romanews-roma-paulo-fonseca-panchina-frosinoneroma
Foto Tedeschi

HELLAS VERONA ROMA LA CRONACA – L’esordio della Roma nella Serie A 2020/21 finisce con uno scialbo 0-0, al Bentegodi, contro l’Hellas Verona sotto gli occhi di Dan e Ryan Friedkin. Una partita giocata con buoni ritmi, ma che ha evidenziato, con Dzeko in panchina per tutti i 93 minuti, la difficoltà della squadra di Fonseca di far male in zona gol.

DZEKO IN PANCHINA, BUON PRIMO TEMPO – Fonseca va dritto sulla strada del 3-4-2-1. In porta c’è Mirante al posto di Pau Lopez, mentre in difesa Kumbulla resta in difesa con Ibanez, Cristante e Mancini a comporre il reparto. Sugli esterni Karsdorp e Spinazzola – il migliore per distacco tra i giallorossi – con la coppia Diawara-Veretout al centro. Dzeko resta in panchina: Mkhitaryan fa da falso nove con Pellegrini e Pedro, al suo esordio con la Roma, a sostegno. E lo spagnolo fa subito vedere le sue qualità: al terzo scappa alla difesa scaligera e mette in mezzo un cross baso che viene respinto. La squadra di Fonseca cerca di innescare la velocità e la qualità di Mkhitaryan. L’armeno è quello che ci prova più di tutti: prima al 10′ quando viene fermato da Dazi al limite, poi al 25′ quando la sua girata viene sempre fermata dalla difesa dell’Hellas.

TANTE OCCASIONI, BRIVIDO NEL FINALE – Al 31′ Veretout batte una buona punizione da 30 metri, ma Silvestri è attento e para. La grande occasione è ancora per Mkhitaryan al 39′: si invola verso Silvestri, ma si fa ipnotizzare dal portiere. Poco prima Pedro spreca un’occasione colossale servito da Spinazzola al limite dell’area piccola. Alla fine, però, chi sfiora veramente il vantaggio è l’Hellas: Tameze dal limite dell’area tira a botta sicura, Mirante spedisce sulla traversa. Il primo tempo si chiude in parità.

MEGLIO IL VERONA NEL SECONDO – La Roma parte senza cambi nella ripresa, con Dzeko che resta ancora in panchina. L’Hellas entra in campo con un’altra verve e si vede subito quando Faraoni brucia la difesa giallorossa e arriva a concludere senza trovare la porta. Pochi minuti più tardi è ancora l’Hellas a sfiorare il vantaggio: Di Carmine tutto solo di testa in area spreca clamorosamente. Il primo vero lampo della ripresa della Roma arriva al 75′: Pellegrini dal limite prova a piazzarla, ma Silvestri è attento, si allunga e mette in angolo. I cambi arrivano, dal 78′, con Karsdorp che chiede la sostituzione e Santon in campo. Poi Kluivert prende il posto di pellegrini.

I LEGNI POI IL PALO AMARO – Negli ultimi 10 minuti la gara si ravviva: prima Dimarco con un tiro-cross colpisce il palo, poi 3 minuti più tardi un tiro clamoroso di Spinazzola di collo esterno va dritto sulla traversa. All’89 c’è anche spazio per Villar, ma troppo poco tempo per incidere. La prima stagionale della Roma finisce 0-0. Alla prossima c’è la Juve e servirà di più.

Alessandro Tagliaboschi

Le formazioni ufficiali

UFFICIALE HELLAS VERONA (3-4-2-1): 1 Silvestri; 19 Cetin, 21 Gunter (66′ Ruegg), 33 Empereur (19′ Lovato); 5 Faraoni, 4 Veloso, 8 Tameze (66′ Barak), 3 Dimarco; 72 Danzi, 29 Tupta (46′ Zaccagni); 10 Di Carmine (77′ Ilic).
A disp.: 25 Pandur, 22 Berardi,17 Bocchetti, 13 Ugodie, 9 Stepinski, 30 Casale.
All.: Ivan Juric (in panchina Matteo Paro).

