Foto Tedeschi

ROMA JUVE CONFERENZA FONSECA – Domani alle 20.45 all’Olimpico la Roma affronterà la Juventus, nella sfida valida per la seconda giornata di Serie A. Come di consueto, alle 13.30 Fonseca interviene in conferenza stampa a Trigoria, per rispondere alle domande dei giornalisti alla vigilia del match.

La conferenza stampa di Fonseca

Sky Sport: Roma-Juventus è la partita che Dzeko poteva giocare con la maglia bianconera, poi la cessione è saltata in extremis. In questi giorni ha parlato con Edin? Lo vede motivato al 100% a iniziare questa nuova stagione?
“Sì, io ho parlato con Dzeko diverse volte: è molto motivato. Si è allenato molto bene in questi giorni e giocherà domani”.

Rimanendo sulla partita e sui nuovi acquisti: Kumbulla è rimasto in panchina contro il Verona, domani sarà pronto per giocare dall’inizio? Sarà ancora difesa a tre?
“So che molte domande saranno sulla squadra di domani. Se non succederà nulla fino all’ora della partita la formazione sarà: Mirante, Santon, Mancini, Ibanez, Kumbulla, Spinazzola, Veretout, Pellegrini, Mkhitaryan, Pedro e Dzeko”.

Gazzetta dello Sport: durante i 90 minuti lei ha chiesto a Dzeko di entrare e si è rifiutato?
“No, non è vero”.

Ansa: come valuta le prestazioni di Mkhitaryan da falso nove? Può essere una soluzione per il futuro?
“Mi è piaciuto Mkhitaryan come nove, ma quando hai un attaccante come Dzeko non ha senso pensare a usare Mkhi come attaccante. Poi se abbiamo bisogno vediamo, ma il nostro attaccante è Dzeko”.

Corsera: lei spesso ha parlato di ‘anno zero’ lo scorso anno. Quest’anno a che punto è la squadra?
“Stiamo meglio. Penso che se possiamo fare un paragone tra quello che è stata la prima partita di quando sono arrivato e la partita contro l’Hellas è chiaro che la squadra sta meglio. Questo per me è quello che è importante vedere”.

Quanti giocatori si aspetta dal mercato?
“Non voglio parlare di mercato, sono totalmente concentrato sulla partita di domani”

Il Romanista: Cosa è cambiato dalla situazione Smalling? Lei prima era molto ottimista, ora a che punto è la trattativa?
“A 24 ore da una partita importante sono solo focalizzato sulla partita. E’ una partita difficile, importante: abbiamo lavorato molto su questa partita, ho fiducia sui giocatori che giocheranno domani e dobbiamo solo pensare alla partita con la Juventus”.

Repubblica: ha parlato con Friedkin? Quali sono gli obiettivi per questa stagione?
“Dal primo giorno in cui ssono arrivati qui parlo tutti i giorni con loro, siamo tutti insieme a lavorare per fare una squadra più forte. L’obiettivo è fare meglio rispetto alla scorsa stagione”.

Trs: in che condizione fisica sono Peres e Karsdorp?
“Bruno ha iniziato a lavorare con noi questa settimana, non è pronto per giocare dall’inizio questa partita. Karsdorp ha fatto individuale ieri, ma non è pronto”.

Css: nei primi minuti di Juventus-Sampdoria, la squadra di Ranieri è stata molto aggressiva, pronta a prendere alta la squadra avversaria. La Roma giocherà in questo modo?
“Noi non vogliamo modificare la nostra identità perché giochiamo con la Juve. Vogliamo essere una squadra che pressa molto e alto, ma equilibrata. La Juve è molto forte, ma dobbiamo essere equilibrati. Quando ci sarà la possibilità di pressare alto si farà, se usciranno bene dovremo essere compatti”.

Roma Radio: Cosa cambia con Pellegrini e Veretout in mediana?
“Con Pellegrini possiamo uscire più velocemente per l’attacco. Abbiamo un uomo in più vicino agli altri tre attaccanti”.

Roma Tv: Che Juventus si aspetta domani? Ha già visto delle differenze rispetto all’anno scorso?
“Sì, la Juventus ha un nuovo allenatore. Un allenatore giovane, che avrà un grande futuro sicuramente. Ho visto la loro partita, sono una squadra più dinamica, con movimenti diversi. La Juventus pressa molto, principalmente sulle fasce, è una squadra molto dinamica”.

FINE

Print Friendly, PDF & Email

4 Commenti

Comments are closed.