Sono 15 le squadre già qualificate per la fase ad eliminazione diretta dell’Europa League, tra cui 7 sono già sicure di partecipare al sorteggio come vincitrici dei loro gironi. Le “magnifiche sette” sono: Benfica, Sporting, Galatasaray, Fenerbache, Salisburgo, Shaktar Donetsk e PSV Eindhoven. Se sette squadre sono certe del primato del girone, ad unirsi alle escluse dalla Champions League tra cui Liverpool e Juventus, ci saranno altre 8 squadre certe della qualificazione, ma non ancora del primato del girone, tra cui la Roma. Il primo posto nel girone di Europa League potrebbe garantire ai giallorossi un sedicesimo di finale meno complicato, visto che le prime del girone non incroceranno le quattro migliori terze escluse dalla Champions. Il resto è fortuna. Il sorteggio, in caso di primo posto nel girone, potrebbe celare altre insidie, si potrebbero comunque incontrare le quattro peggiori terze dei gironi di Champions, ed oltre a queste, le seconde dei gironi di Europa League, che nascondono non pochi ostacoli. La fortuna spesso è meglio crearsela da soli, cercando di ottenere il primo posto e sperando in un buon sorteggio: il primo posto, perciò, andrebbe vissuto come un obbligo, più che come un obiettivo. Prima, però, c’è il CSKA: quella di mercoledì è una partita che va vinta, visto che i bulgari hanno un solo punto nel girone e vorrebbero chiudere dignitosamente la competizione. Un pareggio potrebbe non bastare, in caso di contemporanea vittoria del Basilea: nel caso finiremmo a pari punti, ma il migliore andamento degli svizzeri nei confronti diretti garantirebbe a quest’ultimi il primo posto. Il pareggio potrebbe bastare, invece, in caso di vittoria del Fulham. Ma se è vero che crearsi la fortuna da soli aiuta, sarebbe meglio rientrare dalla Bulgaria con i 3 punti in tasca, senza farsi troppi calcoli.
PRECEDENTI –  le due squadre hanno affrontato la fase a gironi di Europa League una sola volta: nel 2005 2006, la Roma passò il turno, loro furono eliminati. Per arrivare ad uno scontro diretto tra le due squadre, escludendo il 2 a 0 dell’Olimpico, dobbiamo scendere fino alla stagione 1983, 1984, quando nel girone di Champions la Roma di Liedholm superò per 1 a 0 i Bulgari sia all’andata che al ritorno. Da questi numeri si registra un dato curioso: la Roma non ha mai preso gol dal CSKA di Sofia nei precedenti europei, ed ha sempre conquistato i tre punti, un dato che fa ben sperare per mercoledì, con l’augurio che possa essere onorata questa striscia positiva.

CURIOSITA’ – Il CSKA in casa è comunque una squadra di tutto rispetto, anche se il solo punto nel girone potrebbe ingannare. Non vincono in casa da tre partite, questo è vero, ma nelle precedenti 9 in casa non avevano mai perso. La sconfitta col Basilea ha messo fine alla loro striscia positiva. La sconfitta contro gli svizzeri non è stata ben digerita dall’allenatore, Luboslav Penev (subentrato a suo zio nello scorso febbraio), il quale dopo il triplice fischio aveva rassegnato le sue dimissioni, ritirate, però, dopo un colloquio con la società, nella speranza che i recenti eventi potessero rendere la squadra più forte. Da giocatore Penev ha registrato numeri importanti. Ha giocato nello stesso CSKA al fianco di un certo Stoichkov, ed ha giocato con squadre del calibro di Valencia e Atletico Madrid: col Valencia, in particolare ha sengato 101 gol in 226 partite tra il 1989 e il 1995.
Mentre Penev ha trascorso la sua carriera di calciatore in queste due squadre spagnole, Ranieri invece le ha allenate entrambe: Il Valencia tra il 1997 e il 1999, l’Atletico nella stagione 2004-2005. Quella di mercoledì, infine, è una gara importante per la storia Europea della Roma anche perché è la gara numero 200 in competizioni Europee: nelle 199 precedenti si registrano 96 vittorie 43 pareggi e 60 sconfitte. Sarebbe carino vincere la duecentesima.

INDISPONIBILI: La Roma avrà come indisponibili Doni, Mexes, Tonetto, Vucinic, Taddei, Menez e Totti (lasciato a riposo).

PROBABILE FORMAZIONE CSKA:( 4-3-2-1) Chavdarov, Minev, Vidanov, Ivanov, K.Stoyanov, Yanchev, Morozs, Marquinos, Todorov, I.Stoyanov, Delev
ROSA CSKA:
Portieri27      Ivaylo Petrov      1973      Bulgaria           1        Zdravko Chavdarov     1981     Bulgaria         12      Ivan Karadzhov     1989     Bulgaria     Difensori6       Kiril Kotev     1982     Bulgaria         13     Aleksandar Branekov     1987     Bulgaria         15     Ivan Ivanov     1988     Bulgaria     52     Yordan Minev     1980     Italia          19     Apostol Popov     1982     Bulgaria         4       Kostadin Stoyanov     1986     Bulgaria     2       Pavel Vidanov     1988     Bulgaria      21     Kosta Yanev     1983     Bulgaria          Centrocampisti5       Todor Yanchev     1976     Bulgaria          32     Viktors Morozs     1980     Lettonia          30     Yordan Todorov     1981     Bulgaria          28     Marcos Antonio Malachias jr “Marquinos”    1982     Brasile     3       Mendes David Silva     1986     Portogallo         20     Nikolay Manchev     1984     Bulgaria         14     Svetoslav Stefanov Petrov     1978     Bulgaria          73     Ivan Stoyanov     1983     Bulgaria          8       Todor Timonov     1986     Bulgaria         Attaccanti7       Vlamidir Manchev     1977     Bulgaria          77     Spas Delev     1989     Bulgaria          22     Ferreira Michel Platini     1981     Brasile          11     Orlin Orlinov     1988     Bulgaria         29     Blagoy Paskov     1989     Bulgaria         10     Marinho Reis Rui Miguel     1984     Portogallo         18     Atanas Tzankov Zehirov     1989     Bulgaria

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here