INDISPONIBILI: Lazovic (distorsione al ginocchio), 32 Magnani, 24 Benassi.
DIFFIDATI: -.
SQUALIFICATI: -.

UFFICIALE ROMA (3-4-2-1): 83 Mirante; 23 Mancini, 4 Cristante, 3 Ibanez; 2 Karsdorp (72′ Santon), 42 Diawara (89′ Villar), 17 Veretout, 37 Spinazzola; 7 Pellegrini (78′ Kluivert), 11 Pedro; 77 Mkhitaryan.
A disp.: 13 Pau Lopez, 63 Boer, 24 Kumbulla, 61 Calafiori, 14 Villar, 48 Antonucci, 31 Carles Perez, 9 Dzeko.
All.: Paulo Fonseca

INDISPONIBILI: Perotti (lesione muscolare al quadricipite della coscia destra), Nicolò Zaniolo (rottura del legamento crociato del ginocchio sinistro), Pastore (intervento all’anca), Bruno Peres (Covid-19), Juan Jesus (scelta tecnica), Fazio.
SQUALIFICATI: –
DIFFIDATI: –

Arbitro: Chiffi della sez. di Padova
Assistenti: Preti – Rossi
IV: Giua
VAR: Irrati
AVAR: Tolfo

Marcatori:
Ammoniti: Danzi (V), Di Carmine (V).
Espulsi:
Note:

La cronaca

Secondo tempo

90’+3 – Termina il match: 0-0 tra Verona e Roma.

90‘ – Tre minuti di recupero.

89‘ – Terzo cambio per la Roma: fuori Diawara, dentro Villar.

85‘ – Traversa anche per la Roma! Colpisce di collo esterno dalla distanza trovando però il legno

82‘ – Dimarco prova a beffare Mirante da lontano: traversa, palo e palla che torna in campo. Sulla ripartenza Lovato ferma Pedro al momento del tiro!

79‘ – Punizione dalla trequarti di Veloso, Mirante esce e sventa il pericolo.

78‘ – Cambio anche per la Roma: esce Pellegrini, dentro Kluivert.

77‘ – Ultimo cambio per l’Hellas: fuori Di Carmine, dentro Ilic.

74‘ – Grande occasione per la Roma: Pellegrini entra in area e tenta di piazzare il pallone alla sinistra di Silvestri, che però devia in angolo.

72‘ – C’è il cambio: fuori Karsdorp, dentro Santon.

70‘ – Karsdorp chiede il cambio per un fastidio all’adduttore dopo un grande recupero difensivo. Si scalda Santon.

67‘ – Ancora Hellas pericoloso. Di Carmine entra in area e, seppur disturbato di Mancini, trova la conclusione verso la porta: sicuro nella parata bassa Mirante. Intanto, altri due cambi per l’Hellas: escono Tameze e Gunter, entrano Barak e Ruegg.

66‘ – L’Hellas Verona a un passo dal vantaggio: Tameze con un cross trova tutto solo Di Carmine in area di rigore che di testa mette fuori! Atteggiamento della difesa della Roma troppo leggero.

63‘ – Numero di Spinazzola che salta due avversari e serve Mkhitaryan: la conclusione dell’armeno è respinta dalla difesa del Verona.

60‘ – Ci prova ancora Pedro. Lo spagnolo si accentra e prova il sinistro: la palla ancora alta.

55‘ – Un’altra buona opportunità per l’Hellas Verona: araoni supera Cristante e salta Mirante portandosi il pallone verso il fondo. Da posizione angolata, il terzino prova la conclusione che attraversa tutta l’area senza trovare la porta

50‘ – Tiro da posizione angolata di Di Carmine: Mirante para grazie alla deviazione di Ibanez.

46‘ – Inizia il secondo tempo. Secondo cambio per l’Hellas: dentro Zaccagni per Tupta. La Roma rientra con gli stessi undici del primo tempo.

Primo tempo

45’+4 – Termina il primo tempo in ritardi rispetto al minuto di recupero concesso: il colpo ricevuto da Mancini ha fatto slittare il fischio finale della prima frazione.

