romanews-roma-joao-pedro-cagliari-gol
Foto Getty

CAGLIARI ROMA, L’AVVERSARIA – La Roma si prepara alla prova decisiva: affrontare il Cagliari in trasferta per capire se la crisi è veramente finita. Il pareggio ottenuto giovedì contro il Gent ha assicurato ai giallorossi il passaggio del turno in Europa League, ma non ha eliminato del tutto i dubbi riguardanti le condizioni fisiche e mentali della squadra. Dopo tre risultati utili consecutivi, il match in programma alla Sardegna Arena sarà l’occasione giusta per dimostrare di poter finalmente archiviare due mesi complicati e ricominciare la caccia al quarto posto.

Prossimi impegni

CagliariRoma (26° turno di Serie A, domenica 1 marzo ore 18.00, Sardegna Arena)
SpalCagliari (27° turno di Serie A, 7 marzo ore 20.45, Stadio Paolo Mazza)
VeronaCagliari (25° turno di Serie A, 11 marzo ore 15.00, Stadio Marcantonio Bentegodi)
CagliariTorino (29° turno di Serie A, 15 marzo ore 15.00, Sardegna Arena)

Come il Cagliari arriva alla sfida contro la Roma

Il 23 febbraio il Cagliari avrebbe dovuto affrontare il Verona al Rigamonti, ma la sfida, valida per il 25° turno di Serie A, è stata rimandata a causa dell’emergenza Coronavirus. Il match sarà recuperato l’11 marzo alle ore 15.00. L’ultima sfida disputata dai rossoblù in campionato risale quindi al 16 febbraio, giorno in cui hanno affrontato il Napoli in casa. Il match andato in scena alla Sardegna Arena è terminato 1-0 per gli azzurri: l’unico gol della gara è stato realizzato da Mertens al 65′. Quella incassata contro la squadra Gattuso è la seconda sconfitta consecutiva in campionato per gli uomini di Maran che ora si trovano all’11° posto in classifica con 32 punti e una partita da recuperare.

Punti di forza e debolezze

Dopo una partenza sprint in campionato, il Cagliari ha progressivamente rallentato e il suo rendimento è calato: l’ultima vittoria in Serie A risale al 2 dicembre (4-3 contro la Sampdoria). Da quel momento per la squadra di Maran sono arrivati 4 pareggi e 6 sconfitte. Attualmente il bilancio dei rossoblù in campionato è questo: 8 vittorie, 8 pareggi e 8 sconfitte. Insieme alla Fiorentina è la squadra ad aver ottenuto più ‘x’ finora. Il rendimento del Cagliari è migliore in casa: 5 vittorie, 2 pareggi e 5 sconfitte, 22 gol fatti e 19 subiti in 12 match. Meno bene invece in trasferta: 3 vittorie, 6 pareggi e 3 sconfitte, 16 reti realizzate e 17 incassate. L’attacco del Cagliari è settimo in Italia con 38 gol realizzati in 24 partite (media di 1,58 a gara). A inizio stagione la coppia Joao PedroSimeone è stata determinante, ma con il tempo molto è cambiato: nelle ultime due sfide disputate in campionato il Cagliari è rimasto a secco. Le statistiche rivelano che la squadra di Maran è quella che finora ha battuto meno corner (99). I rossoblù non corrono molto durante i 90′ minuti di gioco, anzi: dopo il Torino (media di 103,95 km percorsi a partita) sono la squadra che percorre meno km a partita (media di 105,76). In compenso però il Cagliari eccelle nel gioco aereo: sono 8 le reti messe a segno di testa, solo l’Inter ha fatto meglio (11). Un’occhiata al cronometro rivela che i rossoblù tendono ad essere più pericolosi e allo stesso tempo più vulnerabili tra il 75′ e il 90′: il 27% dei gol messi a segno e il 30% di quelli subiti sono arrivati proprio nell’ultimo quarto d’ora di gioco.

