Roma-Lazio 3-1. Un, due, tre, ‘Stella’ e i giallorossi risorgono (FOTO e VIDEO)

26

ROMA LAZIO, LA CRONACA – Di Francesco lo aveva definito un esame importante non solo per lui, ma per tutta la Roma: i giallorossi lo passano a pieni voti, vincendo il derby contro la Lazio per 3-1. Il primo tempo è ricco di emozioni, con occasioni da una parte e dall’altra, fino all’episodio che cambia la partita: fuori Pastore per un problema fisico, dentro Lorenzo Pellegrini. Ed è proprio il centrocampista romano a portare in vantaggio i giallorossi, con un colpo di tacco che ricorda molto le magie del ‘Flaco‘ nella prima parte di campionato. Nel secondo tempo, la Lazio pareggia i conti con Immobile, su un errore madornale di Fazio, ma ritrova subito il vantaggio grazie alla punizione di Kolarov: bomba sul palo di Strakosha ed esultanza con i compagni. Sul finale è proprio Fazio a chiudere il match con un poderoso stacco di testa su cross di Pellegrini. I giallorossi risorgono definitivamente dalla crisi, salgono a quota 11 in classifica e da oggi inizia una nuova stagione.

dallo Stadio Olimpico
Matera
SpinielloTagliaboschi

Cronaca Testuale
Alessandro Tagliaboschi

LE FORMAZIONI UFFICIALI

ROMA (4-2-3-1): 1 Olsen; 18 Santon, 44 Manolas, 20 Fazio, 11 Kolarov; 42 Nzonzi, 16 De Rossi (73′ Cristante); 24 Florenzi, 27 Pastore (36′ Pellegrini), 92 El Shaarawy; 9 Dzeko.
A disp.: 83 Mirante, 63 Fuzato, 5 Jesus, 15 Marcano, 3 Luca Pellegrini, 2 Karsdorp, 4 Cristante, 22 Zaniolo, 17 Under, 34 Kluivert, 14 Schick.
Allenatore: Eusebio Di Francesco.

INDISPONIBILI: 8 Perotti (problema al flessore)
SQUALIFICATI:
DIFFIDATI: 

LAZIO (3-5-1-1): 1 Strakosha; 3 L. Felipe, 33 Acerbi, 22 Caceres; 77 Marusic, 16 Parolo (25′ Badelj), 6 Leiva, 21 Milinkovic-Savic, 19 Lulic; 10 L. Alberto (11 Correa); 17 Immobile.
A disp.: 23 Guerrieri, 24 Proto, 13 Wallace, 15 Bastos, 14 Durmisi, 4 Patric, 7 Berisha, 96 Murgia, 20 Caicedo.
Allenatore: Simone Inzaghi.

INDISPONIBILI: Lukaku, Radu.
SQUALIFICATI: –
DIFFIDATI: –

Arbitro: Gianluca Rocchi di Firenzi.
Assistenti: Tonolini e Di Liberatore.
IV uomo: Maresca.
Var: Irrati.
Avar: Vivenzi.

Marcatori: 44′ Pellegrini (R), 67′ Immobile, 71′ Kolarov, 86′ Fazio.
Ammoniti: 
55′ Olsen (R), 61′ Dzeko (R), 70′ Badelj (L).
Espulsi: – 

Note: 47600 spettatori per un incasso di 1.954.058€.

LA CRONACA

SECONDO TEMPO

90’+4 – Termina il match, la Roma vince il 171esimo derby della capitale.

90′ – Quattro minuti di recupero.

86′ – GOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOL DELLA ROMA!!!! Cross al bacio di Pellegrini su calcio di punizione e Fazio svetta sopra a tutti e segna il gol del 3-1!

83′ – Ci prova ancora Kolarov da distanza siderale, ma stavolta Strakosha non si fa sorprendere.

82′ – Ultimo cambio per la Roma: fuori Florenzi, dentro Jesus.

80′ – Ci prova Milinkovic con un rasoterra dalla distanza, è attento Olsen. Intanto, Inzaghi si gioca il terzo cambio: fuori Lulic, dentro Caicedo.

77′ – Roma vicinissima al 3-1: Manolas rinvia e trova El Shaarawy solo in area. Bravo Marusic a chiudere in angolo

73′ – Secondo cambio per la Roma: fuori De Rossi, dentro Cristante.

71′ – GOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOL DELLA ROMA! E’ Kolarov a trasformare il calcio di punizione del limite, battendo Strakosha sul suo palo!

70′ – Fallo di Badelj al limite dell’area su Pellegrini. Punizione per i giallorossi.

67′ – GOL DELLA LAZIO. Errore madornale di Fazio che regala la palla ad Immobile che con un diagonale batte Olsen e pareggia i conti.

66′ – Terza ammonizione per i giallorossi: stavolta è per Pellegrini che blocca l’avanzata di Correa.

