Foto Tedeschi

CONFERENZA FONSECA AJAX ROMA – Torna l’appuntamento con l’Europa League. Dopo aver superato il girone da prima e aver eliminato Braga e Shakhtar Donetsk nei due turni precedenti, la Roma ora è pronta ad affrontare l’Ajax per i quarti di finale della competizione europea. L’andata è in programma domani sera ad Amsterdam. Alla vigilia, il tecnico Paulo Fonseca ha parlato, insieme a Gianluca Mancini, in conferenza stampa. Queste le sue parole:

Leggi anche:
Mancini: “Nessuno contesta i metodi di Fonseca, solo voci per mettere la Roma nei casini”

Ajax-Roma, la conferenza di Fonseca: l’umore del gruppo e le scelte del passato

“Sulle scelte in partita e dopo la partita è facile dire che avrei dovuto fare diversamente o meno. Se toglierei ancora la fascia a Dzeko? Sulle scelte e le decisioni che riguardano il gruppo avrei fatto le stesse cose. Io sento la squadra motivata e fiduciosa”.

Le condizioni dei giocatori: Dzeko e Veretout

“Edin lo vedo bene. Anche fisicamente sta bene, è vero che è stato tanti giorni con la sua nazionale, ma è tornato bene e posso dire che giocherà domani e mi sembra in ottime condizioni per la gara di domani. Veretout? E’ pronto e giocherà domani. Sta bene e si è allenato bene”.

Leggi anche:
Ajax-Roma, le probabili formazioni e dove vederla

Ajax-Roma, Fonseca in conferenza stampa: l’analisi del match di domani

“Domani dobbiamo fare una partita perfetta, in tutti i momenti della gara. L’Ajax è fortissima, le intenzioni sono molto simili al Sassuolo, ovviamente con giocatori diversi. Nella prima fase di costruzione hanno una squadra simile al Sassuolo. Dobbiamo fare una partita concentrata e perfetta per lottare, dobbiamo avere maggiore concentrazione dal punto di vista difensivo rispetto a quanto fatto contro il Sassuolo, anche se penso che la squadra di De Zerbi abbia avuto dei meriti. L’Ajax è molto forte offensivamente. Affrontiamo un avversario molto forte, l’Ajax è una delle più forti in Europa a livello offensivo. Ha tante dinamiche, giocatori forti individualmente. La chiave è non commettere errori difensivi, essere concentrati e non permettergli di arrivare vicino alla nostra porta perché è lì che sono più forti. È importante fare una partita a livello difensivo, avere la palla e far correre l’Ajax dietro al pallone. Loro vogliono sempre avere la palla e l’iniziativa, principalmente dovremo fare una grande partita a livello difensivo. Chi è favorito? Questa cosa non è importante. Sappiamo quello che possiamo e vogliamo fare domani. L’Ajax per me è una squadra fortissima e sarà difficile, ma mi aspetto che sarà complicato anche per loro. Non possiamo dimenticare che ci sarà anche la gara di ritorno, sono sicuro che saranno due partite equilibrate e si deciderà alla fine della seconda partita. Le italiane non perdono qui da 18 anni? Aspettiamo domani, speriamo che continui così. Magari è per lo stile italiano.

Print Friendly, PDF & Email

10 Commenti

  1. Ormai sa di andar via e sta finendo di rompere tutto,
    la mia domanda è cosa aspetta la proprietà a prenderlo a calci nel culo oggi stesso?
    Va bene anche Mazzarri (udite udite… un allenatore che non stimo ma che so farebbe meglio di questo arrogante per le partite che restano, anche perchè qui ormai si tratta di salvare la faccia mica di posti in champions)logicamente fino alla fine del campionato

  2. Infatti lo vediamo con le tue scelte dove siamo arrivati.
    Domani t’inventerai qualche magia delle tue e purtroppo per noi tifosi l’ennesima delusione.
    SEMPRE E SOLO FORZA ROMA

  3. Sinceramente il mio amore per la Roma supera quello che penso di Fonseca.
    Spero proprio che Fonseca riesca a inventarsi qualcosa di buono, e che qualche giocatore ci metta quel qualcosa in più per tirare fuori una partita al di sopra delle proprie capacità (un po’ come i 2-3 mesi di Spinazzola a inizio stagione, o le prodezze di Miki lo scorso autunno).
    Passare il turno sarà un mezzo miracolo, ma piuttosto che vedere esonerato Fonseca preferisco vedere un miracolo.

Comments are closed.