45’+3 – Occasione Roma! Triangolo Pellegrini-Veretout, il francese, dal limite, calcia ad incrociare con il mancino, palla di poco al lato.

45‘ – Traversa di Tameze! Scambio al limite con Faraoni, tiro con il destro del trequartista, miracolo di Mirante che devia sul legno. Sulla respinta salva Cristante su Di Carmine, ma l’attaccante dell’Hellas aveva commesso fallo su Mancini. Per questo Chiffi ha tirato fuori il giallo.

41‘ – Angolo battuto da Pellegrini, libera la difesa del Verona, poi Veretout prova la conclusione al volo da fuori: alto

39‘ – Mkhitaryan, in posizione dubbia, sfugge alla difesa del Verona lasciandosi però ipnotizzare da Silvestri in uscita. Sulla ribattuta altra grande iniziativa di Spinazzola sulla sinistra, ma il suo tiro viene deviato ancora una volta.

38‘ – Mancino di Pedro dalla distanza: tiro centrale, blocca Silvestri.

33‘ – Altra grandissima occasione per la Roma! Discesa irresistibile di Spinazzola sulla destra, entra in area puntando Cetin e mette un cross basso al limite dell’area piccola su cui arriva Pedro con il piatto destro. Palla fuori di poco.

30‘ – Punizione dalla distanza di cui si occupa Veretout: conclusione interessante, centra lo specchio della porta ma Silvestri mette in angolo.

28‘ – Pericolo per la Roma: Cristante spazza male un cross proveniente dalla destra: Tupta non dà forza al tiro, che finisce tra le braccia di Mirante.

27‘ – Buon momento per l’Hellas: cross di Faraoni dalla destra, Cristante è ben posizionato al centro dell’area e allontana di testa

25‘ – Risponde la Roma: Mkhitaryan a un passo dal gol, il suo tap-in finisce fuori di pochissimo.

24‘ – Occasione per l’Hellas! Sugli sviluppi del calcio di punizione, palla ribattuta al limite dell’area Danzi si coordina e calcia col destro, palla di poco larga

19‘ – Karsdorp lancia lungo per Mkhitaryan, che rientra sul sinistro e tenta la conclusione ravvicinata, tiro deviato.

19‘ – Cambio nel Verona: esce Empereur per un problema muscolare, entra Lovato.

17‘ – Cross di Karsdorp per Pedro: dal limite lo spagnolo calcia male, senza prendere lo specchio della porta.

16‘ – Lancio di Cristante per Karsdorp, che taglia il campo e viene anticipato da Dimarco sul più bello.

12‘ – Contrasto aereo tra Cristante e Di Carmine, calcio di punizione per l’Hellas Verona.Sulla battuta libera Mancini.

11‘ – Pericolosa la Roma! Cross sul primo palo, deviazione di Karsdorp, allontana la difesa dell’Hellas. Sulla ribattuta Pedro prova il tocco morbido per Mkhitaryan, esce Silvestri e la fa sua.

10‘ – La punizione viene battuta la Pellegrini: il suo cross viene deviato in angolo da Di Carmine.

9‘ – Bella palla di esterno di Spinazzola per la corsa di Veretout: il francese viene steso da Danzi al limite dell’area di rigore. C’è anche il cartellino giallo per il calciatore dell’Hellas.

6‘ – Scalda i motori Spinazzola: grande azione sulla sinistra, entra in area di rigore e prova il destro che, però, viene respinto dalla difesa scaligera. Poi Ibanez compie fallo su Di Carmine sulla ripartenza.

2‘ – Prima iniziativa della Roma: Pedro supera bene Empereur sulla destra, ma la difesa dell’Hellas riesce a liberare. Sulla ribattuta arriva Diawara che prova la conclusione dalla distanza, la palla termina alta.

1‘ – Inizia il match.

Pre-partita

Ore 19.45 – La Roma, tramite i suoi profili social, rende noto l’undici iniziale per la prima gara di campionato:

Ore 19.30 – Angelo Mangiante, giornalista di Sky Sport, anticipa l’undici della Roma:

Ore 19.05 – La Roma è partita verso lo stadio Bentegodi.

