romanews-roma-benevento-pippo-inzaghi

ROMA BENEVENTO, L’AVVERSARIA – La Serie A riparte dopo la sosta delle nazionali e la Roma si prepara a tornare in campo per affrontare il Benevento di Pippo Inzaghi. L’ultima di campionato contro l’Udinese ha regalato la prima vittoria stagionale alla squadra di Fonseca, che dovrà però portare a casa altri tre punti per dimostrare di aver definitivamente imboccato la strada giusta.

Prossimi impegni

Roma-Benevento (4° turno di Serie A, 18 ottobre ore 20,45, Stadio Olimpico)
Benevento-Napoli (5° turno di Serie A, 25 ottobre ore 15.00, Stadio Comunale Ciro Vigorito)
Benevento-Empoli (Coppa Italia, 28 ottobre, Stadio Comunale Ciro Vigorito)
Verona-Benevento (6° turno di Serie A, 2 novembre ore 20,45, Stadio Marcantonio Bentegodi)

Come il Benevento arriva alla sfida contro la Roma

L’ultima giornata di campionato ha visto il Benevento impegnato in casa contro il Bologna di Mihajlovic. I giallorossi hanno conquistato la vittoria grazie al gol di Lapadula, che ha sbloccato il risultato al 66′. La squadra di Inzaghi si trova ora al settimo posto in classifica insieme a Napoli e Hellas Verona, a quota 6 punti.

Stagione da record in B e il ritorno in Serie A

Il Benevento è tornato in Serie A dopo una stagione da sogno, iniziata con l’arrivo di Filippo Inzaghi sulla panchina giallorossa. Gli Stregoni hanno subito conquistato il primo posto in classifica, che hanno poi mantenuto fino alla fine del campionato di Serie B, chiuso a quota 86 punti. Hanno quindi portato a casa la Coppa Ali della Vittoria e ottenuto la promozione con sette giornate di anticipo. Il primo anno di Inzaghi al Benevento è stato veramente da record. Sono infatti 8 i primati battuti dai giallorossi durante la scorsa stagione, tra cui: record di punti realizzati (86), record di vittorie (26), miglior attacco (67 gf) e miglior difesa (27 gs) del campionato e maggior vantaggio finale sulla seconda classificata (+18 sul Crotone).

Punti di forza e debolezze

In tre match di campionato per il neopromosso Benevento sono arrivate 2 vittorie contro Sampdoria e Bologna e una pesante sconfitta incassata in casa contro l’Inter per 5-2. Gli Stregoni hanno messo a segno 6 reti (media di 2 a partita) e ne hanno subite 7 (media di 2,3 a partita). La squadra di Inzaghi ha effettuato 31 tiri, 16 dei quali in porta (51%), e 29 cross di cui 19 utili (66%). Il portiere giallorosso Montipò, imbattuto solo contro il Bologna, è stato uno dei più impegnati in Serie A (5° posto), con 12 parate effettuate. Il Benevento è una delle squadre che corre di meno in campionato, con una media di 107,5 km percorsi a partita. La porta dei giallorossi sembra essere veramente stregata: sono 3 i pali colpiti dagli avversari in tre match (record insieme all’Hellas Verona). La squadra di Inzaghi detiene però un primato negativo già dopo tre match, che riguarda il possesso palla: media di 20 minuti e 35 secondi a partita, solo 8 minuti e 9 secondi nella metà campo avversaria. Un’occhiata al cronometro rivela che il Benevento tende ad essere più pericoloso nell’ultima mezzora di gioco (67% dei gol segnati tra il 60′ e il 90′) e più vulnerabile tra il 15′ e il 30′ (43% dei gol subiti).

I migliori marcatori del Benevento sono Caprari e Caldirola, entrambi a quota 2 gol in 3 presenze. Il secondo vanta anche la più alta percentuale di precisione dei passaggi effettuati (87,2%). Il giocatore che ha fornito più assist è invece Sau (2). Dabo è invece il migliore per quanto riguarda i duelli aerei vinti (media di 2,7 a match).

Le scelte di Inzaghi per Roma-Benevento

I moduli più utilizzati dal Benevento di Inzaghi sono il 4-3-3 e il 4-3-2-1. Per il match di campionato il tecnico giallorosso dovrà fare a meno di Moncini, out a causa di una lesione all’adduttore, e di Viola, ai box dopo un’operazione al menisco. Ancora in dubbio invece Barba e Tello, alle prese con dei problemi muscolari. Tra i pali confermato Montipò dietro la difesa a quattro composta da Letizia, Glik, Caldirola e Foulon. A centrocampo Ionita, Schiattarella e Hetemaj. Dietro al numero 9 Lapadula ci saranno invece Sau e Caprari.

La probabile formazione

BENEVENTO (4-3-2-1): 1 Montipò; 3 Letizia, 15 Glik, 5 Caldirola, 18 Foulon; 29 Ionita, 28 Schiattarella, 21 Hetemaj; 25 Sau, 24 Caprari; 9 Lapadula.
A disp.: 12 Manfredini, 22 Lucatelli, 11 Maggio, 13 Tuia, 4 Del Pinto, 14 Dabo, 16 Improta, 44 Iago Falque, 19 Insigne, 20 Di Serio.
All.: Filippo Inzaghi

BALLOTTAGGI:-.
IN DUBBIO: Barba (problema muscolare), Tello (risentimento muscolare)
INDISPONIBILI: Moncini (lesione all’adduttore), Viola (intervento al menisco).
DIFFIDATI:-.
SQUALIFICATI:-.

Martina Cianni

Print Friendly, PDF & Email