romanews-roma-calciomercato-cessioni-esuberi

CALCIOMERCATO ROMA CESSIONI – Si parte dalle cessioni, poi si procederà con gli acquisti. Il direttore sportivo Petrachi ieri è stato chiaro: “La Roma ha sempre venduto e comprato giocatori. Se si venderà qualcosa, dovremo investire bene i soldi incassati”. Prima si vende e poi si compra, quindi. Ma con un diktat: cercare di tenere a tutti i costi i big della rosa, a cominciare da Lorenzo Pellegrini e Nicolò Zaniolo. Come reperire allora le risorse finanziarie giuste per il mercato? L’obiettivo del ds è di vendere tutti gli esuberi della rosa e trovare una sistemazione definitiva ai calciatori attualmente in prestito.

La situazione dei giocatori in prestito

Se i riscatti di Gonalons e Defrel sono praticamente certi, con l’obbligo che scatterà a salvezza raggiunta da Granada e Sassuolo, sono ben diverse le situazioni di Schick e Florenzi. Il talento ceco in Bundesliga sta brillando, ha già messo a segno 10 reti e ha palesato più volte la volontà di rimanere in Germania. “Il Lipsia tergiversa, provano a chiedere uno sconto ma non siamo qui a elemosinare”, ha detto chiaramente Petrachi nell’intervista di ieri a Sky Sport. Il diritto di riscatto, infatti, è fissato a 28 milioni (29 in caso di arrivo in Champions), ma il club della Red Bull non vorrebbe spingersi oltre i 20. Se non si troverà un punto di incontro, per la Roma a 25 milioni pagati in un’unica tranche, si cercherà un’altra soluzione. Sulle tracce dell’attaccante classe ’97 ci sono diversi club di Premier League. Florenzi, invece, attualmente al Valencia fino al termine dell’annata, potrebbe anche tornare in Italia. Se gli spagnoli non si muoveranno per acquistarlo, infatti, Atalanta e Fiorentina potrebbero sedersi al tavolo delle trattative con la Roma. Nzonzi resterà un altro anno in prestito al Rennes, mentre per Karsdorp si è parlato di un interesse del Napoli. Olsen è un rebus: se Cragno dovesse lasciare Cagliari, si potrebbe anche aprire la possibilità di restare in rossoblu per diventare titolare e non perdere Euro2021. Ma in ogni caso non sarà complicato trovare una destinazione per il numero uno svedese.

Calciomercato Roma, necessaria le cessioni degli esuberi

Altro compito di Petrachi sarà quello di riuscire a cedere quei calciatori che non rientrano più nei piani della società. In pole position Pastore: ingaggio troppo alto e rendimento deludente per i tanti infortuni. Dopo il trasferimento saltato in Cina, ora sul ‘Flaco’ c’è l’interesse di diversi club di MLS, su tutti dei Seattle Sounders e dei Los Angeles Galaxy. Pesano poi gli ingaggi di Perotti, Fazio e Juan Jesus. In complesso, se dovessero lasciare la Roma prima della scadenza del contratto consentirebbero un riscatto di circa 13 milioni. Tanti giocatori da piazzare e molto lavoro da fare: solo così, però, la Roma potrà accumulare il tesoretto utile a muoversi sul mercato.

Alessandro Tagliaboschi

Print Friendly, PDF & Email

6 Commenti

  1. Squadre di tutto il mondo dopo il corona virus e prima che finisca il campionato : Il calciomercato si farà a basso costo e in base ai risultati delle prossime 12 partite che rappresentano un terzo del campionato appunto.

    Prima però si possono fare tante tante chiacchiere.

  2. Prima si vende… e la Roma è fortunata perché ha TANTI giocatori che è meglio vadano via quanto prima, troppo scarsi ed alcuni inadeguati al progetto Fonseca. Poi basta comprare tre titolari quest’anno e tre l’anno prossimo …..per vincere il tanto atteso scudetto.

    • Se non sara’ fallimento, senza bidoni, senza ultratrentenni scarsi, senza costosi ed inutili ragazzini stranieri, senza pallotta, senza infortuni, senza petrachi.

  3. Se in Redazione c’ e’ un giornalista sportivo che abbia confidenza con il Management della AS Roma, chiedetegli, per cortesia, di intervistare, personalmente, Fonseca e Petrachi, in una esclusiva per Romanews.eu ed i suoi lettori, e si faccia dare i nomi dei giocatori che la Roma vuole cedere e , se possibile, a quali prezzi .. sarebbe un articolo veramente gagliardo ..

  4. Massimo rispetto per l’autore dell’articolo, ma negli ultimi 10 anni la Roma ha fatto cassa solo con i veri campioni, gli esuberi sono rimasti tali….regalati o lasciati per pochi spiccioli dopo averli strapagati

Comments are closed.