ESCLUSIVA ROMANEWS.EU – Oggi la redazione di Romanews.eu porta i suoi lettori alla scoperta del Roma Club United Kingdom, l’unico nel Regno Unito ufficialmente riconosciuto dall’AIRC.

Roma Club United Kingdom: come, quando e dove nasce l’idea?

“Nel mese di aprile su iniziativa del Presidente Marcello Passerini viene fondato il Club AS Roma United Kingdom, allo scopo di condividere la passione per la Magica con tutte le persone, di ogni sesso, nazione e religione, in un ambiente accogliente che consenta a tutti di conoscere ed innamorarsi dei colori giallorossi. La nostra passione è troppo grande e si è sentito l’obbligo di condividerla con la gente che ha l’AS Roma nel cuore. Il Club viene inaugurato l’8 aprile in occasione del derby di ritorno, riscontrando oltre 100 presenze!

Siamo l’unico Roma Club nel Regno Unito ufficialmente riconosciuto dall’AIRC (Associazione Italiana Roma Club) e con i loro immenso appoggio possiamo comprare biglietti per le partite in casa e fuori, nonché delle coppe (ahinoi, quest’anno solo la Coppa Italia). Tutto questo ai nostri tesserati e non, perché noi aiutiamo chiunque di fede romanista”.

Come vi organizzate per vedere le partite della Roma?

“Il Presidente con i suoi fedelissimi arrivano due o tre ore prima per allestire la sala o le sale con sciarpe, bandiere, poster e altro: il lavoro più difficile è posizionare la nostra bandiera di 12 metri quadrati fuori dalla finestra per illuminare la via ai nostri legionari!

Vediamo le partite a Piccadilly Circus al The Comedy Pub, un pub di quattro piani spazioso e molto accogliente, dove ci sono TV led e proiettori ad alta definizione e dove possiamo anche seguire la telecronaca in italiano.

Il Manager Raul, sudamericano purosangue, convertitosi da subito ai nostri colori, ci ha da poco confermato che tutto il pub verrà riammodernato con il pavimento in erba artificiale e tutti e 20 i televisori e proiettori rigorosamente in hd (sarà come essere all’Olimpico!) e inoltre i tifosi giallorossi potranno usufruire di sconti particolari sul menù. Con il passare del tempo il nostro gruppo si è allargato, raggiungendo il massimo di presenze nella tristissima serata della finale di Coppa Italia”.


Come viene considerata la Roma oltremanica?

“Una Roma che suscita interesse, soprattutto in questo periodo di calciomercato. Sulle testate inglesi si fa un gran parlare dei probabili colpi di mercato in entrata ed in uscita (prima Marcos, ora Gervinho, De Rossi e anche Osvaldo) e di quelli già realizzati come l’ex City Maicon.

I giallorossi si stanno anche facendo notare per le loro iniziative di marketing che coinvolgono grandi sponsor e partner, come ad esempio la web series ‘Forza Roma’ realizzata da Kick Tv in lingua inglese e visibile su YouTube e l’accordo con la Disney che era prima un’esclusiva del Chelsea.

Senza dimenticare il rapporto ‘particolare’ che lega Roma e Liverpool: odio sportivo che risale alla famosa finale di Coppa dei Campioni, ma anche amicizia tra le due societa’ di proprietà ‘bostoniana’. Insomma, la Roma di Totti è tra le squadre più seguite nel Regno Unito!”.


Il Roma Club United Kingdom ha realizzato un video (CLICCA QUI) in occasione della finale di Coppa Italia del 26 maggio scorso…

“Il video è stato partorito due mesi dopo la sconfitta, perchè le ferite si stavano rimarginando lentamente con i vari acquisti, stavolta speriamo azzeccati. Eravamo oltre 200 romanisti dislocati su tre piani della nostra sede presso il Comedy Pub. Quelli che avevano prenotato online erano seduti al secondo piano, i ritardatari in piedi al primo piano e tre famiglie con bambini minorenni al piano terra dove c’è il ristorante.

Avevamo grandi programmi, volevamo colorare Piccadilly Circus di giallorosso, ma è andata male, per cui ci siamo dovuti accontentare delle riprese iniziali con il giocoliere che si vede all’inizio. Le immagini parlano da sole: siamo tutti pazzi d’amore per la Magica, tanto che mettevamo le sciarpe al contrario… Sciarpe che stiamo portando in giro per il mondo (Stati Uniti, Emirati Arabi e Indonesia) e regalando a tifosi come noi, ma che sono visibili (e presto acquistabili) in diversi colori sul nostro sito (CLICCA QUI).

Quel pomeriggio non c’erano solo romani, ma anche tanti siciliani, napoletani, sardi e addiritura milanesi, per non parlare di asiatici, africani e sudamericani e ovviamente i giallorossi d’oltremanica dalla legione scozzese alle Midlands, dal Berkshire a Southampton: un miscuglio di razze e colori diversi che urlavano solo una cosa: “Forza Roma, sempre forza Roma!”. La IX legione romana dispersa secondo gli storici si è adesso ritrovata nel cuore di Londra: to be continued…”.

Marco Buccino

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here