Joao Pedro e non solo…

Joao Pedro rappresenta sicuramente il pericolo numero uno per la difesa giallorossa. Il brasiliano è il miglior marcatore del Cagliari con 14 reti messe a segno in 24 partite. Finora Maran non ne ha mai fatto a meno in campionato (24 presenze da titolare in 24 match). Non è tutto, l’attaccante classe ’92 è primo per numero di occasioni da gol create (36) e vanta la miglior percentuale realizzativa (30,4%). Ha già fatto male alla squadra di Fonseca: è andato a segno dal dischetto nel match disputato il 6 ottobre all’Olimpico. La sfida del girone di andata è terminata 1-1. E’ opportuno nominare anche Giovanni Simeone e Radja Nainggolan, altri due punti fermi della squadra. Con 6 gol in 23 partite l’argentino è il secondo miglior realizzatore rossoblù e il giocatore che ha effettuato più tiri (45). L’ex giallorosso è invece il miglior assist man del Cagliari, con 5 assist serviti in 20 partite. L’assenza dello squalificato Nandez contro la Roma si farà sentire: è il calciatore rossoblù che corre di più, con una media di 10,4 km percorsi a partita. Il centrocampista uruguaiano è però anche il più indisciplinato (10 cartellini gialli in 23 presenze). I giocatori più impiegati da Maran fino a questo momento sono i già citati Joao Pedro (24 presenze), Simeone (23), Nandez (23), Pisacane (21), Klavan (21) e Ionita (21).

Le scelte di Maran per Cagliari-Roma

I due moduli più usati in campionato da Maran sono il 4-3-1-2 e il 4-3-2-1. Per il match contro i giallorossi il tecnico rossoblù dovrà fare a meno di Faragò, ancora fermo ai box a causa di una tendinopatia al retto femorale, e di Pavoletti, out per il resto della stagione a causa di una lesione del legamento crociato. In campo non ci sarà nemmeno Ceppitelli, alle prese con una fascite plantare. I rossoblù speravano di recuperarlo in settimana, ma il difensore non è ancora tornato ad allenarsi con il resto del gruppo. L’assenza più pesante però sembra quella di Nandez: il centrocampista è squalificato per un turno dopo l’ammonizione arrivata nell’ultimo match di Serie A. Contro la Roma tra i pali ci sarà Cragno, con Cacciatore, Pisacane, Klavan e Luca Pellegrini a completare il reparto difensivo. Centrocampo a tre con Rog, Cigarini e Ionita. Sulla trequarti, dietro la coppia d’attacco formata da Simeone e Joao Pedro, ci sarà Nainggolan. Qualora Maran optasse invece per il 4-3-1-2, Joao Pedro arretrerebbe accanto all’ex giallorosso.

La probabile formazione

CAGLIARI (4-3-2-1): 28 Cragno (ITA); 12 Cacciatore (ITA), 19 Pisacane (ITA), 15 Klavan (EST), 33 Pellegrini (ITA); 6 Rog (HRV), 8 Cigarini (ITA), 21 Ionita (MDA); 4 Nainggolan (BEL), 10 Joao Pedro (BRA); 99 Simeone (ARG).
A disp.: 1 Rafael (BRA), 90 Olsen (SWE), 40 Walukiewicz (POL), 3 Mattiello (ITA), 22 Lykogiannis (GRC), 17 Oliva (URY), 14 Birsa (SVN), 20 Pereiro (URY), 9 Paloschi (ITA), 26 Ragatzu (ITA).
All.: Rolando Maran

BALLOTTAGGI: Cacciatore-Mattiello, Oliva-Cigarini, Oliva-Ionita.
INDISPONIBILI: Faragò (ITA) (tendinopatia al retto femorale), Pavoletti (ITA) (lesione del legamento crociato), Ceppitelli (ITA) (fascite plantare).
IN DUBBIO:-.
SQUALIFICATI: Nandez (URY) (1 turno).
DIFFIDATI: Ceppitelli, Joao Pedro.

Martina Cianni

Print Friendly, PDF & Email

1 commento

Comments are closed.