romanews-roma-champions-league
Foto Getty

UEFA CHAMPIONS LEAGUE PORTOGALLO – La Uefa non vede minacciate le final eight di Champions League a Lisbona nonostante il governo portoghese abbia introdotto un blocco parziale per il coronavirus nella capitale. “Attualmente non c’è motivo di avere un piano B, ma stiamo valutando la situazione quotidianamente e ci adatteremo quando sarà il momento e, se necessario”, ha detto un portavoce della Uefa alla dpa. “A causa di un aumento dell’infezione da coronavirus, alcune parti di Lisbona devono tornare in uno stato di lockdown per due settimane dal 1° luglio”, ha detto il presidente portoghese Antonio Costa. I residenti nelle 19 parti della città interessate possono lasciare la casa solo per gli acquisti, il lavoro e gli appuntamenti medici. Il centro di Lisbona non è influenzato. “La Uefa è in costante contatto con la Federazione calcistica portoghese, oltre a essere in contatto permanente con le autorità portoghesi”, ha detto il portavoce. “Speriamo che tutto vada bene e che sia possibile organizzare gli ultimi atti della Champions in Portogallo”. La Champions League riprende i primi di agosto con alcuni degli ultimi ottavi di finale, ma dai quarti di finale si trasferisce interamente a Lisbona per la conclusione del torneo. Le partite si giocheranno a eliminazione diretta in due stadi dal 12 al 23 agosto.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here