COVERCIANO FIGC CORONAVIRUS – Dal 6 aprile al 15 maggio la casa delle Nazionali italiane di calcio giorni si era convertita in una struttura alberghiera per ospitare i malati di Coronavirs. Ora Coverciano torna a disposizione della FIGC, e si sta preparando in vista degli impegni del prossimo futuro: raduni di arbitri, corsi di Scuola Allenatori e molto altro.
I soggetti che hanno effettuato la propria degenza presso l’albergo di Coverciano sono stati i pazienti positivi provenienti dagli ospedali, in dimissione perchè guariti ma non
negativizzati, che avevano bisogno di una struttura di supporto. Inoltre, erano stati presi in carico anche quei soggetti provenienti dal territorio che però non erano così gravi da dover essere ricoverati in un ospedale. In questo modo, come ha ribadito il Presidente Gravina, la FIGC ha voluto portare sostegno concreto all’Italia in un momento decisamente complicato.

Print Friendly, PDF & Email