Una Sampdoria “giallorossa” prova a prolungare il tabù Olimpico della Roma

0

L’AVVERSARIA, SAMPDORIA – Si prospetta una sfida non semplice per gli uomini di Garcia, impegnati domani sera contro i blucerchiati alle ore 21 nell’Olimpico dei “tabù”. Con una Roma che non vince in campionato in casa dalla partita contro l’Inter, arriva la Sampdoria di Mihajlovic che sta ben figurando in questa stagione. I giallorossi hanno vinto 55 dei 129 precedenti in Serie A contro la Sampdoria: 39 i successi doriani, 35 i pareggi. Ma c’è un dato che accomuna le due squadre: con 12 pareggi, i blucerchiati sono l’unica squadra insieme all’Empoli ad aver ottenuto più segni X della Roma quest’anno. La compagine dell’allenatore serbo è a quota 42 punti in classifica, appaiata alla Fiorentina al quarto posto. Un risultato strabiliante viste le aspettative ad inizio stagione.

IL MOMENTO – Nonostante qualche tentennamento mostrato nell’ultimo periodo, culminato con una clamorosa sconfitta per 5-1 contro il Torino, la Sampdoria rimane un avversario temibile e in crescita rispetto alle ultime uscite. Il mercato di gennaio ha visto andare via Gabbiadini, protagonista assoluto dell’inizio stagione blucerchiato, insieme al capitano Gastaldello. Sono arrivati però Eto’o, Muriel e Munoz su tutti. Il camerunense si è sbloccato la scorsa giornata contro il Cagliari, tornando al gol in Italia dopo tre anni e mezzo dai tempi in cui vestiva la maglia dell’Inter. Il dato dei doriani fuori casa è piuttosto equilibrato: 4 vittorie, 5 pareggi e 4 sconfitte lontano da Marassi. Con le vittorie con Atalanta e Cagliari, la Sampdoria arriva all’Olimpico con due vittorie importanti dopo l’1-1 contro il Genoa nel derby.

COME SCENDERANNO IN CAMPO – Con molta probabilità Mihajlovic dovrà rinunciare a Cacciatore, Munoz, Mesbah e Rizzo che ancora non si stanno allenando con il gruppo. Verrà confermato il 4-3-3 con Viviano tra i pali che ha ritrovato fiducia e gode di un buon momento di forma, con la linea di difesa composta dall’ex laziale De Silvestri, Silvestre, Regini e il giallorosso Romagnoli. I dubbi riguardano i reparti avanzati: il centrocampo dovrebbe essere composto da Obiang, Palombo e Soriano. In attacco Eder è confermato e sicuro della maglia da titolare, con gli altri due posti da riempire tra Eto’o, Muriel e Okaka. Il camerunense sembra avvantaggiato, mentre l’ex Udinese e l’ex Roma rimangono in ballottaggio.

Emanuele Pilloni
Twitter: @EmanuelePilloni

Probabile formazione (4-3-3) – 2 Viviano; 29 De Silvestri, 5 Romagnoli, 26 Silvestre, 19 Regini; 21 Soriano, 17 Palombo, 14 Obiang; 23 Eder, 99 Eto’o, 24 Muriel.
A disp.: 88 Frison, 33 Romero, 25 Coda, 6 Duncan, 8 Correa, 77 Wszolek, 32 Marchionni, 9 Okaka, 18 Bergessio.
All.: Mihajlovic.

Indisponibili: De Vitis.
Squalificati: Acquah.
Diffidati: De Silvestri, Duncan, Regini.
In dubbio: Cacciatore, Mesbah, Munoz, Rizzo. 
Ballottaggi: Okaka-Muriel.

PORTIERI

Sergio Romero (ARG)
Angelo da Costa (BRA)
Simone Massolo (ITA)
Emiliano Viviano (ITA)

DIFENSORI

Fabrizio Cacciatore (ITA)
Andrea Coda (ITA)
Lorenzo De Silvestri (ITA) 
Michele Fornasier (ITA) 
Djamel Eddine Mesbah (ALG) 
Ezequiel Matias Munoz (ARG)
Vasco Regini (ITA) 
Alessio Romagnoli (ITA) 
Matias Silvestre (ARG)

CENTROCAMPISTI

Ebenezer Afriyie Acquah (GHA)
Carlos Joaquin Correa (ARG)
Alessandro De Vitis (ITA)
Joseph Alfred Duncan (GHA)
Karlo Lulic (CRO)
Nenad Krsticic (SER)
Marco Marchionni (ITA)
Pedro Obiang (SPA)
Angelo Palombo (ITA)
Luca Rizzo (ITA)
Roberto Soriano (ITA)

ATTACCANTI

Gonzalo Ruben Bergessio (ARG)
Luka Djordjevic (MON)
Citadin Martins Eder (BRA)
Samuel Eto’o (CAM)
Luis Fernando Muriel (COL)
Stefano Okaka Chuka (ITA)
Pawel Wszolek (POL)

All.: Sinisa Mihajlovic

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here