romanews-roma-napoli-olimpico-gol-esultanza
Foto Getty

ROMA FANTASIA – E’ una Roma capace di soffrire ma anche di giocare bene e mostrare tanta qualità. Poche squadre di Serie A, infatti, possono vantare una batteria di fantasisti – con caratteristiche diverse – come quella composta da Lorenzo Pellegrini, Henrik Mkhiraryan, Javier Pastore, Nicolò Zaniolo e Diego Perotti.

La Roma al completo ha la fantasia al potere

Contro l’Inter, col recupero di tutti gli effettivi (solo per Pastore restano dei dubbi), la trequarti romanista diventa un incrocio di qualità e caratteristiche diverse. Come riporta La Gazzetta dello Sport, infatti, se Zaniolo rappresenta potenza e esplosività, Pastore ha l’eleganza e la classe del più classico dei trequartisti. Ancora diverso Mkhitaryan: può giocare in tutte e tre le posizioni del tridente dietro a Dzeko e ama avere la palla sui piedi, piuttosto che andare a cercare la profondità, ma ha tra le sue caratteristiche anche il fiuto della porta. Più differente di tutti Diego Perotti: nessuno tra questi ha il suo uno contro uno da fermo, e se da esterno sinistro di esprime senz’altro meglio, neppure a lui manca la vocazione ad accentrarsi per cercare l’imbucata vincente a favore dei compagni. La sintesi, forse, è Lorenzo Pellegrini: sa palleggiare in mediana, ha gamba per correre, tecnica individuale, visione di gioco tale da avergli consentito di fare 8 assist (6 in campionato e 2 in Europa League).




Print Friendly, PDF & Email

11 Commenti

  1. A ‘sto punto c’è solo da capire come mai con tutti questi fenomeni la squadra langua tra 4 (rarissimo) e ottavo posto da inizio stagione a distanza siderale dai primi…

  2. Provo a fare qualche considerazione:
    1) nuovo allenatore
    2) periodo adattamento al campionato italiano
    3) tanti infortuni, influisce anche sulla costruzione degli automatismi di squadra in allenamento
    4) giocatori non coesi ad inizio campionato

    sicuramente abbiamo visto in alcune partite le potenzialità della squadra e credo che in questo momento siamo in una fase di crescita. Che non vuol dire avere risolto tutti i problemi. Ad esempio in alcuni ruoli non abbiamo sostituti all’altezza

    • 1) Nuovo allenatore è stato un bene scelto troppo tardi visto il non gioco della Roma di Di Francesco (non unico colpevole)
      2) Non credo molto ai periodi di adattamento, in particolare per gli allenatori. Peraltro la squadra ha avuto e ha tuttora rendimento ad essere generosi altalenante/raramente davvero convincente. Per me contro Brescia e Verona non abbiamo giocato bene.
      3) Infortuni è vero
      4) Il problema più che di coesione mi pare proprio di qualità dell’impasto: in alcuni ruoli non solo non abbiamo sostituti ma nemmeno titolari all’altezza delle ambizioni.
      Ovviamente sono mie opinioni personali…Nessuno si senta offeso.

      • Quindi fonseca e’ arrivato, ha imparato l’italiano il giorno stesso con un congegno alla matrix, che ha poi usato sui giocatori perche’ assorbissero le sue idee tattiche. Sono d’accordo, il periodo di adattamento e’ una bufala.

      • Gentile Panda mi sa che sei rimasto alla preistoria. In tutto il mondo le squadre sono composte da giocatori di diverse nazionalità, tutti gli anni. Ci sono interpreti, si parla inglese…La lingua non è un problema nel calcio. Fonseca lavorava in Ucraina, per dire, Smalling credo non sappia una parola di italiano ed è nettamente il miglior acquisto della Roma.

  3. E’ impensabile che undici titolari siano sempre al massimo della forma per tutta la durata del campionato. La Roma ha avuto tanti troppi infortunati e i non infortunati stanno giocando tutte le sante partite e questo non è bene. Quando ci sarà maggiore disponibilità economica potremo avere due titolari o quasi per ogni ruolo, ora evidentemente non ancora. Per non parlare del ruolo di terzino destro che ormai evidentemente porta sfiga 🙂

  4. In effetti,Bruno Perez,ha lasciato la scia su quella fascia,chiunque ci passa muore.Vuoi vedere che il buon Davidino è immune alla jettura lasciata dal prode Brunetto?Booh,gira gira questo sta a giocà più de tutti.

  5. Visto che scrivete senza usare il cervello la roma ha 8 punti in più dello scorso anno sete boni solo a criticare tutti gli anni e tutti i giorni

    • Per la cronaca attualmente la Roma ė quinta in classifica dietro la Lazio a pari punti col Cagliari a 9 punti dai primi contro cui giocherà venerdì prossimo. Ha perso nettamente in casa contro l’Atalanta e malamente col Parma fuori casa, molte partite tutt’altro che esaltanti: si può esprimere qualche perplessità o ė obbligatorio festeggiare al circo massimo questi “straordinari” risultati?

Comments are closed.