PALERMO-ROMA, L’AVVERSARIA – Ultima gara prima della seconda sosta stagionale per le nazionali e al Barbera si affrontano Palermo e Roma. Alla 7^ giornata di campionato i rosanero si presentano 12° in classifica con 7 punti, staccando di 4 lunghezze la zona retrocessione. Nonostante ciò la piazza siciliana vive in un tourbillon di polemiche viste le recenti uscite della squadra di Iachini. Anche le partenze di Belotti e Dybala, sostituiti con Djurdjievic e Gilardino, non sono state somatizzate con il povero Vazquez costretto a dispensare calcio da solo, senza un compagno a cui appoggiarsi come faceva lo scorso anno con l’argentino.

GRINTA SMARRITA“Squadra molle nelle ultime uscite, con la Roma mi aspetto che Iachini gli trasferisca più grinta”, queste le parole di Zamparini che individua nell’atteggiamento in campo il problema principale dei suoi ragazzi. La conferma arriva anche dai numeri che mostrano l’incapacità del Palermo nel ribaltare i match una volta in svantaggio. Su tre gare dove gli avversari hanno segnato per primi sono arrivate tre sconfitte e i cambi del mister non hanno mai inciso come dovrebbero. Domenica contro i giallorossi sarà una gara che si giocherà soprattutto sui nervi e che potrebbe segnare un crocevia importante per il proseguo della stagione vista la situazione delicata affrontata dai due tecnici.

IL MOMENTO – Dopo un buon avvio con due vittorie nelle prime giornate di campionato, c’è da registrare un settembre orribile per la compagine rosanero che ha conquistato un solo punto su 4 gare a disposizione. Il match con De Rossi e compagni giunge forse nel momento peggiore con i siciliani reduci da 3 gare perse consecutive e con 8 gol incassati nelle ultime 4 apparizioni in Serie A. Proprio la difesa è finita sotto accusa con 6 delle 8 marcature prese dall’interno dell’area di rigore, chiaro sintomo di una mancata copertura del centrocampo e della poca concentrazione negli ultimi 20 metri del terreno di gioco. Come se non bastasse i rosanero con due autogol (Vitiello e Gonzalez), sono la squadra con più marcature nella propria porta. Le speranze per i palermitani vengono dai singoli. Hiljemark è in gran forma e un Vazquez ispirato potrebbe mandare in gol Gilardino, pronto a sfoggiare l’undicesimo violino con i giallorossi.

COME SCENDERANNO IN CAMPO – Classico 4-3-1-2 con Sorrentino tra i pali, in difesa Struna, Gonzalez, El Kautari e Daprelà. A centrocampo, Hiljemark, Rigoni e Jajalo, mentre Vazquez spostato più avanti nelle vesti di rifinitore per le due punte che saranno Quaison e Gilardino.

Dario Marchetti @dariomarchetti7

Probabile formazione (4-3-1-2): 70 Sorrentino; 23 Struna, 12 Gonzalez, 34 El Kautari, 7 Lazaar; 27 Rigoni, 10 Hiljemark, 28 Jajalo; 20 Vazquez; 21 Quaison, 11 Gilardino A disp. 53 Alastra, 91 Colombi, 2 Vitiello, 4 Andelkovic, 6 Goldaniga, 33 Daprelà, 25 Maresca, 16 Brugman, 3 Rispoli, 18 Chochev, 9 Cassini, 54 La Gumina, 8 Trajkovski All. Iachini Squalificati: – Diffidati: – Indisponibili: Bolzoni, Morganella, Djrjievic

LA ROSA PORTIERI 70 Sorrentino 91 Colombi 53 Alastra

DIFENSORI 12 Gonzales 34 El Kautari 4 Andelkovic 6 Goldaniga 2 Vitiello 31 Pirrello 7 Lazaar 33 Daprelà 3 Rispoli 23 Struna 77 Morganella 99 Pezzella
CENTROCAMPISTI 27 Rigoni 16 Brugman 5 Bolzoni 18 Chochev 10 Hiljemark 28 Jajalo 25 Maresca 21 Quaison ATTACCANTI 20 Vazquez 8 Trajkovski 9 Cassini 11 Gilardino 99 Djurdjievic 54 La Gumina

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

2 Commenti

    • M’hai letto nel pensiero.Tutti sognano di fare il colpo grosso con la Roma che spesso fa’ risuscitare i morti.Sarebbe ora che la roma dimostrasse tutto il potenziale che ha senza alti e bassi che fanno sempre sperare gli altri di abbatterci.Comunque e sempre forza Roma!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here