Théréau “l’ammazza big”, l’arma di Colantuono per arginare la Roma

1

ROMA-UDINESE, L’AVVERSARIA – Bocciato il progetto Stramaccioni, l’Udinese in estate riparte con Colantuono e il nuovo stadio. Il mercato ha portato un mix di giocatori d’esperienza e giovani di belle speranze, ma quest’ultimi per ora non hanno ancora strappato l’occhio alle big di Serie A. Con le prime giornate di campionato si evince, però, come dalle operazioni estive non sia arrivato il regista in grado di dare magia al gioco bianconero. Lodi, comprato in extremis, non è una prima scelta e nonostante il gol su punizione nell’ultima giornata con il Frosinone, non è lui che permetterà il salto di qualità alla società dei Pozzo. Questa mancanza si riflette anche nei risultati, 14° posto con 11 punti. Poca fantasia e attacco inconcludente con Colantuono che spesso lamenta la poca cattiveria sotto porta, la quale non permette di chiudere le partite. Mercoledì un Udinese totalmente rimaneggiato dagli infortuni, arriva all’Olimpico per affrontare la prima della classe e sono tre le armi a disposizione del tecnico friulano. La prima è Totò Di Natale, autentica bestia nera dei giallorossi con 14 reti all’attivo. L’ultimo successo nella Capitale arriva proprio nella stagione 2012-2013 grazie a una sua doppietta. Poi c’è il fattore ospiti. Quest’anno le zebrette hanno totalizzato ben 7 punti su 11 fuori dalle mura amiche. Infine c’è Théréau, autentico ammazza big che da due anni a questa parte con le sue reti può vantare di aver messo k.o.: Juve, Napoli, Inter e Lazio.

IL MOMENTO – La gara con la Roma arriva forse nel momento migliore. Archiviata con il Frosinone la prima vittoria nel nuovo stadio, la squadra di Colantuono viene da quattro risultati utili consecutivi con due successi e due pareggi. I problemi in casa bianconera sono comunque tanti perché l’attacco stenta e la difesa traballa. Nelle prime 9 partite di campionato solamente in due occasioni Di Natale e compagni sono riusciti a segnare più di due gol, per un totale di 9 reti. Karnezis, invece, si è visto battere già 11 volte anche se con i ciociari la porta è rimasta inviolata per la seconda volta in campionato. La retroguardia composta da Wague, Piris e Danilo potrebbe non bastare contro il miglior attacco della Serie A.

COME SCENDERANNO IN CAMPO – Le difficoltà per l’Udinese saranno tante, anche se contro la Roma potrà fare il gioco che più preferisce. Tutti dietro e pronti a ripartire in contropiede. Per questo Colantuono si affiderà al 3-5-2. Con Karnezis tra i pali, in difesa Wague, Danilo e Piris, mentre il centrocampo sarà formato da: Iturra, Badu e Lodi in mediana con Adnan e Widmer sulle fasce. Quest’ultimo in ballottaggio con Edenilson. In attacco spazio al duo Thereau-Perica. Il croato prenderà il posto di Di Natale che potrebbe essere comunque usato in corso d’opera.

Dario Marchetti
@dariomarchetti7

Probabile formazione (3-5-2): 31 Karnezis; 2 Wague, 5 Danilo, 89 Piris; 27 Widmer, 7 Badu, 20 Lodi, 16 Iturra, 53 Adnan; 18 Perica, 77 Thereau
A disp.: 97 Meret, 30 Felipe, 21 Edenilson, 75 Heurtaux, 26 Pasquale, 49 Pontisso, 23 Marquinho, 8 Bruno Fernandes, 10 Di Natale, 74 Aguirre
All. Colantuono

Ballottaggi: Widmer-Edenilson
Diffidati: –
Squalificati: –
Indisponibili: Merkel, Zapata, Kone, Guilherme, Romo, Domizzi

LA ROSA

PORTIERI

31 Karnezis

97 Meret

90 Romo

DIFENSORI

75 Heurtaux

5 Danilo

2 Wague

30 Felipe

32 Camigliano

11 Domizzi

53 Adnan

13 Insùa

21 Edenilson

CENTROCAMPISTI

16 Iturra

19 Guilherme

20 Lodi

8 Bruno Fernandes

7 Badu

52 Merkel

27 Widmer

89 Piris

26 Pasquale

33 Kone

95 Evangelista

23 Marquinho

ATTACCANTI

77 Théréau

10 Di Natale

18 Perica

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here