63′ – Fa tutto da solo Dzeko, che non serve Pellegrini che era posizionato meglio e prova un tiro che finisce fuori.

61′ – Cross pericoloso di Lulic, Kolarov ostacola Milinkovic-Savic nel duello aereo. Rimessa dal fondo

60′ – E’ un Dzeko evidentemente nervoso il secondo ammonito della gara: intervento in ritardo su Luiz Felipe.

59′ – Schema da calcio d’angolo per la Roma che libera al tiro Pellegrini: blocca Strakosha.

57′ – Dzeko ci prova dalla distanza ma il suo tiro finisce alto.

55′ – Ammonito Olsen per perdita di tempo.

54′ – Doppio cambio per Inzaghi, che sceglie Correa e Badelj per Luis Alberto e Parolo

54′ – Milinkovic-Savic prova il tiro dalla distanza, ma è troppo strozzato e la palla va fuori.

51′ – Buona offensiva della Roma, con una discesa di Santon che serve El Shaarawy al limite: il suo tiro è respinto, si arrabbia Dzeko che voleva essere servito.

45′ – Inizia il secondo tempo.

PRIMO TEMPO

45’+3 – L’arbitro fischia due volte e decreta la fine del primo tempo.

45′ – Il quarto uomo segnala 3 minuti di recupero.

44′ – GOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOL DELLA ROMAAAAAA!! Dopo un batti e ribatti Pellegrini si ritrova il pallone tra i piedi spalle alla porta e decide di provare il tiro con il tacco: la palla finisce in rete!

36′ – Brutta tegola per la Roma: infortunio muscolare per Pastore che è costretto ad uscire. Al suo posto entra Pellegrini.

31′ – Ancora Roma pericolosa: cross di De Rossi che taglia tutta l’area di rigore, arriva EL Shaarawy che però non trova la giusta coordinazione per andare a rete.

28′ – Ennesima occasione da gol del match prima del ‘cooling-break’: calcio d’angolo battuto da destra, sponda di Nzonzi e De Rossi non trova la deviazione sottoporta.

26′ – Altra colossale occasione per la Roma, che riparte in contropiede Florenzi è a tu-per-tu con Strakosha ma arriva l’intervento miracoloso di Luiz Felipe.

25′ – Derby senza un attimo di respiro: ribaltamento di fronte, Immobile prende il pallone in area e velocemente si gira e prova il tiro verso la porta giallorossa: ottimo Olsen!

24′ – Ottimo suggerimento dalla trequarti per Pastore che riesce ad entrare in area, ma il suo tiro da posizione defilata è ancora parato da Strakosha!

23′ – Si accende improvvisamente la Roma: dopo un’azione d’attacco fallita dalla Lazio con un gran salvataggio di De Rossi, partono in contropiede i giallorossi, serpentina di Edin Dzeko che entra in area e prova il tiro ma si esalta Strakosha!

17′ – Meglio la Lazio in questo momento: dopo una carambola in area, il pallone finisce tra le gambe di Marusic, ma il tiro del laterale destro finisce fuori con deviazione. Sul calcio d’angolo prova la conclusione al volo immobile: la sfera viene prima toccata da un calciatore giallorosso e poi dalla traversa. Biancocelesti pericolosi.

12′ – Prima occasione per la Lazio: Roma scoperta in contropiede, Luis Alberto riceve in area e calcia di piatto. La difesa manda in angolo: sul corner nulla di fatto.

7′ – Dopo un inizio a ritmi alti, ora le squadre hanno rallentato, dedicandosi ad una fase di studio dell’avversaria.

4′ – Buona iniziativa della Roma con El Shaarawy che entra in area, prova il diagonale ma è fermato in scivolata da Luiz Felipe.

3′ – La Lazio parte subito forte: due calci d’angoli per la formazione biancoceleste, che ci concludono, però, con un nulla di fatto.

1′ – Inizia il derby della capitale: il primo possesso è per la Lazio.

PRE- PARTITA

Ore 14.55 – La Curva Sud mostra la sua scenografia:

Ore 14.27 – Entrambe le squadre in campo per il riscaldamento.

Ore 14.15 – Iniziano ad entrare in campo i portieri per il riscaldamento.

Ore 14.00 – Dopo qualche istante, anche la Roma sul suo profilo Twitter, rende nota la formazione ufficiale:

Ore 13.58 – La Lazio, tramite i suoi profili social, ufficializza l’undici che inizierà il derby della capitale:

Ore 13.20 – Angelo Mangiante, giornalista di Sky Sport, rende note la formazione ufficiale della Roma tramite il suo profilo twitter:

Ore 13:00 – I cancelli dello Stadio Olimpico sono stati aperti.

