romanews-roma-paulo-fonseca-conferenza-stampa-europa-league
Foto Tedeschi

ROMA BRESCIA CONFERENZA FONSECA – Dopo la vittoria contro il Parma all’Olimpico, per la Roma è il momento delle conferme. Alle 16.30 il tecnico Paulo Fonseca risponde alle domande dei giornalisti alla vigilia del match contro il Brescia, in programma allo Stadio Rigamonti domani alle ore 19:30.

La conferenza stampa

Mangiante, Sky Sport: poco fa il sorteggio del tabellone di Europa League. Si aspetta di avere per l’Europa League Smalling?
“In questo momento ci sono tante squadre difficili. Ma non dobbiamo pensare ad altre squadre, ma solo alla prossima con il Siviglia. Poi se vinciamo vediamo, ma ci sono tante squadre difficili. Stiamo lavorando per avere Smalling, sono fiducioso che Smalling possa giocare l’Europa League”.

Ricorrerà a Fazio per tenere la difesa a tre? Dzeko come sta?
“E’ vero, giocheremo con la difesa a tre e Fazio giocherà domani per sostituire Cristante. Dzeko vediamo. Non possiamo dimenticare che ha fatto queste due partite, ha avuto poco tempo per recuperare. Ha fatto un gran lavoro difensivo, ho parlato con lui ieri era stanco. Ci voglio parlare ancora oggi per vedere come sta fisicamente e poi deciderò”.

Corriere della Sera: Kolarov può fare il centrale della difesa a tre?
“Domani come ho detto giocherà Fazio. Poi eventualmente Kolarov può giocare in quella posizione lo ha già fatto in passato”.

E’ soddisfatto di Pellegrini? Cosa gli manca per diventare un campione affermato?
“Come sapete non sono mai soddisfatto. Io ho tanta fiducia in Pellegrini, voi sapete che a me piace tanto è un bellissimo giocatore. E’ un giovane che deve migliorare e non possiamo dimenticare che ha avuto problemi ed è stato infortunato in questa stagione, ma penso che è un giovane che deve migliorare”.

Il Romanista: quanto dipende dalla condizione fisica, quanto da quella atletica e quanto da quella mentale?
“Sono aspetti tutti collegati. Se stiamo bene fisicamente stiamo bene anche mentalmente. Sono tutti aspetti importanti”.

Gazzetta dello Sport e Il Tempo: quando esclude per scelta tecnica è perché i calciatori non sono al top fisicamente o non li vede concentrati? Ci può spiegare l’esclusione di Kluivert?
“Sì, sono situazioni diverse tra Bruno Peres e Kluivert. Di Bruno è stato una scelta, Kluivert non mi è piaciuto l’allenamento prima del Parma. Io ho parlato con lui, gli ho spiegato che è per questo che non è stato con noi a Parma. Ha reagito bene, oggi e ieri si è allenato bene e per domani è un’opzione”.

Tuttosport: è fiducioso di avere Smalling in Europa League?
“Come ho detto, stiamo lavorando per avere Smalling in Europa League e sono fiducioso”.

Se sarà confermato il modulo del Parma chi potrà sostituire Mkhitaryan? Quanti minuti ha Zaniolo?
“Abbiamo molti calciatori che possono fare quel ruolo, vedremo domani. Zaniolo è stato tanto tempo infortunato, dobbiamo scegliere il momento giusto per fargli giocare più minuti. Ma il primo aspetto è la squadra, prima penso alla squadra e poi a Zaniolo. La squadra è più importante. Se la squadra starà bene allora Zaniolo potrà giocare, al contrario, invece, non potrà giocare”.

Tele Radio Stereo: Kolarov non è partito titolare nelle ultime partite. E’ in ritardo di condizione?
“Spinazzola è stata una scelta, ha fatto due buone partite. Se domani io voglio giocare con Kolarov io so che lui è pronto per giocare: lavora sempre bene e con qualità. Se domani voglio giocare con Kolarov, io so che è un giocatore pronto per giocare”.

Centro Suono Sport: con il Parma tanti cross sono stati sbagliati. Errori di calibro dei cross o l’area è stata occupata male?
“Il Parma è molto forte a difendere vicino all’area e non è facile attaccare. Dobbiamo migliorare nelle due situazione: occupazione dello spazio e le decisioni, perché possiamo fare meglio. Anche se ci sono tanti giocatori a difendere”.

Oltre gli squalificati, intende fare pochi cambiamenti?
“Cristante e Mkhitaryan sono squalificati quindi dovrò sostituirli. Non voglio cambiare modulo. Devo capire se Dzeko è pronto o no, ci sono anche altre situazioni, ma non voglio cambiare”.

Ritiene Veretout imprescindibile?
“Nessuno è imprescindibile, in nessuna squadra ci sono elementi imprescindibili. Ma posso dire che è in un grande momento ed è molto importante per la squadra”.

Print Friendly, PDF & Email