BRESCIA ROMA, L’AVVERSARIA – La Roma si prepara ad una nuova trasferta dopo la vittoria conquistata all’Olimpico contro il Parma. Questa volta la squadra di Fonseca dovrà affrontare il Brescia al Rigamonti e cercare di portare a casa altri tre punti per mettersi definitivamente alle spalle questa prima difficile parte del 2020.

Prossimi impegni

Brescia-Roma (32° turno di Serie A, 11 luglio ore 19.30, Stadio Mario Rigamonti)
Atalanta-Brescia (33° turno di Serie A, 14 luglio ore 21.45, Stadio Atleti Azzurri d’Italia)
Brescia-Spal (34° turno di Serie A, 19 luglio ore 19.30, Stadio Mario Rigamonti)
Lecce-Brescia (35° turno di Serie A, 22 luglio ore 21.45, Stadio Via del Mare)

Come il Brescia arriva alla sfida con la Roma

L’ultima giornata di Serie A ha visto il Brescia impegnato in trasferta contro il Torino. I biancazzurri hanno sbloccato il risultato al 21′ con il gol messo a segno da Torregrossa. Nel secondo tempo però l’autogol di Mateju al 48′ ha riaperto la partita e i granata ne hanno approfittato e hanno conquistato la vittoria in rimonta grazie alle reti di Belotti e Zaza, rispettivamente al 58′ e all’86’. Il match andato in scena all’Olimpico di Torino è quindi terminato 3-1 per i padroni di casa. Il Brescia rimane a quota 21 punti, al penultimo posto in classifica. Dalla ripresa del campionato per la squadra di Lopez sono arrivati 2 pareggi, 2 sconfitte e una vittoria.

Punti di forza e debolezze

Il bilancio del Brescia in Serie A è decisamente negativo: in 31 partite sono state collezionate 5 vittorie (numero più basso insieme alla Spal), 6 pareggi e ben 20 sconfitte. Solo la Spal ha incassato più sconfitte finora (22). Quello dei biancazzurri è il secondo peggior attacco del campionato, con 28 gol realizzati in 31 gare (media di 0,9 a partita). Nemmeno il reparto difensivo se la cava meglio, con 61 reti subite in 31 gare (media di 1,97 a partita), solo il Lecce ha fatto peggio (71). In questo senso sicuramente il 6-0 incassato contro l’Inter alla 29esima giornata non aiuta. Quella di Lopez è anche la squadra che ha effettuato meno tiri in campionato finora (231) e che ne ha sbagliati di più (103, il 45% del totale), ma anche quella che ha battuto meno corner (123) e colpito meno legni (6). I dati non migliorano quando si parla di possesso palla, anzi: anche qui è del Brescia il record negativo (media di 19’41 totali a partita, solo 7’49 con il pallone nella metà campo avversaria).

Male il rendimento sia in casa che in trasferta. Al Rigamonti sono arrivate 2 vittorie, 4 pareggi e 9 sconfitte, 17 gol realizzati e 27 subiti (media di 0,67 punti a partita). Lontano da casa invece sono state conquistate 3 vittorie, 2 pareggi e 11 sconfitte, 11 reti messe a segno e 34 incassate (media di 0,69 punti a partita). In entrambi i casi soltanto la Spal, ultima in classifica, ha fatto peggio in Serie A. Un’occhiata al cronometro rivela che il Brescia tende ad essere leggermente più pericoloso tra il 15′ e il 30′ (21% dei gol realizzati in questo quarto d’ora) e che risulta essere più vulnerabile nell’ultima mezz’ora di gioco (48% dei gol subiti tra il 60′ e il 90′).

I numeri dei singoli

Il miglior marcatore del Brescia è Donnarumma, a quota 7 gol in 26 presenze. L’attaccante vanta anche la migliore percentuale realizzativa (24,1%, 29 tiri effettuati, di cui 15 nello specchio). Subito dopo ci sono Torregrossa (5) e Balotelli (5), che è anche il giocatore che ha creato il maggior numero di occasioni (25) ed effettuato più tiri (51). L’assist-man delle Rondinelle è invece Tonali, autore di 6 assist. Il biancazzurro che corre di più è Bisoli, con una media di 11.22 km percorsi a partita. Per quanto riguarda la precisione dei passaggi effettuati, il migliore è Chancellor (85.3%). Il difensore venezuelano vanta anche la media più alta di duelli aerei vinti a partita (2,6). Finora in campionato il reparto arretrato del Brescia non ha mai fatto meno di Sabelli, che ha quindi collezionato 31 presenze su 31 gare. Subito dopo c’è Tonali, a quota 28 presenze.

Le scelte di Lopez per Brescia-Roma

Il modulo più usato dal Brescia in questa stagione è il 4-3-1-2, che ogni probabilità verrà riconfermato anche contro la Roma. Per il match contro i giallorossi Diego Lopez dovrà fare a meno di Bisoli, out per il resto della stagione dopo l’intervento per la ricostruzione del tendine rotuleo, e di Cistana, operato ad una caviglia, che dovrebbe rientrare verso la metà del mese. In dubbio invece Alfonso, ai box per un ematoma ad una coscia. Tra i pali ci sarà Joronen, con Sabelli, Papetti, Mateju e Martella a completare il reparto difensivo. Centrocampo a tre con Dessena, Tonali e Bjarnason. Sulla trequarti, dietro a Torregrossa e Donnarumma, ci sarà invece Spalek.

La probabile formazione

BRESCIA (4-3-1-2): 1 Joronen; 2 Sabelli, 32 Papetti, 3 Mateju, 26 Martella; 27 Dessena, 4 Tonali, 31 Bjarnason; 7 Spalek; 11 Torregrossa, 9 Donnarumma.
A disp.: 12 Andrenacci, 5 Gastaldello, 6 Ndoj, 8 Zmrhal, 14 Chancellor, 16 Ghezzi, 18 Ayé, 19 Mangraviti, 23 Skrabb, 34 Viviani, 29 Semprini.
All.: Diego Lopez.

BALLOTTAGGI:-.
IN DUBBIO: Alfonso (ematoma alla coscia).
INDISPONIBILI: Bisoli (intervento per la ricostruzione del tendine rotuleo), Cistana (intervento alla caviglia).
DIFFIDATI: Dessena, Sabelli, Spalek, Chancellor.
SQUALIFICATI:-.

Martina Cianni

Print Friendly, PDF & Email