Schick, i motivi del mal di gol: pochi tiri e scarsa precisione sotto porta

7

SCHICK APPROFONDIMENTORanieri ha scommesso sin dal primo giorno del suo arrivo a Trigoria su di lui: “Schick è fortissimo, la gente si innamorerà di lui“, aveva detto alla sua prima conferenza stampa. Un entusiasmo che si è affievolito con il passare del tempo e delle partite con pochi gol (uno alla prima partita con l’Empoli) e prestazioni non sempre convincenti. A Genova, però, qualche segnale di risveglio c’è stato: il numero 14 giallorosso, specialmente nel secondo tempo, ha cercato di aiutare di più la squadra in fase di non possesso e propiziato la rete della vittoria di De Rossi. Manca, però, la cosa più importante per un centravanti: il gol. E guardando i dati a Schick sembrano mancare due cose: le conclusioni verso la porta e, rispetto ai tempi della Sampdoria, la precisione al tiro.

I TIRI – Patrik Schick conclude poco verso la porta. In 1218 minuti in Serie A, infatti, il ceco ha concluso verso la porta solamente 24 volte, cogliendo lo specchio solo il 16 occasioni. E’ il 75esimo in campionato ed è a distanza siderale da Edin Dzeko: il bosniaco è quarto in Serie A per maggior conclusioni provate, ben 85 (48 nello specchio, 37 fuori). Modi di diversi di giocare ed interpretare il ruolo, ma distanza senza dubbio troppo ampia. Nella rosa giallorossa sopra al ceco, in questa speciale classifica, ci sono El Shaarawy (35), Zaniolo (32), Under (30), Kolarov (26) e Cristante (24). Tutti calciatori che, coincidenza o meno, hanno fatto più gol in campionato rispetto al numero 14.

CONTRO IL PASSATO – Tornando ai tempi belli con la maglia della Sampdoria, però, si nota che quella di Schick è un abitudine: anche in maglia blucerchiata concludeva ben poco verso la porta. In 32 apparizioni, infatti, per un totale di 1507 minuti, l’ex Sparta Praga ha provato a far male 35 volte, centrando per 21 volte lo specchio e mettendo a segno ben 11 gol. La differenza fondamentale, quindi, è nella percentuale di realizzazione: il 31% nel 2016-17, contro il 12% attuale. Una precisione in zona gol, dunque, ben lontana dai tempi migliori che testimonia come nella capitale non si è mai visto il miglior Schick. Dall’atteggiamento mostrato a Genova, però, si può ripartire: inquadrando di più lo specchio e cercando qualche gol in più, alla ricerca di un futuro radioso.

Alessandro Tagliaboschi

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

7 Commenti

  1. Futuro radioso (?)….lontano da Roma, almeno da centravanti, che non è. E’ l’ennesimo trequartista di cui la Roma abbonda in modo industriale, a svantaggio degli incontristi e fatigatori di centrocampo che forniscono la struttura solida di una squadra. E infatti la Roma tutto è meno una squadra solida! (Avviso per il futuro DS)

  2. Trequartista? Boh Zaniolo è un trequartista Pellegrini lo stesso Cristante anche se sottotono rispetto allo scorso anno.Shick non so definirlo penso che Zaniolo messo a fare il centravanti segna un bel po’ di reti rispetto a questo che non si sa dove metterlo.Con la Samp ha avuto almeno due occasioni nitide sbagliate grossolanamente è imbarazzante più di Destro

    • Be! Io invece direi che se in quasi 3 anni non l’ha mai strusciata, è chiarissima la sua “incapacità” di giocatore! Quello che io non capisco invece è come e perchè si insista ancora non a farlo giocare, ma addirittura a convocarlo, forse per giustificare i 42 mln del cartellino?

  3. Via SUBITO da Roma .. a noi serve un attaccante che segna e non che, prevedendo un radioso futuro, potrebbe anche segnare di piu’ se tirasse piu’ in porta e fosse piu’ preciso .. ciaooooneeeee Shick .. a te e al Viperetta ..

  4. Forse il problema nasce dal non avere, lui in primis, fiducia nelle sue qualità. Da qui la scarsa tigna e quell’aria da brutto anatroccolo che ha da quando ha messo piede a Roma. Ma tanto, come al solito, esploderà definitivamente lontano da qui…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here