romanews-roma-bologna-partita-danilo
Foto Getty

BOLOGNA ROMA, TIKI TATTICA – Dopo l’Europa League, è già tempo di tornare sul campionato: la Roma sfida il Bologna al Dall’Ara, nel match valido per la quarta giornata di Serie A. I padroni di casa hanno avuto una partenza sprint sulla scia del finale della scorsa: ancora imbattuti con 7 punti, frutto di 2 vittorie e un pareggio. La squadra di Fonseca, invece, dopo un avvio non semplice con due pareggi potrebbe aver trovato la strada giusta: successo per 4-2 contro il Sassuolo nell’ultimo turno e 4-0 contro l’Istanbul Basaksehir in Europa League.

LE SCELTE – Il Bologna é pronto a riconfermare buona parte della squadra che sta facendo bene in questo avvio. Si parte con il 4-2-3-1, con Skorupski in porta e la linea a 4 di difesa composta da Tomiyasu, in ballottaggio con Mbaye, Bani, Denswil e Dijks. La mediana è formata da Medel e Poli, mentre il trio di trequartisti vede agire Orsolini, Soriano e Palacio a sostegno dell’unica punta Mattia Destro. L’ex giallorosso, però, è in ballottaggio con Sansone: in tal caso, l’ex Villareal si posizionerebbe tra i trequartisti con Palacio prima punta. Anche Fonseca è intenzionato a cambiare poco rispetto alla squadra che ha vinto e convinto negli ultimi due impegni. Pronto il 4-2-3-1, con Pau Lopez a proteggere i pali e la difesa con Florenzi che si riprende la fascia destra, Mancini, Fazio e Kolarov. Titolare in mediana Veretout insieme a Cristante, mentre dietro all’unica punta Edin Dzeko ci saranno Zaniolo, Pellegrini e Mkhitaryan.

LA CHIAVE Mihajlovic ha trasferito alla sua squadra pochi concetti ma chiari: immediata ricerca del reparto offensivo con verticalizzazioni rapide e inserimenti del centrocampista e compattezza difensiva con marcature preventive. La Roma, come sottolineato anche da Fonseca in conferenza stampa, dovrà far valere la sua qualità ed essere capace di muovere velocemente il pallone sfruttando gli spazi che si possono venire a creare dietro la linea di centrocampo. La qualità di giocatori come Pellegrini, Mkhitaryan, Zaniolo può essere senz’altro d’aiuto. Inoltre, ci sarà bisogno di saper lottare in campo: la Roma dovrà dimostrarsi pronta a farlo.

Alessandro Tagliaboschi

Print Friendly, PDF & Email