I precedenti

Sono 58 i precedenti complessivi tra le due squadre, con 30 vittorie della Roma, 19 pareggi e 9 vittorie del Verona. In casa degli scaligeri, il bilancio resta favorevoli ai giallorossi, vincenti 10 volte a fronte di 12 pareggi e 7 sconfitte.

Terzo tra Paulo Fonseca e Ivan Juric, il quale ha incontrato la Roma da allenatore in quattro occasioni, perdendo tutte le volte.

Print Friendly, PDF & Email

66 Commenti

  1. Se proprio Dzeko dovesse andare alla Juventus, spero che ciò avvenga DOPO Roma-Juve di domenica 26!
    Sarebbe insostenibile vederlo in campo con un’altra maglia (e che ca**o di maglia!), ma ancora peggio sarebbe dovervi rinunciare precauzionalmente per non far saltare il trasferimento.
    Che situazione di mer*a!
    Spero proprio che Friedkin abbia un moto di orgoglio e faccia saltare tutto! Con che faccia potrebbe presentarsi all’Olimpico, dopo aver venduto il Ns capitano e campione alla Juve?

  2. …Con la faccia di chi è venuto qui a finire il lavoro iniziato da Pallotta. Quando lo dissi, in tempi non sospetti, venni additato a laziale e pesantemente insultato. Purtroppo i fatti mi stanno dando ragionr. I FATTI PARLANO PER LE PERSONE. E’ sempre stato così.
    Forza Roma Sempre (nonostante tutto).

  3. io metterei Mirante in porta e non Pau Lopez, non Cristante ma Fazio (o Jesus se Fazio ha problemi alla caviglia ..) al centro della difesa, non Karsdorp ma Santon o anche Villar a terzino destro e non Fonseca ma Allegri o Sarri o Mancini o Garcia o Spalletti in panchina come allenatore e non Fonseca che ha massacrato pure lui tutto quello che poteva massacrare perfino venendo alle mani con Dzeko, litigando con Jesu, allontanando Under e Fazio e chissa’ come con Florenzi .. la prima cosa che avrei fatto io, fossi stato il nuovo ricco proprietario della ASRoma, sarebbe stato mandare Fonseca in tribuna a visionare le prossime squadre avversarie e sulla panchina della Roma uno degli allenatori sopracitati ..

      • sai come funzionano questi forum .. c’ e’ una notizia e la si commenta .. invece a tanta gente, che non ha nemmeno idee su cosa si stia discutendo, piace commentare chi ha commentato .. su questo me ne faccio una ragione .. magari avessi anche tu dato un contributo tecnico e costruttivo alla notizia si poteva dialogare e magari perfino ragionarci sopra .. che pretese, eh ?

      • Hai ragione Max, scusami. Però capisci bene che con i se e i ma perenni andremo ben poco lontano. Se vogliamo parlare della formazione e degli aspetti contingenti invece di fare ipotesi irrealizzabili, su situazioni e circostanze che non conosciamo, sono il primo.

  4. Prevedo una terribile debacle rubentina all’Olimpico nella seconda giornata…Dzeko o non Dzeko in bianconero…..e pirlo sarà già in discussione per la gioia di molti (noi per primi, ovviamente….NOI! NOI ROMANISTI!!!!!!!)
    DAJE ROMA DAJE! DAJE LORETO DAJE!

  5. Sono d’accordo con tutti i pessimisti, presentarsi con la cessione di Dzeko, spendendo 30 mil per Kumbulla ma non 20 per Smalling e roba simile è un bliglietto da visita impresentabile, anche io ero tra quelli che in tempi non sospetti diceva che anche con Friedkin non avremmo visto cose troppo diverse rispetto a Pallotta

  6. A me Cristante in difesa fa accapponare la pelle.
    Capisco che Kumbulla si debba ambientare un minimo o rischi di bruciarlo subito con un esordio spaesato ma allora Juan Jesus o Fazio? saranno pure possibili partenti ma almeno sono difensori di ruolo. Comunque urge Smalling, si è visto quando è mancato che crisi là dietro.

