romanews-roma-henrik-mkhitaryan-arsenal-watford-premier-league
Foto Getty

PREMIER LEAGUE CALCIOMERCATO ROMA – Si è da poco conclusa la sessione estiva del calciomercato italiano. Tante squadre hanno fatto diversi cambiamenti alla propria rosa, ognuna con una sua strategia. Non fa eccezione a ciò la Roma, che ha comprato ben 10 giocatori quest’anno. Pescando soprattutto tra quelli che hanno calcato i campi della Premier League.

ESPERIENZA INGLESE – Infatti, come sottolinea La Gazzetta dello Sport, sono addirittura 6 gli acquisti giallorossi che possono vantarsi di aver avuto un’esperienza professionale in Inghilterra. Pau Lopez ha giocato un anno nel Tottenham, anche se senza grosse fortune. Zappacosta viene da due anni di alti e bassi con il Chelsea. Smalling ha militato in Premier League per tutta la sua carriera. Mkhitaryan ha disputato lì le ultime 3 stagioni tra Manchester United e Arsenal, Veretout solo una qualche tempo fa con l’Aston Villa. E infine Kalinic è stato al Blackburn dal 2009 al 2011. Se si aggiungono poi quelli già presenti in rosa, come Dzeko, Kolarov, Fazio e Santon, ne esce fuori una rosa fortemente caratterizzata da questo aspetto.

Print Friendly, PDF & Email

14 Commenti

  1. C’e’ qualcuno che vive a Londra evidentemente.
    Certo e’ che noi abbiamo dato dei fuoriclasse alla Premier League ed in cambio abbiamo ricevuto degli esuberi.

    • Sarebbe strano in contrario visto che la Premier League è il canpionato più ricco del mondo e la Roma una squadra di Serie A nemmeno tra le più blasonate.

      • e pensa che su http://www.lazionews.eu ovvero il corrispodente sito della lazietta, non ci sono commenti. I lazialetti vengono tutti qua a gufare.
        Perche’ una squadra che e’ arrivata ottava (vincendo meritatamente la coppetta italia, ma e’ un trofeo da 4 partite) ha comprato uno sconosciuto spagnolo da 2 milioni, un Lazzari conteso da tutte le big (??) e un centrale Vavro che boh, per carità…bilancio immacolato ma sempre la stessa storia, voi non crescerete mai, la Roma almeno ci prova….

  2. Non siamo credibili noi o l’as azienda dopo 10 anni di prese in giro rivoluzioni e plusvalenze?
    Forse non avete capito non bastano 2 prestiti per farci ricredere su pallotto e co…

  3. Alessandro serao se per te lazialotto fallito non sono buoni acquisti amen… Per il Vero e ripeto VERO tifoso romanista, fino ovviamente a prova contraria cioè a fine campionato, ogni acquisto della Roma pure che si chiamasse crisantemi, è un grandissimo acquisto!!!!!!

  4. Fantastico commento. Se uno dovesse dar retta a cosa dicono i tifosi con la T maiuscola Totti avrebbe giocato con la Roma fino a 50 anni. Delvecchio non avrebbe fatto neanche uno degli 11 gol al derby perché veniva schifato da tutti. Sensi avrebbe venduto la Roma prima che lo scudetto della Lazio lo costringesse a fare il passo più lungo della gamba per scucire lo scudetto a quegli altri. E via dicendo.
    Il fatto che voi, indipendentemente da quanti siate, schifate Pallotta non significa che tutti gli altri ne siano innamorati o sono contenti di non vincere nulla. Tutti vorrebbero una Roma più ricca e competitiva, quindi semmai il problema non è essere a favore o contro Pallotta, ma essere consapevoli di cosa è stato ottenuto fino ad ora e cosa no e sopratutto avere un’idea di quale sarebbe il passaggio da questa proprietà che conosciamo ad un’altra che non conosciamo. Voi siete sicuri che sia sufficiente che Pallotta lasci la Roma per vincere chissà cosa. Io no, perciò invece di invitare ogni giorno Pallotta ad andarsene fate uno sforzo di immaginazione e buttate giu 3 possibili nuove proprietà, dalla peggiore possibile alla migliore e poi vediamo tra quelle dove si posiziona questa. Sennò è solo fuffa populista che avrebbe pure rotto un po’.

Comments are closed.