SENTI-CHI-PARLA-3.jpg-radio

SENTI CHI PARLA – La rubrica di Romanews.eu “Senti chi parla… alle radio” è lo spazio quotidiano in cui potete leggere i commenti sul mondo Roma di speaker e opinionisti protagonisti dell’etere romano raccolti dalla nostra Redazione.

Guido D’Ubaldo a Radio Radio Pomeriggio: “Se ci fosse stato Dzeko al 100% sarebbe stata un’altra partita, alla Roma è mancata la profondità che da lui. La Roma ha giocato molto in orizzontale, con possesso palla del 65%. Alla fine è mancata profondità nonostante l’impegno e la fisicità di Zaniolo. E’ stato un test importante contro una delle migliori del campionato che non è riuscita ad andare in gol per la prima volta in stagione. questo conferma la solidità difensiva. Secondo me Diawara è stato uno dei migliori, ha dato equilibrio e fatto girare la palla. E’ un giocatore in crescita, è tornato da un infortunio e adesso sta crescendo. E’ un giocatore che voleva Fonseca e la Roma l’ha messo nell’affare Manolas. E’ un giocatore che si sta ritrovando. Fonseca ha dimostrato che punta molto sulla qualità del gioco”.

Franco Melli a Radio Radio Pomeriggio: “A me la Roma ha piaciuto, ma ieri sera non aveva finalizzatori e senza non puoi vincere. Con un bomber vero avrebbe potuto ottenere di più L’Inter ha trovato Mirante che è stato un portiere invalicabile. La Roma ha giocato bene e con personalità, senza patire l’Inter. Sono molto critico su Dzeko, alla Roma manca un bomber. Il migliore è stato Mirante. La Roma è stata brava in fase di contenimento, ma non in quella offensiva. Non mi sono piaciuti Zaniolo e Pellegrini”.

Furio Focolari a Radio Radio Pomeriggio: “La partita di ieri sera mi ha un po’ deluso, non è stata bella. L’Inter mi è sembrata un po’ sconclusionata. La Roma ha come attenuante l’assenza di Kluivert e Dzeko, ma ha mostrato più personalità dell’Inter. Però non ha mai tirato in porta, invece l’Inter sì. Mirante si è fatto trovare pronto, la parata su Vecino è stata molto bella. Sul piano del gioco ho visto una personalità della Roma che fa ben sperare. Ieri i centrali difensivi mi hanno convinto ancora, Mancini ha sbagliato ma il suo errore non si è concretizzato, a parte quello ha fatto una buona partita. Veretout ha commesso un errore grave, Pellegrini ha giocato a tratti. Il migliore della Roma è stato Fonseca perchè la Roma ha dimostrato carattere”.

Antonio Felici a Centro Suono Sport: “Io continuo a dire che la Roma rappresenta la capitale e deve lottare per lo scudetto. Detto questo, almeno da una settimana dico che il risultato di parità mi sembrava il più probabile. Mi aspettavo una partita più bella, è stata bruttina. Questo punto per come è andata la partita non mi sembra d’oro, ma me lo prendo e me lo porto a casa con una certa soddisfazione. La Roma grandi occasioni da gol non ne ha create e piuttosto ne ha concesse alcune di sua iniziativa. Alla fine mi viene da dire che se c’è qualcuno che deve avere qualche rimpianto e l’Inter. Per la prima volta ho visto un Diawara che mi è piaciuto molto, anche se secondo me la sua presenza penalizza Veretout. Il problema della Roma davanti, a parte Dzeko, è che almeno uno dei trequartisti deve garantirti dei gol”.

Francesco Balzani a Centro Suono Sport: “La vedo come bicchiere mezzo pieno visto il risultato. Senza Dzeko abbiamo visto quante difficoltà ha la Roma ad impostare la fase difensiva. Non è un’impresa, ma mi sono reso conto che l’asticella delle ambizioni si è abbassata così tanto che quella di ieri è considerata una vittoria. Penso che alla fine del campionato la Roma arriverà quarta e questo si festeggerà come un trofeo. Bravo Fonseca e la squadra perchè un pareggio contro l’Inter a San Siro è buono. L’assenza di Dzeko è sempre la più pesante in assoluto, per le carenze che ha la Roma davanti e per il lavoro che fa. Ieri avrei messo Florenzi al posto di Perotti”.

Ubaldo Righetti a Tele Radio Stereo: “Fonseca ha preparato la partita in modo intelligente, senza rinunciare ai suoi principi. Ha fatto capire alla squadra di poter giocare così anche in una sfida difficilissima”.

