romanews-roma-borussia-kluivert.jpg
Foto Getty

CONTI ALLA MANO – ‘Conti alla Mano’ è la nuova rubrica ideata e realizzata da Romanews.eu per cercare di capire meglio il rendimento della Roma attraverso le statistiche avanzate. Ogni settimana proporremo gli spunti più interessanti, provando ad analizzarli e a spiegarli in modo semplice. Oggi parliamo dei problemi avuti dalla Roma nell’aggirare il pressing del Borussia, come evidenziato dalle statistiche.

Roma a due facce contro il Borussia: male nel primo tempo, meglio nella ripresa

Contro il Gladbach, la Roma perde la seconda partita stagionale. Lo fa in modo complessivamente immeritato. Non a caso alla fine le occasioni prodotte dai giallorossi sono praticamente identiche a quelle dei tedeschi (1,36 xG vs 1,33 xG). La prestazione degli uomini di Fonseca è stata però tutt’altro che perfetta, soprattutto nel primo tempo. La Roma ha infatti concesso troppo ad inizio partita al Borussia. Nei primi 45 minuti di gioco, i giallorossi hanno addirittura preso il 58% dei tiri subiti durante tutta la partita, concesso il 57% dei passaggi chiave agli avversari e collezionato il 61% delle palle perse totali.

Romanews-legenda-statistiche-2-1.jpg

Le statistiche di Borussia-Roma: i problemi dei giallorossi ad aggirare il pressing avversario

Proprio le palle perse sono state il grande problema della Roma contro il Gladbach. I giallorossi ne hanno collezionate ben 31 in tutta la gara, facendo registrare così il proprio secondo peggior dato stagionale. Non a caso la percentuale dei passaggi completati in partita è stata stavolta solo del 76% (record negativo di quest’anno). Segno che gli uomini di Fonseca hanno sofferto particolarmente il pressing avversario, come in parte era capitato anche all’andata. Perdendo così tanti palloni, quindi, la Roma si è esposta inevitabilmente alle ripartenze del Borussia, rischiando fin troppo in difesa e spendendo energie preziose per il finale. In questo modo è davvero difficile vincere le partite purtroppo.

I giocatori giallorossi che hanno sbagliato di più nel palleggio contro il Gladbach

Vediamo allora quali giocatori della Roma hanno contribuito maggiormente a questo dato così negativo. Il primo è sicuramente Aleksandar Kolarov. Il terzino serbo ha completato solo il 61% dei passaggi, dimostrando di aver bisogno probabilmente di rifiatare un po’. Un altro che ha sbagliato tantissime giocate contro il Gladbach è stato Edin Dzeko. Il centravanti giallorosso ha perso ben 6 palloni, facendo registrare appena il 58% dei passaggi riusciti. Stesso numero di palle perse anche per Kluivert, che ha sprecato in effetti diverse occasioni in contropiede, in modo spesso inspiegabile. Perfino Mancini stavolta è stato più impreciso del solito (3 palle perse per lui in nemmeno 60 minuti).

Si è reso autore di una brutta prestazione pure Javier Pastore, che contro il Borussia ha giocato al di sotto delle sue capacità. Infatti, a dispetto del solito contributo di corsa e dinamismo dato a centrocampo, l’argentino ha sbagliato davvero troppo in fase di rifinitura. Tanto da perdere 4 palloni e avere una precisione nei passaggi del 64%. Un dato veramente bassissimo per un giocatore della sua classe. Menzione speciale infine per Perotti e Under. I due sono entrati soltanto nell’ultima parte di gara, ma i pochi minuti giocati sono stati sufficienti per perdere rispettivamente 3 e 2 palloni. Ecco allora che, tra errori individuali e prestazione di squadra, è evidente come i giallorossi abbiano finito per compromettere la propria partita soprattutto attraverso un’eccessiva imprecisione nel possesso della palla. (fonte dei dati: WhoScored.com e InfoGol)

Print Friendly, PDF & Email

2 Commenti

  1. Eppure, nonostante la disamina ricca di elementi e di numeri ma davvero negativa che ci regala Corso Leonardo, personalmente ritengo che la Roma meritasse la vittoria e che sia stata semplicemente, ancora una volta, sfortunata .. stavolta il guardalinee ha voluto omaggiare la Merkel .. si .. male o maluccio qualche giocatore, ma non di certo Pastore .. i peggiori per me Kolarov e Fazio, maluccio Dzeko, ma bene o sufficienti tutti gli altri ricordandovi che abbiamo giocato contro la prima in classifica in Germania .. se sono primi nella loro Nazione, che offre un buon calcio, un motivo ci sara’ pure, no?

  2. Penso che il problema debba essere affrontato, anche perché con l’attento monitoraggio che si fa in Italia, tutti ora sanno che la Roma soffre molto il pressing costante degli avversari. Oltre tutto ho notato che i giallorossi spesso sprecano un tocco di troppo alla palla, così come non si muovono costantemente per smarcarsi e suggerire nuove trame di gioco. Inoltre taluni indugiano in pericolosissimi dribblings in zone adiacenti all’area di rigore. Ci si può allenare per ovviare a tali inconvenienti, ricordando anche il monito del grande Liedolm, per cui la velocità è importante, ma lo é di più la rapidità!

Comments are closed.