SENTI-CHI-PARLA-3.jpg-radio

SENTI CHI PARLA – La rubrica di Romanews.eu “Senti chi parla… alle radio” è lo spazio quotidiano in cui potete leggere i commenti sul mondo Roma di speaker e opinionisti protagonisti dell’etere romano raccolti dalla nostra Redazione.

Gianluca Lengua a Radio Radio Pomeriggio: “Fonseca ha espresso tutto il suo disappunto per la sfida del giovedì e ha mandato anche dei messaggi chiari verso chi lo ha deluso. L’ho visto preoccupato per la Spal, perché la considera una squadra con una fase difensiva interessante. Da registrare una frecciata chiara a Under, che deve migliorare. Dall’espressione mi è sembrato un allenatore davvero seccato per l’atteggiamento della squadra in coppa“.

Stefano Carina a Radio Radio Pomeriggio: “Quello che Fonseca doveva dire lo ha detto. Under, Fazio, Florenzi e Spinazzola hanno deluso. Forse anche una mezza frecciatina a Mkhitaryan. L’unico dubbio sarà chi sostituirà Kluivert“.

Stefano Agresti a Radio Radio Pomeriggio: “Mi piace molto Petagna. Non è un grandissimo bomber ma potrebbe essere una operazione con un senso tecnico, proprio perché ha un po’ le caratteristiche di Dzeko. Gioca molto per la squadra e fa segnare, come sta facendo il bosniaco quest’anno“.

Francesco Balzani a Centro Suono Sport: “La Spal è una squadra destinata alla Serie B, la Roma deve vincere e basta. Spesso la Roma ha una naturalezza nel sottovalutare l’avversario, ma devi avere la sana arroganza per dimostrarlo. Non capisco perchè la Roma che non ha vinto niente negli ultimi 10 anni perchè deve entrare in campo rilassata. Bisogna cambiare alcuni giocatori come Under e Florenzi, serve un ricambio di mentalità. Non temo la Spal, ma tra 3/4 partite la Roma ricadrà perchè è la sua mentalità che passa la società”.

Antonio Felici a Centro Suono Sport: “I fatti negli ultimi giorni hanno dimostrato che la difesa della Roma senza Smalling è tutta un’altra cosa. E’ tornata una difesa colabrodo che prende due gol contro una squadra come il Wolfsberger. Petagna non è un campione, ma protegge bene palla e fa salire i compagni, un filino di preoccupazione è giusto averla, soprattutto se il centrocampo non aiuta la difesa. Non è una partita semplice e Fonseca l’ha capito perfettamente. L’atteggiamento deve essere quello giuso in tutte le partite”.

Stefano Petrucci a Tele Radio Stereo: “Ogni volta che vedo Mirante penso che non ha avuto la carriera che meritava, giocherebbe in tantissime squadre di Serie A. Ha un rendimento pazzesco, poteva giocare anche alla Juventus. E’ un giocatore completo”.

Alessandro Austini a Tele Radio Stereo: “La squadra dimostra di soffrire delle assenze e di avere un calo di concentrazione quindi la sfida di domani è pericolosa. La Roma deve dimostrare di aver imparato la lezione. Fonseca ha parlato con i giocatori, questo sarà un test sull’affidabilità. Questa volta non può essere sottovalutato l’avversario, è una partita difficile. La Spal si è preparata tutta la settimana a questa partita, delle qualità le ha. Tu hai delle defezioni importantissime, ti manca la coppia dei difensori centrali. E’ difficile immaginare che ci sia Smalling, tanti scenderanno in campo per la terza volta in 10 giorni. Fonseca fa delle scelte precise e le porta avanti, oggi possiamo indicare un gruppo di giocatori che stanno davanti a tutti gli altri. Florenzi non avrà molto spazio e un giocatore come lui se non gioca diventa da mercato. Non so se ci sia la fila per prenderlo, ma una sua uscita può rimescolare le carte. Credo che Under possa avere mercato all’estero. Mirante è stato sempre un buon portiere, spesso è mancato nella storia della Roma un portiere così”.

Marione a Centro Suono Sport: “Petagna meglio di Kalinic? Certo, almeno è vivo. Quando mi dite che Spinazzola è fortissimo mi sento male, si dovrebbe infortunare di meno nel suo ruolo e avere un ordine tattico importante: appena esce fuori dal suo binario butta la palla. Mi dispiace per Fazio, ma senza Smalling c’è il terrore là dietro. Castagne? Non lo prenderei”.