  7. Kumbulla è 3+22 (in questi 22 milioni devi considerare i cartellini di cetin e cancellieri) per un totale di 25 milioni e non 30. Praticamente fai plusvalenza su cetin e cancellieri esborsando circa 17/18 milioni cash. Quindi evitiamo la litania già fissa del 30 milioni. E tifate ogni tanto.

  8. Come si fa a mettere in porta Pau Lopez e non Mirante ? Cristante in difesa , lento come un bradipo , è una cosa da autolesionismo. Purtroppo i bidoni sono rimasti a Roma ( ma chi se li poteva prendere ? ) Milik o non Milik , prevedo un altro anno di patimenti. D’altra parte, non si fanno delle belle nozze coi fichi secchi . Ovviamente spero di sbagliarmi. Sempre Forza ROMA .

  9. Fonseca fori dalle paLLe
    Subito!!!…karsdrop non lo vale propio !!e c’e’ dubbio tra lui e Spinazzola?? che con l’Olanda ha ha giocato bene
    E senza dubbi e’ 100 volte meglio di karsdrup…ma dopo tutto e’ lo stesso all’enatore che manda via
    Dzeko e Florenzi , ma si tiene bruno perez??
    Poi nun parlamo del resto
    Che e’ ancora co la Roma…

  10. La Parola Tregua E necessaria al secondo anno sulla Panchina, Fonseca, non puo`vantare scuse ,ha la squadra che senza parlare diceva , Via Florenzi incompatibilita` personale ,via Dzeko troppo inc…to dopo Siviglia , avuti Miicky e Pedro ,un centrale giovane ,di Smalling si sono perse le tracce ,rimasto Bruno Peres deve mettere su una squadra con la probabilita` di avere Milik. Ovvio l’obiettivo e` migliorare il 5o posto.

  11. Il ballottaggio Karsdorp / Spina è per chi gioca sulla destra: se gioca Karsdorp, Spina gioca a sinistra, altrimenti Spina sulla destra e Calafiori a sx.
    Non voglio prendere in considerazione Spinazzola in panchina. Se solo penso che stava per essere ceduto all’Inter per Politano (avendo già Zaniolo e Under) mi vengono i brividi.

  12. che senso ha avere ancora Dzeko , convocarlo, e poi non farlo giocare, pur mancando Milik ? puo’ il signor Fonseca spiegarcelo ..? .. ma chi l’ ha scelto e su che basi ?

  13. Per favore, Cristante in difesa NO o finiamo davvero male, Sabato.
    Allora metteteci un ragazzino della primavera, tutto tranne che Cristante…
    Perche’ non far giocare Kumbulla subito? Non si e’ allenato?
    Non mi venisse a dire che e’ perche’ non ha “imparato i movimenti” perche’ Cristante l’unico movimento che ha imparato e’ farsi perculare dall’attaccante avversario.

  14. ogni volta che leggo i vostri commenti mi chiedo perchè fatte finta di essere tifosi della roma….mamma mia, non vi sta bene niente…giocatori, allenatori, dirigenti….e tifate altre squadre invece di mugugnare e rompere qua

  15. Il ristorante è di un Americano, alla cassa i dirigenti e il cuoco è Portoghese. Il cuoco chiede gli ingredienti che possono essere dozzinali, oppure di prima qualità. Al cuoco quelli gli passano e lui cucina. Poi ha l aragosta, che non può usare, perché l hanno promessa ad un ristorante vicino. Così stanno le cose. Ho fatto analogia ma le cose stanno così. Prima plusvalenze ora anche monte ingaggi. Kolarov, Florenzi, Scik, spero no Dzeko, Perotti, etc. Li concentrano le cessioni, per ricostruire la squadra in futuro. Questa è l attuale strategia, se poi sia giusta o sbagliata solo il tempo darà la sentenza. In attesa della fine del covid e della situazione stadio, che porterà nuova linfa, dico solo Forza Magica Roma.

