romanews-roma-borussia-dzeko.jpg
Foto Getty

ROMA INTER DZEKO – La trasferta di Milano era irrinunciabile per Edin Dzeko. Questa gara è sicuramente importante come test per la squadra di Fonseca. Il bosniaco però ha sicuramente una motivazione in più di natura personale, viste le vicende di mercato che lo hanno coinvolto questa estate. L’attaccante giallorosso, nonostante la febbre di questi giorni, è partito con la squadra.

Condizioni di Dzeko da monitorare, ma filtra ottimismo

Edin Dzeko ieri è salito sul treno in direzione Milano tra l’incitamento generale dei tifosi, elettrizzati nel vedere il loro bomber prendere parte ad una trasferta così importante. In questo avvio di stagione, il bosniaco si era già fermato da una frattura alla mandibola, accelerando però i tempi di recupero e arrivando a giocare con la maschera protettiva. Come riporta il Corriere della Sera, Fonseca non ha dato grandi anticipazioni in merito alla formazione, ma non sembra intenzionato a rinunciare al suo attaccante. Infatti, nonostante le sue condizioni non siano ancora chiare, lo staff medico farà il possibile per mettere Dzeko in condizioni di scendere in campo. Nel caso in cui questo non fosse possibile, sarà Mkhitaryan a subentrare come falso nueve.

Dzeko al massimo in panchina

L’allenamento individuale di ieri, poi la partenza con la squadra, aveva fatto salire l’ottimismo per la presenza di Edin Dzeko contro l’Inter stasera. Secondo il corrieredellosport.it, però, al massimo il numero 9 potrà giocare 20-30 minuti. E solo se starà meglio. Al contrario, se l’influenza lo continuerà a debilitare, resterà direttamente in albergo. Al suo posto giocherà Zaniolo, con il rientro di Mkhitaryan sulla linea di trequartisti.

Print Friendly, PDF & Email

2 Commenti

  1. Eh allora la vedo grigia…zaniolo spalle alla porta nella morsa di devrij, godin e skriniar? Non terremo su un pallone senza un mandolone come punta centrale…

Comments are closed.