Superato il fastidioso problema al tendine d’Achille, Daniele De Rossi è pronto per il debutto dell’Italia in Confederation Cup. Domani, a Pretoria, il centrocampista giallorosso ritroverà gli Usa, una nazionale che ancora oggi gli evoca brutti ricordi. L’espulsione nel Mondiale di Germania del 2006 fa ancora male:  “È la pagina più nera della mia carriera, me la porterò dietro anche quando smetto: anche perché ogni volta che gli arbitri vengono a spiegarci le nuove regole, per Europei o Mondiali, sui dvd rispunta quell’episodio – ha rivelato il centrocampista -. Ma l’errore mi è servito a crescere, ora accetto anche con più serenità le critiche che mi furono fatte al tempo”. Già nella finale contro la Francia, De Rossi aveva in parte cancellato quell’episodio realizzando uno dei cinque rigori che regalarono il titolo agli azzurri. Se in quel periodo Daniele era solo un bella promessa, in questi tre anni ha dimostrato di essere un campione vero. Oggi il centrocampista della Roma è diventato uno degli intoccabili della Nazionale di Marcello Lippi. E domani potrà prendersi una rivincita contro i fantasmi del suo passato.MERCATO –  La Roma lavora per il futuro nonostante le risorse limitate. Spalletti è tranquillo: la squadra, anche senza acquisti, “resta sempre quella che ha fatto grandissimi risultati in questi quattro anni”. Ma il tecnico sa bene che non rimarrà a mani vuote. Domani la Roma potrebbe mettere a segno il primo colpo in vista della prossima stagione. Si tratta di Stefano Guberti  fortemente voluto dallo stesso Spalletti. Come ha confermato Claudio De Nicola, a Romanews.eu, domani a Trigoria ci sarà l’incontro decisivo con Pradè per portare il 24enne ex Bari in giallorosso. Preso l’esterno alto, la dirigenza si concentrerà sul ruolo del portiere. Pradè sta cercando un vice Doni. Nei prossimi giorni potrebbe esserci un contatto con il Chievo per Sorrentino. L’alternativa è Iezzo del Napoli, che non sembra rientrare nei progetti di Donadoni. “Siamo pronti a valutare una eventuale offerta della Roma”, ha detto il suo agente Luca Urbani. Intanto è sempre calda la pista che porta ad Esposito del Lecce. La Roma vuole la comproprietà, ma c’è ancora distanza con i salentini sulle cifre. In attesa di far cassa, la priorità resta comunque il riscatto della metà di Motta.FIORANELLI – Domani l’agente Fifa, Vinicio Fioranelli, sarà a Roma. Il rappresentante della società di diritto svizzero che vuole acquistare il pacchetto di maggioranza della AS Roma avrà una riunione con i suoi legali per studiare le prossime mosse. Fioranelli resta convinto che la partita non sia ancora chiusa, nonostante da Mediobanca non sia ancora arrivata una risposta positiva sulle garanzie presentate. Il tempo stringe per il manager svizzero, anche perché la stessa Mediobanca sta intensificando i contatti con Francesco Angelini. L’imprenditore farmaceutico avrebbe illustrato a Geronzi un progetto per arrivare all’acquisto della Roma. UniCredit non resta a guardare. Tra la banca di Piazza Cordusio e la famiglia Sensi è in corso la negoziazione per conferire ad un advisor il mandato a vendere la Roma. I Sensi potrebbero ottenere una rimodulazione del debito di circa 300 milioni che Italpetroli ha nei confronti di UniCredit.
 
 
Daniel Salcedo Mancini
 

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here