BURIONI CORONAVIRUS VACCINO – “Non ho mai scritto le parole nel virgolettato. Difficile – e forse inutile – provare a informarvi correttamente se il senso di quello che scrivo viene distorto”, queste le parole condivise oggi su Twitter da Roberto Burioni, immunologo italiano, per fare chiarezza su alcune sue dichiarazioni male interpretate dalla stampa. Ieri aveva infatti condiviso sempre sui social una notizia relativa al vaccino per il Coronavirus, scrivendo: “Abbiamo una data. Albert Bourla, amministratore delegato di Pfizer scrive che se tutto andrà bene presenterà una richiesta per un’autorizzazione di emergenza del vaccino contro COVID-19 nella terza settimana di novembre 2020. Forza!”. L’accademico non ha quindi annunciato l’arrivo di un vaccino entro novembre, come molti avevano capito, ma solo la richiesta per la sua autorizzazione.

Print Friendly, PDF & Email