LA MOVIOLA a cura di Romanews.eu – Al 9′ Laxalt viene giustamente ammonito dopo aver fermato Florenzi che era fuggito via dalla sua marcatura e si stava avviando verso il limite dell’area di rigore. Al 22′ arriva il giallo anche per Nainggolan che alza troppo il piede e colpisce Gakpè all’altezza del busto. Ammonizione sette minuti dopo anche per Florenzi, che interviene in maniera troppo irruenta su Capel. Al 31′ Nainggolan rischia l’espulsione per doppio giallo. Il belga ferma col braccio un pallone calciato in avanti dal Genoa, con Gervasoni che vede ma giudica involontario il gesto. Per regolamento l’ammonizione dovrebbe arrivare solo nel caso in cui l’intervento di mano sia ad interruzione del passaggio, e in questo caso lo è, e che sia volontario. Nell’occasione il braccio del centrocampista è molto largo ed è difficile pensare che non l’abbia fatto di proposito. Gervasoni quindi in questa circostanza grazia il belga. Al 35′ arriva il giallo anche per Pjanic, reo di intervenire in ritardo su Rincon. Al 70′ Dzeko si libera bene in area di rigore e calcia in porta, ma Munoz in scivolata salva i suoi dal gol e i giallorossi chiedono il calcio di rigore per un fallo di mano. Il difensore argentino interviene sul pallone con la gamba e solo dopo la sfera finisce sul suo braccio, quindi è giusto non fischiare il calcio di rigore. Al 74′ arriva il cartellino rosso per Dzeko che offende e protesta insistentemente con Gervasoni, che opta per l’espulsione diretta. Il bosniaco è particolarmente nervoso perchè l’arbitro pochi istanti prima non ha fischiato un calcio di rigore a suo favore, che però, anche in questo caso, sembrava non esserci perchè DzekoMunoz sembrano trattenersi a vicenda. Qualche minuto dopo Lazovic cerca il calcio di rigore, ma più che il fallo sembra esserci la simulazione e in questo caso Gervasoni sbaglia a non prendere provvediemnti.

 Riccardo Ugolini

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità

1 commento

Comments are closed.