Domenica al Massimino il Catania proverà a fermare la Roma. La squadra rossoblù è reduce da due sconfitte consecutive contro Milan e Fiorentina e per questo cercherà di chiudere l’anno con una bella figura davanti ai propri tifosi. Ed è proprio in casa che gli etnei si trasformano. Il Massimino è un vera e propria roccaforte, fino ad ora solo l’Udinese è riuscita ad epsugnarla. La formazione di Zenga, infatti, sta costruendo la sua salvezza tra le mura amiche: 19 dei 22 punti totali sono stati conquistati in casa. Un’infinità se si pensa ai soli 3 punti rimediati in trasferta.
 
SORPRESA – Contro i giallorossi Zenga potrebbe schierare a sorpresa Dica. Il trequartista romeno, non convocato per oltre un mese e rivistosi in campo nel finale della partita di Firenze, è stato tra i migliori (doppietta di testa) nella partitella con la Primavera disputata a Massannunziata e non è escluso che domenica possa partire titolare. Il tecnico siciliano poi ritrova Mascara, dopo l’infortunio della settimana scorsa. “Adesso sto abbastanza bene – ha dichiarato l’attaccante rossazzurro – sono a disposizione, poi decide il mister, non posso dire con sicurezza se giocherò”.
 
PRE-GARA BOLLENTE – Quella di domenica sarà una gara particolare per Terlizzi e Silvestri, entrambi romani e romanisti. Alcuni giorni fa il difensore aveva lanciato urla di battaglia nei confronti di Francesco Totti: “E’ come gli altri, forse andrà solo picchiato un po’ di più”. Successivamente Terlizzi, dopo le polemiche suscitate dalle sue dichiarazioni, ha voluto precisare: “Io non ho mai detto una frase del genere, era in tono assolutamente scherzoso. Io di Totti ho sempre parlato benissimo, e poi sono anche un tifoso doc della Roma… Auguro ai giallorossi di vincere lo scudetto, a parte domenica auguro loro tutto il bene possibile”.
 
I NUMERI DEL MATCH – Giallorossi in netto vantaggio nei 22 precedenti contro il Catania: 11 sono i successi romanisti, 2 le vittorie siciliane, mentre 9 sono i pareggi. Nelle gare giocate al Massimino, invece, i numeri sono più equilibrati: 2 vittorie a testa. Con 2 reti per uno, Facchin (Catania) Del Sol e Vucinic (Roma) sono i calciatori più prolifici nelle gare giocate a Catania in serie A. Sono 42 anni che il Catania non vince sui giallorossi in casa, infatti l’ultimo successo degli isolani risale al 3 Aprile 1966, quando la Roma di Losi uscì sconfitta per 1-0 dal Cibali.
 
Francesco Glorialanza
 
CATANIA (5-3-2): Bizzarri; Izco, Stovini, Terlizzi, Silvestre, Sabato; Ledesma, Carboni, Tedesco; Paolucci, Mascara. A disp: Kosicky, Sardo, Alvarez, Biagianti, Dica, Martinez, Plasmati. All.: Zenga.
INDISPONIBILI: Llama, Spinesi
DIFFIDATI: Stovini, Bizzarri, Paolucci, Ledesma
SQUALIFICATI: /
 
STADIO: Angelo Massimino, Piazza Vincenzo Spedini 95125 Catania
Capienza: 23.420 posti a sedere

 
LA ROSA COMPLETA DEL CATANIA

1

 Albano Bizzarri

P

1977

Argentina

12

 Tomàs Kosicky

P

1986

Slovacchia

29

 Ciro Polito

P

1979

Italia

14

 Pablo Alvarez

D

1984

Argentina

3

 Rocco Sabato

D

1982

Italia

2

 Gennaro Sardo

D

1979

Italia

4

 Matias Silvestre

D

1984

Argentina

21

 Cristian Silvestri

D

1975

Italia

6

 Lorenzo Stovini

D

1976

Italia

23

 Christian Terlizzi

D

1979

Italia

17

 Davide Baiocco

C

1975

Italia

27

 Marco Biagianti

C

1984

Italia

5

 Ezequiel Alejo Carboni

C

1979

Argentina

28

 Giuseppe Colucci

C

1980

Italia

11

 Ezequiel Cristian Llama

C

1986

Argentina

13

 Mariano Julio Izco

C

1983

Argentina

8

 Pablo Martin Ledesma

C

1984

Argentna

19

 Giacomo Tedesco

C

1976

Italia

9

 Michele Paolucci

A

1986

Italia

24

 Gionatha Spinesi

A

1978

Italia

10

 Nicolae Dica

A

1980

Romania

7

 Giuseppe Mascara

A

1979

Italia

16

 Gianvito Plasmati

A

1983

Italia

25

 Jorge Andrès Barrios Martinez

A

1983

Argentina   
 
Acquisti 
Kosicki (P, Inter Bratislava, 0), Di Cosmo (A, Igea Virtus, 0), Babù (A, Triestina, fp), Carboni (C, Salisburgo, 0), Paolucci (A, Udinese, p), Catellani (A, Reggiana, 1 mln x 1/2), Dica (A, Steaua Bucarest, 1,5 mln), P.Ledesma (C, Boca Juniors, 3,5 mln), Antenucci (A, Venezia, fp), Imparato (D, Juve Stabia, 0,1 mln)
Cessioni
Pià (A, Treviso, fp), Rossi (P, Triestina, fp), Vargas (D, Fiorentina, 12 mln), Profeta (C, Cosenza, compr.), Di Pasquale (D, Francavilla, p), Nasca (C, Francavilla, p), Longobardi (A, Olbia, p), Imparato (D, Paganese, p), Ioime (P, Legnano, p), Sottil (D, Rimini)

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here