      • A certi livelli i tecnici si equivalgono. Sono pochi quelli che aumentano l altezza dell asticella. Ma se non possono permettersi i giocatori di alto livello, come puoi pagare di ingaggio un tecnico sublime? Conte non venne a Roma, perché sapeva di poter essere contestato con i giocatori di buon livello, ma non di altissimo livello e senza quelli non si vince. Sempre l allenatore viene messo in discussione. Per me Fonseca a parte alcune partite ha fatto molto bene. Il calcio è strano poi, vedere Atalanta e Psg. Disponibilità finanziarie diverse e solo alla fine il Psg ha avuto la meglio per la “panchina lunga” fatta di titolari. Comunque sia forza Magica Roma.

  16. Per Kumbulla se metti insieme il cash subito, i bonus facili e l’ipervalutazione di Cetin diventano 30 comunque, poi spalmali come vuoi ma sempre 30 restano in totale. E mi sta bene ma solo se gli metti in mezzo una certezza come Smalling, se uno esclude l’altro non ha senso

  17. Ma commentate anche le probabili formazioni????? ma siete veramente della Lazie … le formazioni ufficiali escono solo 1 ora prima della partita

  18. Diawara l’unico regista che non detta i tempi e non verticalizza MAI! Si limita a fare il compitino smistando palloni ai compagni più vicini senza mai rischiare. La squadra che continuava a lanciare lungo dimenticando che l’attaccante boa stava in panchina. Che cosa aspettano a fare sto scambio diawara torreira? Dzeko che cavolo l’hanno convocato a fare? Karsdorp spero sia uscito soltanto per stanchezza, ma è normale regalare Florenzi e tenere Santon? Mamma mia che nervoso…

  19. Come si fa a far entrare un giocatore all’89° ? Neanche se era Messi, Vilar poteva fare qualcosa in 4 minuti . Concordo con mario Rossi, sembrava proprio una partita scapolo-ammogliati , confusione tutta la partita. Domenica prossima , saranno caxxi amari con la Rubentus, giocando così . Un altro anno de sofferenze , se le premesse sono queste . FORZA ROMA comunque e sempre.

  20. Allenatore indecente ed incompetente non da grinta, non sa leggere le partite il peggiore in italia. Squadra poco allenata ogni scatto un infortunio ed i secondi tempi sempre in apnea

  21. Partita di Serie B
    Santon – Cristante – Kards.. subito via

    Miki davanti inguardabile
    Diawara … cosi non va

    Spero ché arrivi 5-6 giocatori

    – 2 Centrali
    – uno a destra
    – uno a centrocampo
    – 2 Centravanti

  22. Conte voleva 9 milioni fonseca??? Gli allenatori fanno anche la differenza perche a conte non gli vendi dezco e non mette in campo cristante di sicurooo… e poi conte é un allenatore …fonseca chi é????

  23. Purtroppo Fonseca più passa il tempo e meno mi convince… l’anno scorso all’inizio ho sperato che fosse la volta buona ma poi con l’andare del campionato ha dimostrato i suoi limiti… quasi un campionato intero per capire con quale modulo giocare, far giocare alcuni giocatori fuori ruolo e fuori forma, l’insistere con alcuni in una maniera quasi autolesionistica tanto per dirne alcune… purtroppo anche l’inizio di questo campionato parte con il piede sbagliato… per un momento credevo che facendo giocare Mirante al posto di Pau Lopez (finalmente se ne accorto) potesse essere un inizio diverso e più fortunato ed invece niente… alcune fiammate in 90 minuti non possono bastare… troppo poco… non so più che sperare… l’unica forse è che succeda qualcosa per cui io mi possa pentire di pensare negativo… e comunque vada forza Roma sempre

  24. Fonseca conferma che non ci capisce un granche’ .. unico cambio (invocato a tutta voce dal popolo romano ..) Mirante al posto di Forse esco, ma Forse no .. poi Cristante, Diawara’, Pellegrini, Karsdorp .. imbarazzanti .. partita da oratorio e 0 a 0 giusto ..

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here