Alessandro Austini a Tele Radio Stereo: “Non mi aspettavo la Roma così padrona della situazione, è un punto che pesa tanto. Conte si è offeso perchè gli hanno chiesto del possesso palla della Roma… La classifica non ti consente di montarti la testa. Molto bello sentire Mancini parlare dell’intesa con Smalling. Al termine del primo tempo nella Roma si era già inceppato qualcosa. Kalinic? Secondo me non è ancora in condizione, se fosse rientrato una settimana prima forse avrebbe giocato”.

Marione a Centro Suono Sport: “Quando abbiamo saputo che Pau Lopez non giocava qualche brivido i tifosi lo hanno avuto. Mirante tra i pali tanta roba: ha salvato la partita, uno tra i migliori in campo. Il comandante Fazio non gioca più perchè ora c’è Smalling che è cento volte più forte. A me Mancini non è piaciuto. Ho visto un buon Diawara e un Veretout un po’ giù. Mkhitaryan l’ho visto poco e niente, anche Pellegrini, Perotti e Zaniolo. Uno degli Inter-Roma più brutto degli ultimi anni. Dzeko è importantissimo, ma bisogna comprare un bomber più forte di lui.

Franco Melli a Radio Radio Mattino: “Mi è piaciuta la Roma, se avesse avuto un centravanti avrebbe fatto gol. Mirante? Un grande portiere che a questo punto mi chiedo se sia meglio del titolare. Lautaro è stato meno preciso, all’ultimo ha avuto un’occasione clamorosa e l’ha lisciata. La Roma era come uno strepitoso articolo di giornale senza cappello. Ha tenuto banco bene, ma poi arrivata al tiro sbagliava. Handanovic non ha dovuto fare niente. Zaniolo era il personaggio più atteso a San Siro, ma non mi è piaciuto. Lo bloccavano in dribbling che dovrebbe essere la sua specialità. I famosi assist di Pellegrini ieri non sono mai arrivati a destinazione. Le occasioni dell’Inter nel primo tempo sono arrivate da errori della Roma. Florenzi secondo me ha ancora un discreto mercato, il Cagliari sembra volerlo. Se ci fossero offerte farebbe bene ad andare via. Questa stagione di Dzeko non è da grande centravanti. Serve uno che fa gol”.

Furio Focolari a Radio Radio Mattino: “Buona partita, a tratti mi è piaciuta la Roma. Secondo me ci sono rimpianti, soprattutto per non avere potuto utilizzare Dzeko e Kluivert. Secondo me hanno incontrato l’Inter peggiore di questo campionato. La difesa ha giocato benissimo: straordinario Mirante, Smalling ha annullato Lukaku e Mancini Lautaro. L’Inter pur giocando male però ha avuto quattro occasioni nitide. La Roma ha tante attenuanti. Visto Lazaro ieri, all’Inter Florenzi farebbe comodo. Farebbe bene ad andarsene. Non è la prima volta che la Roma non fa un tiro in porta”.

Nando Orsi a Radio Radio Mattino: “La Roma è stata fortunata a portarsi via un punto da San Siro. Senza Dzeko devi fare una partita prettamente difensiva. Stessa partita fatta col Verona, ma l’Inter non ha fatto gol. Si porta a casa il risultato, ma mi aspettavo qualcosa in più. Pellegrini fa due partite bene e diventa il giocatore più forte della Roma, ieri hanno portato a casa un punto d’oro. La Roma ha trovato un’Inter grintosa, ma che non ha molte soluzioni. Si è portata a casa un bel punto sudato, ma se avesse vinto l’Inter nessuno avrebbe potuto dire niente. Fonseca si è adattato molto bene al campionato italiano, forse troppo”.

Sandro Sabatini a Radio Radio Mattino: “Quando ricapita un’occasione così all’Inter? A San Siro senza Pau Lopez, Kluivert e Dzeko… Diawara a me non piace, ma è un giocatore che si sta ritrovando, non so se grazie a Fonseca o a se stesso. I tifosi dell’Inter dovrebbero essere scontenti. La Roma senza Dzeko è come la Roma senza Pruzzo. Mancini ha sofferto, tentando di andare all’anticipo ti prendi qualche rischio, ma è perchè ha Smalling dietro”.