I PRECEDENTI – Il primo derby di Roma è stato giocato l’8 dicembre 1929 nello stadio della Rondinella. Da quella volta, sono state disputate altre 169 partite ufficiali: il bilancio vede i giallorossi avanti con 64 vittorie (54 in campionato), mentre 61 (58 in campionato) sono stati i pareggi. Nella stracittadina la Lazio ha raccolto 45 vittorie, di cui 38 in Serie A. Nella scorsa stagione la squadra di Di Francesco si è imposta nella sfida di andata per 2-1 con reti di PerottiNainggolan e Immobile, mentre la partita di ritorno è terminata 0-0. La Roma ha perso solamente 2 delle ultime 20 stracittadine giocate in casa in campionato, nel 2012 (1-2, con le reti di Hernanes, Borini e Mauri) e nel 2017 (1-3, firmato da una doppietta di Keita, da De Rossi e Basta) per un bilancio in questo parziale completato da 11 vittorie e 7 pareggi (l’ultimo nel 2015, con i gol di Felipe Anderson e Mauri annullati dalla doppietta di Francesco Totti).

LE SCELTE – La Roma di Di Francesco scende in campo confermando il 4-2-3-1 visto con il Frosinone, con la sorpresa Santon: l’ex Inter di nuovo titolare come terzino destro, con Florenzi avanzato in avanti. A completare il reparto arretrato Manolas, Fazio e Kolarov, mentre la coppia di centrocampo sarà formata da De Rossi e Nzonzi. Dietro l’unica punta Dzeko, Florenzi agisce sull’out di destra a discapito di Under, Pastore nel ruolo di trequartista ed El Shaarawy sulla sinistra.
Inzaghi è pronto a schierare il suo classico 3-5-2: in porta spazio a Strakosha, nella difesa a tre pronti Caceres, che ha vinto il ballottaggio con WallaceAcerbi Luiz Felipe. Nel centrocampo a cinque, spazio a Marusic e Lulic sulle corsie laterali, mentre al centro pronti i titolarissimi Leiva, Milinkovic e Parolo. In attacco Luis Alberto è pronto ad assistere il bomber dei biancocelesti, Ciro Immobile.

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

26 Commenti

  1. Intanto se fosse questa la formazione, sarebbe quella giusta e la approverei al 100% per la seconda volta di seguito. Florenzi alto si e lo dico da anni, perché in attacco può crossare spesso (i cross ultimamente li fa perfetti) e poi torna a dare una mano in difesa. Poi metterei Under e Luca Pellegrini freschi al 70′ con la Lazio un po stanca dalla partita potrebbero incidere molto e avere tanti spazi liberi. Avanti così! Schick no, eventualmente Kluivert.

  2. Per me, speriamo che El Sha sia in una giornata giusta, altrimenti meglio un Under stanco. Detto questo quello che importa è che la Roma vinca oggi. Forza Roma, Forza Ragazzi!

  3. Santon e’ andata bene contro il Frosinone ed oggi speriamo, lo ritengo inappropriato alla partita, Under mi sembra quello piu’ in palla ma giochiamo anche martedi’ forse ci sta’, comunque siamo dipendenti da Pastore passa tutto di li’, Forza Roma

  4. Il confronto è giusto.
    io faccio parte degli “ottimisti” e non mi chiedo (come fate voi ad ogni sconfitta) dove siano gli altri fratelli giallorossi diciamo pessimisti.
    Dico solo che dispiace vedere tanti commenti dopo le sconfitte e pochi dopo le vittorie.
    Ciao a tutti e forza Roma

  5. Vittoria dedicata a chi aveva minimizzato i progressi visti col Frosinone.Squadra in crescita di condizione …come al solito non sappiamo aspettare e spariamo sentenze trascinati da un male inguaribile

  6. coregiallorosso ma cosa devi aspettare famme capi´…stiamo a 100 punti dalla prima dopo 20 minuti di campionato….ma famme er favore..io non mi fido neanche adesso

  7. Sto ancora a gode sbiaditi spariti Forza magica Roma !!! Andiamo avanti così ora i tre punti in
    Coppa che dobbiamo assolutamente vincere… vorrei vedere Coric in coppa … e Luca Pellegrini come terzino per far rifiatare kolarov mentre in attaccato ancora Fiducia a Geco

  8. Io sono uno di quelli che ha criticato molto, del resto non possiamo nascondere che prima si Frosinone e Lazio la Roma non aveva convinto nessuno, spero che le critiche siano servite a far capire che bisogna essere Uomini e poi giocatori. Adesso avanti cosi.

  9. “Babausetteteeee…” e la roma risorge (?!?) Che titoli demenziali garantiti stavolta in coppia, dal duo «spinello/ taglia-boschi». “Risorti” da che?? Ci siamo ripresi il primo posto? Staccato la seconda di diversi punti? Siamo all’ 8ª/10ª vittoria consecutiva??. Dopo “1/4 d’ora” dall’inizio campionato, abbiamo già un distacco km^ dalla vetta. Quindi non abusate con articoli e titoli così enfateci. Ahh casomai vi fosse sfuggito, i «saBoia» a settembre hanno già chiuso l’8° campionato, AMEN.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here