci come fatto a inizio ripresa. Anche dopo il secondo gol loro abbiamo dimostrato ambizione e coraggio.

Come valuta Villar?
Ha fatto una buona partita. E’ in buon momento ma deve pensare solo a migliorare. Mi piace il coraggio di un ragazzo arrivato dalla serie b spagnola che vuole far giocare la squadra.

Print Friendly, PDF & Email
Claudia Belli
"Non c’è un altro posto del mondo dove l’uomo è più felice che in uno stadio di calcio". Datemi, poi, anche carta e penna per poterlo raccontare e allora sì che sarà tutto perfetto. Laureata in Mediazione Linguistica e Interculturale a La Sapienza, mi piace viaggiare per il mondo parlando più lingue possibili. Per il momento ne conosco 4: italiano, inglese, spagnolo e portoghese (anche la variante brasiliana), ma spero di poter ampliare il mio bagaglio linguistico al più presto possibile.

21 Commenti

  1. Lo ha fatto di nuovo, come con l’atalanta. E menomale che oggi hanno smesso di spingere sennò finiva uguale. Non fa mai un cambio al momento giusto, si vedeva chiaramente che il loro primo gol era solo questione di tempo. Allenatore con enormi limiti. Peccato, per me la Roma ha i calciatori più forti in serie a.

    • scusa, ma se si gira verso la panca e c’è un deserto di desolazione, chi doveva far entrare? per una volta s’è persino deciso a far entrare Mayoral per uno Dzeko fastidioso, Spina era al rientro, sostituito, Veretout ha fatta la palla rubata dell’1-0 e poi ha deciso che bastava così, sostituto. non la capisco la tua critica

      • Cristante era da inserire molto prima per riequilibrare il centrocampo, quando si vedeva appunto che il loro gol era solo una questione di tempo…

      • Non sono d’accordo. Se guardi le partite con squadre di pari livello della Roma, accade sempre la stessa cosa : morto Veretout (metaforicamente parlando) la Roma non gioca più e il centrocampo passa nelle mani avversarie. Non può essere un caso. Perciò direi proprio che alla Roma SERVE un altro mediano che non può essere Cristante per ovvie caratteristiche tecniche.
        P.s. e aggiungo che, con l’arrivo dei campi pesanti (leggasi inverno) le forze di Vertetout sono destinate inevitabilmente a calare, quindi assisteremo sempre più frequentemente a situazioni di grande sofferenza non appena lui avrà finito l’energia.
        P.p.s. Forza Roma SEMPRE

      • fibian, secondo me se avessero almeno fischiato 1 o 2 dei falli a metà campo su Edin, la squadra avrebbe respirato e non sarebbe andata in difficoltà. Veretout era fuori gara, su questo sono d’accordo, ma il resto… chi devi mettere?

      • tanijan, se vendono sia Diawara che Cristante mica mi straccio le vesti. e si riparla di Torreira ai viola.. a me il mancato scambio è rimasto sullo stomaco

  2. Minkia che palle! La Roma gioca bene, è terza, ha pareggiato con l’Inter una partita della quale aveva perso l’inerzia e tutti a rompere le p…e. Abbiamo avuto 15 minuti di Black-out, come l’Inter e come capita a tutti. Guardate che ci sono anche gli altri in campo. Non è che si possono dominare le partite per 90′!

    • Condivido in pieno …… l’inter a ragion di logica è partita per vincere il campionato … e se la partita dura 10 minuti in più si vince ,,,i minuti di black-out , esistono ,,, tutto è migliorabile , ma io oggi vedo il bicchiere mezzo pieno … peccato per la partita di Edin ,,, ma ci stà ,,,,
      Forza Roma

    • Inerzia: condizione, temporanea o abituale, d’immobilità o inattività ( esser condannato all’i. dalla malattia ) o di sconcertante abbandono fisico o spirituale.
      Ok, questo l’ ho capito, ma “perdere l’ inerzia di una partita” cosa diavolo vuol dire???

  3. Un mediano vero serve come il pane, ma purtroppo Fonseca e’ questo non vede nel suo calcio un giocatore cosi’, oggi deludenti solita partita duriamo un tempo e poi si sparisce dal campo, Fonseca sempre lento nelle scelte deve capire che bisogna soffrire in maniera piu’ organizzata,con le grandi e’ forse brutto da dire ma questo allenatore e di conseguenza questa squadra fatichera’ moltissimo perche’ hanno armi anche loro e noi lasciamo fare se siamo fortunati come oggi un punticino lo prendiamo se no ci asfaltano come contro Atalanta e Napoli, peccato perche’ se capisce questo il campionato e’ veramente aperto anche a noi

  4. Io dico che se pareggi con le grandi, e tra queste non ci metto la Laziosa, e vinci con le altre finisci moooolto in alto. Fonseca ha detto che non cercano un mediano ma non perchè non lo vuole lui, solo perchè abbiamo abbondanza, dovresti venderne almeno uno prima, non è un ruolo scoperto o a rischio. In ogni caso non dimentichiamo che ci mancano almeno tre punti, uno a causa dei piagnoni del Verona che sono andati dal Giudice Sportivo con motivazioni che rasentano il ridicolo, e due punti col Sassuolo con fallo di mano netto non fischiato e vai a sapere il perchè, sul campo abbiamo guadagnato di più, nonostante le due prestazioni ignobili che tutti conosciamo

  5. @Tanjian: se trovano l’offerta giusta e vendono sia Cristante che Diawara per me va benissimo, figurati. io rimpiango il mancato scambio con Torreira, se ricordi. anzi, proprio oggi ho letto che i viola sono vicini a prenderlo, e ho rosicato

  6. Quanto .pessimismo sento in giro. Io ho visto una bella squadra, che sa giocare e segna. L’ho vista bene in tutti i reparti: però per mezza partita. Come dice Fonseca, quando lo faremo per 90 minuti (anche 60 – 70) saremo grandi.
    Mi piace il cambio tattico con l’ingresso di Cristante e il passaggio al 4-2-3-1 con Cristante che sale sulla trequarti e Mancini avanzato a centrocampo (e non per niente ha segnato): poteva farlo prima, avrebbe sicuramente spiazzato l’Inter. E’ proprio vero che Fonseca ritarda i cambi: appena ha capito dell’arretramento di Vidal e Brozo, doveva rispondere con Cristante.
    Qualche errore ancora qua e là ma bella prova della difesa contro uno dei migliori attacanti in giro: lo scontro Smalling Lukaku è stato epico, hanno giocato entrambi molto bene.
    Insomma, forza Roma.

  7. Ma che partita ha visto “Zorro de noantri”?
    Siamo stati “piegati fisicamente” a centrocampo, per un’ora e cambi in ritardo e non ci sono centrocampisti mediani di livello a parte Veretout che non ha i centimetri giusti.
    Non si vincera’ mai nulla in Italia giocando così, troppo presuntuoso.

  8. Dezko è irritante con lui giochi in 10 sempre.
    Cristante doveva entrare dopo 5 minuti in cui si vedeva che ti stavano devastando a centrocampo.
    Fonseca è troppo lento nel leggere le partite .
    Buon punto ma con un centravanti diverso e maggior copertura a centrocampo oggi si poteva dare una grande segnale a tutti.

    Villar è fenomenale..
    Lopez miracoloso.

Comments are closed.