romanews-roma-borussia-monchengladbach-esultanza-giocatori.hofmann-bennetts
Foto Getty

EUROPA LEAGUE BORUSSIA MONCHENGLADBACH ROMA – L’urna di Nyon non è stata benevola con la Roma stavolta. Tra le tante squadre della seconda fascia che i giallorossi potevano pescare come avversarie nel girone di Europa League, è capitata proprio una delle più ostiche: il Borussia Mönchengladbach. I tedeschi hanno cambiato diverse cose in estate, ma restano una compagine davvero molto temibile. Cerchiamo allora di capire cosa i ragazzi di Fonseca si troveranno di fronte prossimamente, quando dovranno sfidare i bianconeroverdi di Germania.

L’AVVERSARIO – Il Borussia Mönchengladbach è sicuramente un club molto prestigioso dal punto di vista storico. I tedeschi possono vantare nel proprio palmares ben 5 titoli nazionali, vinti tutti negli anni ’70, il loro “periodo d’oro”. Oltre a 3 coppe di Germania, due Coppe Uefa e una Coppa di seconda divisione. Anche se un trofeo importante manca ormai da 25 anni nella loro bacheca. Lo stadio è lo splendido Borussia Park, la cui capienza sfiora le 55 mila unità. I colori sociali sono invece il bianco, il nero e il verde. Ma va detto che quest’ultimo non è presente nell’attuale stemma del club e comparve sulle divise da gioco solo a partire dagli anni ’70. Infine, un’incredibile curiosità storica unisce i giallorossi e i tedeschi: infatti, anche il Borussia ha perso una finale di Coppa dei Campioni contro il Liverpool allo Stadio Olimpico di Roma. Era il 25 maggio del 1977, sette anni prima dell’amara sconfitta ai rigori della formazione romanista allenata da Nils Liedholm.

I PRECEDENTI – La Roma e il Borussia Mönchengladbach si sono affrontate soltanto due volte nel corso della loro storia. La prima occasione ci fu il 17 maggio 1972, quando allo Stadio Olimpico si disputò un’amichevole di fine anno, persa dai giallorossi di Herrera 3-0. La seconda fu sempre un’amichevole, ma si tenne il 9 febbraio 1997, all’interno di un triangolare che coinvolgeva anche l’Ajax. Sì, era proprio l’evento che permise al giovane Francesco Totti di mettersi in mostra davanti al presidente Franco Sensi, che decise così di trattenerlo nella Capitale, nonostante l’ostilità del tecnico Carlos Bianchi. La Roma vinse la partita contro il Borussia per 3-0, grazie anche ad una rete del ragazzo di Porta Metronia.

ALCUNE ANNOTAZIONI TATTICHE – L’anno scorso il Borussia Mönchengladbach guidato da Dieter Hecking ha disputato davvero un’ottima Bundesliga. Lottando a lungo per le posizioni di vertice e finendo scavalcato nella corsa al quarto posto dal Bayer Leverkusen solo nelle ultime giornate di campionato. Nonostante un cammino così brillante, la società tedesca ha comunque deciso di esonerare il proprio allenatore, sostituendolo con Marco Rose, tecnico tedesco affermatosi in Austria sulla panchina del Salisburgo. Il nuovo mister ha delle idee totalmente diverse dal suo predecessore. Mentre Hecking preferiva giocare con un 4-4-2 molto corto, con le due linee di difesa e centrocampo parecchio vicine tra loro, Rose è più affine alla filosofia di gioco del Gegenpressing. Non a caso è stato allievo di Jurgen Klopp per diversi anni al Mainz. Ciò vuol dire che le sue squadre sono sempre molto improntate alla ricerca della verticalizzazione immediata. Così da poter creare diversi pericoli agli avversari, non solo in modo costruito, ma anche attraverso la riaggressione istantanea del pallone, una volta perso. Non a caso i tedeschi non hanno realizzato nessuno dei tre gol segnati nelle prime due giornate di campionato su azione manovrata.

Fonte: WhoScored.com

PUNTI DI FORZA E DI DEBOLEZZA – Tra i giocatori di maggior spicco della rosa bianconeroverde, possiamo annoverare sicuramente i difensori centrali Nico Elvedi e Matthias Ginter, il centrocampista Denis Zakaria e gli attaccanti Breel Embolo e Alassane Plea. Quest’estate, però, la squadra ha perso il suo punto di riferimento tecnico: stiamo parlando di Thorgan Hazard, il fratellino del celebre fantasista del Real Madrid, ceduto ai rivali del Borussia Dortmund per 25 milioni di euro. Ma è prontamente arrivato il suo sostituto: Marcus Thuram, figlio di Lilian Thuram, prelevato a luglio dal Guingamp per 9 milioni di euro. Il classe 1997 promette di essere la nuova stellina offensiva della formazione tedesca. In queste prime due giornate di campionato (una vittoria e un pareggio), Rose ha schierato i suoi ragazzi con il proprio modulo preferito: il 4-3-1-2. Un sistema di gioco che gli permette una riaggressione più veloce e intensa del pallone, grazie al lavoro dei suoi centrocampisti. In fase di possesso palla, la zona di campo più utilizzata è stata la fascia destra (38%), dove il Borussia Mönchengladbach può vantare la spinta di Stefan Lainer, terzino destro ex Salisburgo, che quindi conosce benissimo il sistema di gioco del tecnico tedesco. Da registrare invece la difesa, che non è sembrata ancora del tutto funzionante. Tanto che i bianconeroverdi hanno concesso ben 2,57 xG agli avversari in appena due partite (fonte: Understat.com). Un dato non troppo rassicurante per il futuro. Anche se va detto che in fondo siamo solo ad agosto.

Gli highlights di Borussia Mönchengladbach-Schalke 04, prima giornata della Bundesliga 2019/2020

LE DATE – La Roma e il Borussia Monchengladbach si affronteranno il 24 ottobre allo Stadio Olimpico e il 7 novembre al Borussia Park. Saranno quindi le due partite centrali del girone di Europa League. Quelle che di solito segnano la svolta per la qualificazione ai sedicesimi di finale.

BORUSSIA MONCHENGLADBACH (4-3-1-2): 1 Sommer; 18 Stefan Lainer, 28 Matthias Ginter, 30 Nico Elvedi, 17 Oscar Wendt; 22 Laszlo Benes, 8 Denis Zakaria, 19 Fabian Johnson; 36 Breel Embolo; 14 Alassane Plea, 10 Marcus Thuram.
A disp.: 21 Tobias Sippel, 31 Max Grün, 24 Tony Jantschke, 4 Mamadou Doucouré, 25 Ramy Bensebaini, 15 Luois Beyer, 5 Tobias Strobl, 6 Cristoph Kramer, 32 Florian Neuhaus, 39 Aaron Herzog, 37 Keanan Bennetts, 23 Jonas Hofmann, 7 Patrick Herrmann, 11 Raffael, 13 Lars Stindl, 20 Julio Villalba, 16 Ibrahima Traorè.
All.: Marco Rose.

La redazione di Romanews.eu

Print Friendly, PDF & Email