romanews-roma-gravina
Foto Getty

CORONAVIRUS SERIE A GRAVINA – Gabriele Gravina, presidente della FIGC, è intervenuto ai microfoni di ‘Radio Marte’, analizzando il momento del calcio italiano di fronte all’emergenza coronavirus: “Dobbiamo provare a programmare delle date che diano una speranza a tutti quelli che amano il nostro sport. Dobbiamo cogliere una speranza anche in questo momento di negatività”.

Coronavirus, Gravina: “Serie A? Non mi arrendo, finché sarà possibile avrò speranza”

“Mi arrendo con grande difficoltà, finché sarà possibile avrò la speranza di far ripartire i campionati. Farò qualsiasi tentativo per arrivare a questo. Valuteremo anche di chiedere a UEFA e FIFA di andare oltre il 30 giugno, sfruttando luglio e agosto. Va tutelato il verdetto del campo“.

La Lega di Serie A

Quando si va sul piano dell’interesse personale è difficile mettere insieme tutti per quello che può essere l’interesse generale. In questo momento però non c’è spazio per gli interessi del singolo. Mi appello al buon senso: per definire il campionato ci vogliono 45-60 giorni. Se ci vengono concessi il mese di luglio e quello di agosto, così come si sta orientando la Uefa e tutte le federazioni, potrebbe quello il periodo di riferimento”.

Coronavirus e la Serie A, Gravina: porterò avanti proposta play-off

“Sono testardo, proverò a portare avanti questa proposta per dare maggiore interesse al campionato. Vedo che ci sono in Serie B e nella lega nazionale dilettanti. Difficile visto che non è prevista dalle norme la soluzione d’emergenza che avevo proposto per quest’anno, ma per il futuro ci lavoreremo perché per me resta un’idea interessante”.

Print Friendly, PDF & Email

2 Commenti

  1. Ammazza, a questo Gravina Lotito gli sta proprio col fiato sul collo. Quest’anno avevano già deciso tra presidenti di far vincere lo scudetto alla Lazio.. altro che squadra imbattibile.Ma con Lotito lo sfigato nemmeno con gli intrighi di palazzo vincete lo scudetto.Laziali perdenti

  2. A questi se non gli capita pure a loro un contaggio..non si arrendono.Non je ne po frega de meno se dirigenti e giocatori di squadre rivali sono falcidiate dal virus,basta che non li riguardi.I morti?So finti.Il coronavirus?un influenza passeggera.Possibilita di infettarsi?Giocamo pure con la mascherina.A posto della faccia channo un cuoio da risolatura.Sto trio Lotito,Gravina e Diaconale so il peggio del peggio dello sport italiano.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here