Roberto Pruzzo a Radio Radio Mattino: “Tifosi dell’Inter non soddisfatti, Mancini secondo me ha sofferto tantissimo. Poteva andare a fare la doccia prima del primo tempo. Veretout e Diawara a centrocampo non hanno quasi mai sofferto, Lukaku non l’ha quasi mai toccata. La Roma ha fatto un buon possesso, ma non si è mai proposta in area di rigore. Siamo d’accordo sulle difficoltà di giocare contro una difesa a tre, ma in 90 minuti mi aspettavo di più anche dalla Roma. La coppia centrale ha fatto uno contro uno e Mancini ha sofferto contro Lautaro. Smalling invece sul velluto, Lukaku è stato inesistente, non ha toccato un pallone. Smalling lo riscatterei, è uno stopper. Se fossi stato Florenzi mi sarei fatto qualche domanda: hanno preso Zappacosta, Spinazzola… vuole dire che non avevano molta fiducia in lui come terzino. Che non sia un terzino mi sembra un dato di fatto”.

Print Friendly, PDF & Email

15 Commenti

    • ma come, è da luglio che ti chiedo di spiegare perchè, secondo te, la Roma a giugno dovrà rientrare di 150 mln per il ffp, e ora “urgono rinforzi”? decidite: o stamo co le pezze, o ci possiamo permettere di comprare. l’importante è fare casino, no? quacquaraquà. pari Melli che “Mirante è meglio di Pau Lopez”, visto che non riesce a trovare argomenti per creare malumori. serve solo un vice Dzeko, anzi, abbiamo fin troppi esuberi, da jj e Santon dietro (per me resta uno scarsone Santon), fino alla 3/4, dove fra antonucci, perotti e pastore possono tranquillamente partirne 2, per non parlare di Kalinic che ancora devo capire che l’abbiano preso a fare, manco fa numero

  1. Intanto siamo di nuovo una squadra. Gente che corre, che aiuta il compagno (vedi i due recuperi miracolosi di spinazzola). Manca un vice dzeko e un po’ più di personalità ad under e kluivert..ma sono giovani e possono migliorare. Ieri bravi. Mancini ha giocato uno contro uno con Lautaro che è davvero forte. Il nostro è un lottatore..e lautaro non ha segnato..per cui guerra vinta.

  2. Il bomber Pruzzo,che ho stimato e stimo tanto ancora oggi, dovrebbe fare qualche prova prima di esprimere un giudizio.
    Ma perchè Mancini “doveva andare a farsi la doccia prima del primo tempo?” Lukaku e Lautaro Martinez, osannati da tutti da più settimane, non hanno avuto occasioni se non quelle regalate ingenuamente dai nostri. Per il resto zero! Certo coppia formidabile, ma addomesticati da una altrettanto coppia formidabile come Smalling e per l’appunto Mancini…quindi? NOTA BENE: ieri è stata l’unica partita dove l’Inter NON ha fatto gol…

  3. ieri una certezza: Fonseca, con tutta la squadra in forma poi ne riparliamo…. altro che conte/bluff……

  4. E’ giusto riconoscere che Fonseca si sta dimostrando un grande allenatore, non era per niente facile rimettere tutto a posto in cosi’ poco tempo, sia lui che Petrachi hanno azzeccato molte scelte e cosa importante hanno lavorato in sintonia per plasmare al meglio la rosa, io ero fra quelli scettici mi aspettavo un allenatore si bravo a far giocare la squadra ma per niente preparato al supertatticismo che esiste in Italia ma per fortuna mi sbagliavo e’ molto attento, detto questo in cuor mio spero che il 15 di giugno non saremo qui a discutere di plusvalenze e su chi sacrificare per far quadrare i conti perche’ non si puo’ tollerare tale scempio sportivo, Pallotta a me non me lo toglie nessuno dalla testa che senza le cessioni di Salah e Allison noi si alzava la champions visto che potenzialmente le due squadre si equivalevano e se si aquistavano noi 2 pezzi invece di cederli oggi la storia poteva essere molto diversa

  5. Ma chi é sto tizio Faustini, Fustino o come caspita si chiama, che vede (MALE) ; “Roma padrona della situazione”(?)
    Ma se il tuo portiere è stato il migliore e non hai MAI tirato nella porta avversaria. Ambizioni pari a Zero eh!!. E adesso chi ti stava a fianco in classifica ti è «scappato» via e chi era dietro quasi ti raggiunge.
    Come qualcuno che si esalta per il nulla, toppando pronostici e classifiche che vede solo lui, Delirante.

Comments are closed.