L’Europa League è già al primo punto di svolta. Centottanta minuti separano la Roma dalla fase a gironi della neonata competizione europea, che da luglio ha sostituito la vecchia Coppa Uefa. Dopo il doppio successo contro il Gent, Totti e compagni vanno alla scoperta del Mestský Futbalový Klub Košice, più semplicemente Mfk Kosice. La squadra slovacca ha staccato un biglietto per l’ultimo turno preliminare di Euroleague vincendo la coppa nazionale. Nella finale dello scorso anno, il team guidato da Jan Kozak – tornato sulla panchina del Kosice dopo la storica qualificazione in Champions League del 1997-98, che ne ha fatto la prima squadra slovacca a prendere parte alla fase finale della manifestazione – si è imposto per 3-1 sull’Artmedia Petržalkaa. Oggi, naviga a vista ai margini della Coron Liga sperando di non sprofondare
 
EUROPA –  «E’ un sorteggio che può presentare delle incognite, perché hanno già iniziato il campionato e perché di loro sappiamo poco». Così dieci giorni fa Luciano Spalletti aveva accolto l’accoppiamento con la squadra slovacca. Il primo picco di una storia fatta di improvvise ascese e di rovinose cadute, risale alla stagione 1970-71. Secondo posto nel campionato cecoslovacco che vale al Kosice il primo, storico piazzamento Uefa. Il successo nel primo turno contro lo Spartak Mosca per 2-1 in casa è, però, solo un’illusione. Spenta dallo zeroadue rimediato nel ritorno moscovita. Due anni più tardi, altra qualificazione europea dopo la vittoria della coppa nazionale. Anche se, come lo Spartak, gli ungheresi dell’Honved, si riveleranno capaci di annichilire il Kosice in casa propria dopo aver perso di misura in Slovacchia. Per un trionfo in campionato bisogna aspettare fino al 1996-’97. Quando, con il magnate dell’acciaio Alexander Rezes al timone del club, la squadra festeggia il primo storico titolo slovacco riuscendo poi ad arrivare fino al primo turno di Champions Lague. Il piccolo Kosice nel girone dei giganti, con Juventus e Manchester United, dopo aver superato ai preliminari gli islandesi dell’Ia e lo Spartak Mosca, in una sorta di rivincita della gara di venticinque anni prima. Il girone Champions non porta punti, il bis in campionato non porta fortuna. Il sogno di ripetere le imprese europee dell’anno prima finisce prestissimo, dopo i centottanta minuti contro il Broendby nel secondo turno preliminare. Da lì in poi un crollo che porta la squadra fino alla seconda divisione, dopo il fallimento di Rezes e la cessione del club ad un gruppo italiano.
 
NUOVO CORSO – A inaugurare la resurrezione della squadra, l’offerta della Steel Trans Licartovce per una fusione. Ne nasce, nel 2005, l’attuale Mfk Kosice – che sostituisce il vecchio 1. Fc Kosice – e il nuovo stadio Čermel, attuale residenza della squadra per le gare interne. Una stagione, quella 2005-2006, chiusa con il ritorno nella Corgoň Liga, massima serie slovacca. La coppa dello scorso anno è il primo successo firmato dal nuovo corso. Oggi, le certezze del Kosice sembrano nuovamente messe in dubbio da una classifica che dice soltanto «più uno» sulle ultime, dopo le tre sconfitte consecutive maturate dalla squadra nonostante le reti del bomber Ján Novák, classe ’85, autore di quattro reti nell’ultimo turno. I problemi dei ragazzi di Kozac in campionato non ingannino: non c’è da fidarsi. Francesco Totti è stato chiaro: «Le partite vanno giocate tutte per 90 minuti, senza perdere la concentrazione. Sappiamo che saranno sicuramente più avanti nella preparazione». È il caso di credergli.
 
M.P.
 
Probabile formazione (4-4-2): Schreng; Kišš, Bašista, Kaminský, Cicman; Viazanko, Dobias, Kuzma, Milinkoic; Novák, Škutka.A disposizione: Repiský, Školník, Smrek, Matić, Janič, Adriano, Serečin.Allenatore: Kozac
 
LA ROSA
 
Portieri1   Nikola Schreng (Cro)21 Roland Repiský 25 Jozef Brudňak
 
Difensori2  Stanislav Kišš 3  Patrik Kaminský 4  Radoslav Školník 6  Stanislav Smrek13  Róbert Cicman 15  MikulᚠTóth 19  Matúš Čonka 20  LukᚠDžogan 23  Peter Bašista (capitano)
 
Centrocampisti7  Kamil Kuzma 8  Timon Dobias 9  Uroš Matić (Srb)10  Marko Milinković (Srb)11  Martin Juhar 14  Miroslav Viazanko 17  LukᚠJanič 24  Kamil Karaš
 
Attaccanti18  Ján Novák 22  Filip Serečin 26  Dávid Škutka 40  Adriano (Bra)
 
AllenatoreJan Kozak

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here