Sabato 6 marzo, ore 20.45, stadio Olimpico andrà in scena Roma-Milan. Un match importantissimo per entrambe le squadre: i giallorossi, dopo il mezzo passo falso di Napoli, vogliono vincere per agguantare proprio il Milan al secondo posto; ai rossoneri invece servono i tre punti per confermarsi come l’unica rivale dei cugini nerazzurri per la conquista dello scudetto. Rincorsa, quella del Milan, iniziata proprio dalla vittoria nel match di andata contro la Roma: infatti quel 2-1 contestatissimo del 18/10/09 (reti di Menez, Ronaldinho su rigore e Pato) salvò il tecnico Leonardo da un esonero quasi certo e diede il via ad un ruolino di marcia inarrestabile nel quale i rossoneri hanno conquistato 42 punti su 18 partite (la Roma è appena dietro con 40 punti).I PRECEDENTI – Roma-Milan, per la storia e la tradizione delle due squadre, è considerato uno dei match più importanti della serie A. Nella storia recente di questa partita (dagli anni ’90 sino ad oggi) la Roma ha affrontato il Milan all’Olimpico per 18 volte, con le vittorie che superano di poco sia i pareggi che le sconfitte (7v; 6p; 5s). La prima vittoria la ricordiamo molto bene: un rotondo successo per 3-0, con le reti di Balbo, Cappioli e il meraviglioso tocco di esterno da posizione defilatissima di un giovanissimo Francesco Totti (era il 13/06/96, prima e unica stagione di Carlos Bianchi in giallorosso). Storico invece il 5-0 del 03/05/98 con il quale la prima Roma di Zdenek Zeman schiantò l’ultimo Milan di Fabio Capello (doppietta di Di Biagio, Candela, Delvecchio e Paulo Sergio). L’ultimo confronto fra le due squadre all’Olimpico risale all’11/01/09: un 2-2 che vide protagonisti Vucinic e Pato (entrambi autori di una doppietta), mentre l’unico precedente fra Ranieri e Leonardo risale al match di andata di San Siro. 
CURIOSITA’- Roma-Milan vuole dire anche sfida fra brasiliani: 5 nel Milan (Dida, Thiago Silva, Mancini, Ronaldinho e Pato) e 6 nella Roma (Julio Sergio, Doni, Artur, Juan, Taddei e Julio Baptista). Per uno di questi 11 calciatori, non sarà un match come tutti gli altri: Amantino Mancini. Il brasiliano infatti sembra essere il pricipale candidato a prendere il posto di Pato (out per infortunio) nello schieramento titolare; L’ala rossonera si troverà di fronte i suoi ex-compagni di squadra con i quali ha giocato per cinque stagioni. L’esterno brasiliano ha già affrontato in passato la Roma all’Olimpico con la maglia dell’Inter: nella vittoria per 4-0 dei nerazzurri, era subentrato al 69′ della ripresa al posto di Quaresma.
TATTICA – La squadra di Leonardo gioca un calcio assolutamente spregiudicato, votato all’attacco (lo stesso mister rossonero ha più volte detto di ispirarsi al Brasile del Mondiale ’82): la difesa è schierata a 4, ma i terzini sono molto propensi al gioco offensivo (spesso sono Abate e Antonini); a centrocampo il solito Pirlo agisce da playmaker con accanto uno fra Gattuso e Ambrosini, più avanti Seedorf; l’attacco è micidiale: Pato-Borriello-Ronaldinho hanno dimostrato, quando sono in giornata, di non essere inferiori a nessuno in Italia e, forse, in Europa.
 
Davide Franchini
(1) Nelson Dida (BRA); (12) CHristian Abbiati (ITA); (31) Flavio Roma (ITA)Difensori(4) Kahka Kaladze (GEO/nazionale); Oguchi Onyewu (USA); (13) Alessandro Nesta (ITA); (15) Gianluca Zambrotta (ITA/nazionale); Marek Jankulovsky (CEC); (19) Giuseppe Favalli (ITA); (25) Daniele Bonera (ITA); (33) Thiago Silva (BRA/nazionale); (44) Massimo Oddo (ITA); (77) Luca Antonini (ITA).Centrcoampisti(8) Gennaro Gattuso (ITA/nazionale); (21) Andrea Pirlo (ITA/nazionale); (32) Davide Beckham (ING/nazionale); (10) Clarence Seedorf (OLA/nazionale); (20) Ignazio Abate (ITA); (23) Massimo Ambrosini (ITA); (16) Mathieu Flamini (FRA).Attaccanti(22) Marco Borriello (ITA/nazionale); (9) Filppo Inzaghi (ITA); (7) Alexandre Pato (BRA/nazionale); (11) Klaas-Jan Huntelaar (OLA/nazionale); (30) Mancini (BRA); (80) Ronaldinho (BRA); (17) Gianmarco Zigoni (ITA); (40) Dominic Adiyiah (GHA).Probabile Formazione: (4-2-1-3): Abbiati; Abate, Nesta, Thiago Silva, Antonini; Pirlo, Ambrosini; Seedorf; Mancini, Borriello, Ronaldinho.Allenatore: Leonardo

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here