Franco Melli a Radio Radio Mattino: “Mi aspetto un gennaio di ordinaria amministrazione, qualcuno andrà via. La Fiorentina è in vantaggio per Florenzi, mentre Under è di difficile collocazione. Si parla molto di Calhanoglu, ma è da vedere se il Milan sarà disposto a cederlo”.

Furio Focolari a Radio Radio Mattino: “Che ci deve fare la Roma con Calhanoglu? Un eventuale sostituto di Dzeko sarebbe importante. Si è parlato di Petagna, ma è uno che all’occorrenza può giocare al posto di Dzeko, niente di più. La Roma sta facendo il suo: è al quarto posto insieme al Cagliari, non è fuori dalla Champions”.

Ilario Di Giovambattista a Radio Radio Mattino: “Totalmente deluso da Under e Kalinic che pensa di essere un po’ in vacanza. Le possibilità di arrivo di Calhanoglu zero, alla Roma non interessa. Under è uno dei più deludenti e so anche perchè, ha preso una via non da atleta, ha le qualità ma si sa dove va e cosa fa. La Roma deve iniziare a cambiare passo. Florenzi o Riccardi al Cagliari per avere Nandez che interessa molto alla Roma”.

Roberto Pruzzo a Radio Radio Mattino: “Qualcuno potrebbe andare via, ma non so dove e come. Se a gennaio ci saranno delle opportunità la Roma sarà pronta ad approfittarne. Abbiamo capito chi non rientra nei piani di Fonseca. Nel ruolo di terzino destro ci sono Spinazzola e Santon. A sinistra c’è una garanzia come Kolarov. A Firenze si stanno guardando intorno, cercano un attaccante… A gennaio non mi aspetto un bel niente, a meno che non ci sia qualche scambio con prestito. Se vuoi andare a prendere una punta al posto di Dzeko se la trovi ti dico bravo. Di terzini ne ha, Fonseca sta recuperando molti giocatori che sembravano andati, come Diawara. Quindi non vedo necessità di rivoluzione”.

Nando Orsi a Radio Radio Mattino: “Kalinic non si è mai visto, erano anni che segnava poco quindi era quasi un fallimento annunciato. Florenzi non piace a Fonseca, Jesus ha giocato pochissimo. Non sarebbero tagli clamorosi, non riflettono la sua idea di calcio. Under non riesce mai a venire fuori, un po’ anche per gli infortuni”.

Sandro Sabatini a Radio Radio Mattino: “Mi sembra rivoluzionario Fonseca perchè è un allenatore che dice toglietemi questi quattro e io ve ne indico altri da mettere al loro posto. Come iniziativa non mi sembra male. Puoi vendere e comprare prestando ed è una cosa che ci può stare. Un acquirente per Under in prestito lo trovi”.

Print Friendly, PDF & Email

4 Commenti

  1. Semplifichiamo: la Roma col Wolfsberger ha fatto pena, certo, ma non ė che nelle esibizioni precedenti abbia dato spettacolo (con inter, per dire mezzo tiro in porta in 90°. Si, con Smalling Fonseca ha sistemato in parte, la difesa, ma francamente la squadra non fa gioco offensivo, crea pochissimo e gli attaccanti segnano col contagocce. Su allenatore per ora sospendo giudizio, i giocatori francamente mi sembrano mediocri: salvo Pau Lopez, Smalling e Zaniolo (specie per impegno). La Roma ha quinto attacco e quarta difesa in serie A, sei 4/5/6 in classifica: quella ė la tua posizione.

    • Finora l’andamento è quello che tu, numeri alla mano, evidenzi correttamente.
      Io ho visto sinora una squadra in costruzione, che a tratti fa immaginare un futuro di grande calcio, ma offre anche prestazioni inguardabili, come con il Wolsberger.
      Speriamo che l’asticella si sposti gradualmente verso l’alto.
      Sempre Forza Roma

  2. Indubbio come premessa :sempre forza Roma. Ma come analisi di vincent Vega e` una squadra da quarto ,sesto posto in giu`.
    Fonseca sbaglia a prendere come terzino e a non volere: Florenzi ,rovinato anche dalla societa e dagli allenatori precedenti . Terzino per coprire un buco e non per ruolo suo.
    Santon e Spinazzola non possono essere paragonati a florenzi. quello che manca e` l’entusiasmo di giocare , sara` una impressione ma non si vede allegria di gruppo ,tutto e` forzato.

Comments are closed.