©Anton Ivanov/123RF.COM

ROMA MOURINHO – Il sei luglio è la data fissata per il raduno della nuova Roma di Mourinho. Dopo una prima parte di lavoro a Trigoria, lo Special One vorrebbe proseguire la preparazione all’estero e blindare la Roma durante il ritiro precampionato.

Tante le novità proposte dal portoghese

Tuttavia, come scrive Il Corriere dello Sport, la tourneè negli Stati Uniti (meta proposta da Mourinho) è da escludere causa Covid, altre mete italiane sono state escluse. Sono stati presi contatti con organizzatori austriaci per una località della Stiria. Il nuovo tecnico vuole fare tre partite amichevoli in una settimana con coefficiente di difficoltà a salire. Una potrebbe essere l’Hertha Berlino. C’è comunque poco tempo per organizzare un ritiro all’estero, considerato che mancano poco più di tre settimane all’inizio. La preparazione precampionato durerà poco più di 10 giorni in vista della prime partite di Conference League e dell’inizio del campionato. Di sicuro Mourinho ha chiesto di non restare in Italia e la dirigenza proverà ad accontentarlo. Molte le novità che saranno introdotte nei programmi di lavoro, dalla preparazione atletica al rinnovamento dello staff sanitario. Inoltre le sedute di allenamento saranno più lunghe rispetto a quelle di Fonseca, con un attenzione particolare al potenziamento muscolare.

Leggi anche:
ROMA, C’E UN NUOVO RESPONSABILE SANITARIO: ARRIVA DAGLI STATES

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità

12 Commenti

  1. finalmente .. era almeno un anno e mezzo che scrivevo quanto inadeguati, corti e deleteri fossero gli allenamenti della Roma e quanto mancasse una preparazione di almeno un paio di settimane, con corse nei boschi al fresco del Trentino .. pare che lassu’ ci sia qualcuno che ascolta e provvede ..

  2. Più che stravolgere mi sembra pianificazione di un programma di preparazione atletica com’è giusto che sia.Quest’anno solo si sono verificati più di 50 infortuni muscolari è stata un ecatombe.Ora stanno lavorando per ridurre il più possibile questa tendenza.Forza Roma daje

  3. Allenamenti più lunghi e potenziamento muscolare? Già sono due intenti positivi, per invertire lo sfacelo a cui siamo andati incontro per due anni, così si fa, si comincia dal basso a costruire le case e lo si fa fare a chi se ne intende, mai dare a un dilettante il lavoro di un professionista

  4. Non penso servano boschi, sedute più lunghe o chissà cos’altro. Basta guardare cosa faceva Pastore in allenamento, e fare il contrario.

  5. Io ancora non mi capacito di come un allenatore possa volere degli allenamenti blandi. Al punto che sono addirittura i giocatori a chiedere di lavorare di più. Cioè il mondo al contrario…cose folli, allucinanti. Che per 10 anni si sono viste solo qui.
    Grazie Friedkin, grazie Mourinho: riportateci anche solo la normalità e ve ne sarò comunque grato.

Comments are closed.