romanews-roma-dzeko-europa-league-basaksehir
Foto Getty

NUMERI E CURIOSITA’ WOLFSBERG ROMA – Dopo il poker rifilato all’İstanbul Başakşehir, Paulo Fonseca affronta la prima trasferta di Europa League nel secondo impegno del girone J. A Graz va in scena la sfida con gli esordienti del Wolfsberg, reduci dalla vittoria della prima giornata per 4-0 sul Mönchengladbach. Andiamo a scoprire i numeri e le curiosità dell’incontro.

SENZA PRECEDENTI – Roma e Wolfsberg sono al primo incrocio assoluto, le due formazioni non si sono, infatti, mai affrontate. Gli uomini di Fonseca sbarcano in Austria con l’umore alto per la vittoria esterna in campionato contro il Lecce (0-1), ma con Pellegrini e Mhkitaryan in meno entrambi ai box per infortunio. I padroni di casa sono reduci da un pareggio interno con il Wattens (2-2) che ha interrotto la loro striscia di 4 vittorie  consecutive.

COSI’ LA ROMA CON LE AUSTRIACHE – La Roma è imbattuta contro avversari austriaci da quattro gare. In questa striscia ha segnato quattro reti e vinto le ultime due trasferte: 4-1 contro il Wacker Innsbruck nel primo turno di Coppa Uefa 1992/93 e 4-2 contro l’Austria Wien nella fase a gironi 2016/17 di Europa League con una doppietta di Džeko.

MATRICOLA WOLFSBERG – Promosso nella massima serie austriaca per la prima volta nel 2012, il Wolfsberg ha raggiunto il suo miglior risultato nel campionato austriaco nel 2018/19, piazzandosi al terzo posto dietro i campioni del Salisburgo e al Lask. Il prossimo avversario dei giallorossi è alla prima partecipazione alla competizione europea e non ha mai affrontato squadre italiane: oltre al Wolfsberg altre 5 squadre sono all’esordio nella fase a gironi di Europa League: Espanyol, Wolverhampton Wanderers, Ferencváros, Olexandriya e i connazionali del LASK.

LA STRISCIA POSITIVA DELLA ROMA – La formazione di Fonseca è imbattuta nella fase a gironi di Europa League da 12 partite (8 vittorie e 4 pareggi). L’unica sconfitta in trasferta nei gironi risale alla prima giornata dell’edizione inaugurale della competizione (2009/10) quando ha perso 2-0 in casa del Basel. Da allora ha vinto due e pareggiato tre volte. I giallorossi hanno segnato quattro gol in cinque delle ultime dieci gare nella competizione.

AUTARCHIA WOLFSBERG – La compagine allenata da Gerhard Struber è composta quasi interamente da calciatori di origine austriaca, sono solo 4 gli stranieri in rosa su 36 tesserati: i difensori Lukas Schmitz (Germania) e Nemanja Rnić (Serbia), gli  attaccanti Shon Weissman (Israele) e Anderson Niangbo (Costa d’Avorio).

L’INCROCIO CON MKHITARYAN – L’armeno Henrikh Mkhitaryan ha giocato con la maglia del Dortmund contro il Wolfsberg nelle due gare di qualificazione di Europa League 2015/16, quando ha segnato una tripletta in 13 minuti, andando ancora in rete nel ritorno. Peccato non possa essere del match per la lesione tendinea all’adduttore che lo ha messo ko.

Giulia Spiniello

Print Friendly, PDF & Email