DENTRO AL SOGNO AMERICANO – La nuova AS Roma born in the U.S.A. prende forma giorno dopo giorno. Nonostante alcuni innegabili ritardi – la data del closing è stata spostata al 24 luglio, l’elezione di Thomas DiBenedetto portebbe venire rimandata ad agosto, se non a settembre – gli operativi della proprietà americana, Walter Sabatini in primis, sono al lavoro da ormai oltre un mese ed è dunque possibile iniziare ad analizzarne il lavoro, per provare a conoscere un po’ meglio la Roma che verrà.

NUOVO ORGANIGRAMMA  E RIVOLUZIONE CULTURALE- Non ci sono macerie nella Roma, ci sono solo da correggere alcune cose non dal punto di vista tecnico, ma da un punto di vista culturale: le parole con cui il neo-direttore sportivo Sabatini ha raccontato il prossimo calciomercato giallorosso sembrano perfette per descrivere il nuovo organigramma romanista.
La nuova Roma punta ad essere oltremodo rapida ed efficente e gli input fondamentali verranno dati da un vero e proprio triumvirato composto dal prossimo presidente DiBenedetto, da Walter Sabatini, principale responsabile dell’area tecnica-sportiva, e da Franco Baldini, futuro direttore generale giallorosso. Nuovo amministratore delegato, invece, è stato nominato Claudio Fenucci.
La rivoluzione culturale della cordata statunitense non impedirà a molti elementi della vecchia dirigenza di mantenere un ruolo nella Roma: Bruno Conti manterrà la propria carica di responsabile del settore giovanile – ma perderà il controllo diretto di Primavera ed Allievi Nazionali – mentre per Daniele Pradè si prospetta un futuro da osservatore. Confermate anche le presenze di Cristina Mazzoleni (direttore pianificazione controllo ed affari societari), Elena Turra (responsabile dell’area comunicazione, verrà affiancata da Daniele Lo Monaco) ed Antonio Tempestilli (responsabile organizzativo e logistico). Non faranno parte del nuovo organigramma Gianpaolo Montali ed, ovviamente, il presidente uscente Rosella Sensi.

VOLTI NUOVI – La scelta di Luis Enrique come nuovo allenatore giallorosso rappresenta perfettamente la discontinuità sognata dal ds Sabatini: “Lui si sfida sempre e sfiderà anche questa avventura a cui va incontro portando la sua cultura che non è la sua cultura esclusiva, ma la cultura di tutto un movimento. Oggi si impone attraverso la Spagna, il Barcellona, un certo tipo di calcio un po’ barocco, ma molto efficace”.
Il tecnico asturiano, sbarcato nella capitale con 4 collaboratori fidati, vuole una squadra giovane ed affamata, costruita sulla velocità e sulla tecnica piuttosto che sui chili ed i centimetri, votata all’attacco e pronta a lottare su ogni pallone per 90 minuto. I primi acquisti della Roma – manca l’ufficialità, ma i principali organi di stampa europei parlano di accordi ormai raggiunti – sono perfettamente in linea col suo progetto: Bojan Krkic, 21 anni da compiere, è il miglior realizzatore della storia della cantera del Barcellona, con 648 reti messe a segno in 8 anni; dopo 4 stagioni trascorse in prima squadra senza mai esplodere davvero, Bojan è stato convinto da Luis Enrique a cambiare aria e sembra entusiasta del progetto giallorosso: “Credono in me e mi hanno trasmesso grande fiducia: queste sono le condizioni ideali per me e so che non fallirò perchè so di essere un gran giocatore”. José Angel Valdés (classe 1989) è stato eletto miglior terzino sinistro under-21 del campionato 2011 dal Fútbol Draft e la Roma dovrebbe aver raggiunto l’accordo con lo Sporting Gijòn superando la concorrenza del Barça. Infine è stato formalizzato il passaggio in giallorosso di Erik Lamela, trequartista 19enne del River Plate, considerato uno degli astri nascenti del calcio argentino. Da vedere se Loic Nego, svincolato dal Nantes, rimarrà in giallorosso o se verrà girato in prestito a qualche altra squadra.

LE PRIME ‘PROVE’  DELL’ESTATE GIALLOROSSA – La partenza per Riscone di Brunico è prevista per il 15 di luglio e durante la preparazione in Val Pusteria sono state organizzate due amichevoli con squadre locali: il 17 la Roma giocherà contro una squadra dilettantistica locale, quindi il 23 contro il Sudtirol, che milita in Prima Divisione.
I ragazzi di Luis Enrique affronteranno il loro primo test probante il 26 luglio ad Innsbruck, dove affronteranno in un triangolare Wacker Innsbruck e Paris Saint Germain.
Il 12 di agosto è stata programmata un’amichevole con il Valencia, mentre 6 giorni dopo i giallorossi disputeranno l’andata degli spareggi necessari per accedere alla prossima Europa League (l’avversaria è ancora sconosciuta, il ritorno si giocherà il 25 di agosto).

GLI EVENTI DI RISCONE – Il ritiro estivo a Riscone di Brunico prevederà sicuramente allenamenti e partite, ma anche molti eventi pensati per coinvolgere i numerosi tifosi che saranno presenti ed avvicinarli il più possibile alla squadra giallorossa.
La serata di benvenuto per gli amici romanisti è stata organizzata dal Roma Club Trentino il 17 luglio alle ore 22.30 (previsti cocktail di benvenuto, omaggi, musica ed una lotteria), mentre il 19 ci sarà una vera e propria ‘Festa dei Tifosi’ in Piazza Municipio a partire dalle ore 19.00, durante la quale: verrà presentata la squadra, interverranno rappresentanti di AIRC, UTR e Roma Club Trentino, saranno organizzati un concerto ed un’asta di magliette.
Il programma ludico di Riscone verrà completato da una Serata Romanesca con musica dal vivo prevista per il 20 luglio alle ore 21.30 e dall’elezione di ‘Miss Tifosa Giallorossa Riscone 2011’ (venerdì 21, a partire dalle ore 21.00).

 

Gabriele Blandamura

Print Friendly, PDF & Email