romanews-roma-carles-perez-leonardo-spinazzola-gent
Foto Getty

NUMERI E CURIOSITA’ GENT ROMA – I giallorossi si apprestano a giocare il ritorno dei sedicesimi di Europa League in Belgio contro il Gent, con il risicato vantaggio di un solo gol realizzato all’Olimpico. Sulla carta la strada sarebbe in discesa per la squadra di Paulo Fonseca, reduce dal netto successo in campionato con il Lecce (4-0). Non sarà però una sfida agevole per una Roma che da inizio stagione ha dimostrato un rendimento altalenante. La squadra capitolina in Belgio oltre a confermare i segnali positivi arrivati nell’ultima partita di campionato, dovrà convincere di più rispetto alla prestazione dell’andata. Andiamo a scoprire i numeri e le curiosità dell’incontro.

DOVE ERAVAMO RIMASTI – La Roma deve difendere l’1-0 dell’andata per qualificarsi agli ottavi di finale di Europa League a spese dei padroni di casa del Gent. Il gol dell’Olimpico porta la firma dell’ex Barcellona, Carles Perez, dopo appena 13 minuti di gioco.

INCROCI – Si tratta della quarta sfida ufficiale tra le due compagini. Roma e Gent nella loro storia si sono sfidate due volte nell’estate 2009 in un doppio incontro di qualificazione all’Europa League (i giallorossi s’imposero prima in casa con il risultato di 3-1 e poi in trasferta per 7-1) e una terza volta il 20 febbraio scorso, con la vittoria di misura grazie a una rete siglata da Carles Perez.

ROMA IMBATUTTA DA 13 GARE CON SQUADRE BELGHE – La Roma ha perso i primi due incroci in competizioni Uefa contro avversari del Belgio: 0-1 in trasferta e in casa contro il Club Brugge nel terzo turno della Coppa Uefa 1975/76, ma da allora è imbattuta da 13 gare (9 successi e 4 pareggi), 7 delle quali in casa (5 vittorie e 2 pari). Il Gent invece, oltre al mtach di andata all’Olimpico, non ha altri precedenti contro avversari italiani.

COSI’ LA ROMA IN TRASFERTA – La Roma ha vinto le ultime due trasferte nei sedicesimi di Europa League ma ha vinto una sola volta nelle ultime quattro trasferte nella competizione, un pari e due sconfitte. Il suo bilancio complessivo in trasferta in Europa League (qualificazioni comprese) è di 6 vittorie, 6 pareggi e 5 ko. Il Gent invece non ha nessuna sconfitta in casa in questa stagione e hanno sempre segnato nel loro stadio.

AI SEDICESIMI ROMA OK 2 VOLTE SU 3 – La compagine di Paulo Fonseca è stata eliminata alla prima partecipazione ai sedicesimi di Europa League, contro il Panathinaikos nel 2009/10, ma ha superato il turno nelle altre due volte eliminando Feyenoord nel 2014/15 e Villarreal nel 2016/17.

COSA FA LA ROMA DOPO AVER VINTO LA PRIMA IN CASA – I giallorossi hanno passato il turno 26 volte su 31 in doppi confronti Uefa dopo aver vinto l’andata in casa: il passaggio del turno più recente proprio contro il Gent dieci stagioni fa, l’ultima sconfitta nella passata stagione dopo aver vinto 2-1 all’Olimpico col Porto negli ottavi di Champions League, salvo uscire ai supplementari dopo il 3-1 in Portogallo. La Roma ha passato il turno nove volte su dieci dopo aver vinto l’andata 1-0 in casa, l’unica eccezione è stata contro il Borussia Dortmund nei quarti di finale di Coppa Uefa 1992/93.

UNA VECCHIA CONOSCENZA – Il centrocampista del Gent, Sven Kums, ha giocato 29 partite in Serie A con l’Udinese nel 2016/17. Nel campionato italiano ha affrontato una volta la Roma perdendo in casa per 0-1 con Edin Džeko autore dell’unico gol.

SE PERSISTE IL PAREGGIO DOPO 180‘ – I belgi avranno bisogno di almeno 2 gol per portare a casa l’accesso gli ottavi. Nella fase a eliminazione diretta dell’Europa League, la qualificazione si decide infatti in base ai gol in trasferta come primo criterio. Se regna l’equilibrio anche in questo caso, allora si va ai supplementari. Se le due squadre segnano lo stesso numero di gol nei 30 minuti dei supplementari, i gol in trasferta contano doppio. Se invece non ci sono ulteriori gol nei supplementari, allora si andrà ai rigori.

Giulia Spiniello

Print Friendly, PDF & Email

1 commento

Comments are closed.