Roma-Udinese dalla A alla… Z

1

LA PARTITA DALLA A ALLA Z – Ritorna la rubrica di ROMANEWS.EU in occasione della sfida tra Roma e Udinese. L’alfabeto della partita per raccontare tutte le curiosità legate al match dei giallorossi.

La A di Allan – Il brasiliano è una delle sorprese più belle dell’Udinese di Stramaccioni. La sua media voto si aggira intorno al 7,02 e, oltre a dettere legge nel centrocampo friulano, ama confezionare assist che i compagni devono soltanto spingere in rete. Anche la Roma si è interessata al talentuoso Allan che, nella prossima stagione, potrebbe diventare un prezioso elemento della mediana giallorossa.

La B di Banti – Sarà il fischetto della sezione di Livorno a dirigere il posticipo dell’Olimpico. Con lui la Roma ha un trend più che positivo: su 21 incontri arbitrati il bilancio dei giallorossi è di  13 vittorie, 5 pareggi e 3 sconfitte. C’è un’altra nota positiva per la squadra di Garcia: con Banti arbitro all’Olimpico la Roma non ha mai perso.

La C di Cinquanta – Se la Roma dovesse battere l’Udinese, Garcia otterrebbe la cinquantesima vittoria sulla panchina giallorossa su novanta match disputati. Il francese eguaglierebbe così Luciano Spalletti (che ha ottenuto il medesimo risultato), e supererebbe Fabio Capello che ottenne la sua cinquantesima solo dopo 98 panchine.

La D di Derby – Quella contro i friulani è l’ultima gara prima della stracittadina (che potrebbe essere posticipata al 24 o al 25 maggio su richiesta della Lazio). Attenzione però: se la Roma dovesse vincere contro l’Udinese e la Lazio perdesse con la Sampdoria a Genova, le possibilità dei giallorossi di conservare il secondo posto aumenterebbero esponenzialmente.

La E di Efficacia – Quella persa dalla Roma nel match di San Siro e che gli uomini di Garcia dovranno ritrovare per battere l’Udinese e mantenere il distacco dalle inseguitrici.

La F di Florenzi – Il numero 24 è costretto a saltare il posticipo dell’Olimpico per squalifica. Nel match disputato contro il Milan Alessandro era tra i diffidati e, a causa di un cartellino giallo rimediato nel corso del secondo tempo, non ci sarà contro l’Udinese. Il “motorino” giallorosso tornerà in campo nel derby.

La G di Gervinho – L’altro grande assente di questa sfida. Dopo l’infortunio rimediato a Milano, gli esami strumentali hanno evidenziato una lesione di primo grado alla coscia destra che, con ogni probabilità, ha sancito la fine della stagione dell’ivoriano.

La I di Ibarbo – Per l’ex Cagliari è forse l’ultima occasione per convincere Garcia e la dirigenza giallorossa a riscattarlo. Il colombiano non ha ancora conquistato la fiducia della piazza e del tecnico francese e, per scongiurare un ritorno in Sardegna, l’unica strada percorribile sembra essere quella degli assist e dei gol.

La L di Ljajic – Il serbo è in lizza per una maglia da titolare ma, come sempre, occorrerà attendere le 19:30 di domani per scoprire le scelte di Garcia. Contro l’Udinese per Adem potrebbe essere l’occasione giusta per uscire da un periodo complicato e cercare di ritrovare un gol che, on campionato, gli manca dall’8 febbraio.

La M di Mistero – Quello che ha avvolto l’intera stagione giallorossa. Ad inizio stagione gli uomini di Garcia erano considerati  i principali candidati allo scudetto dopo la Juventus di Allegri. A otto mesi di distanza la situazione si è capovolta: i giallorossi sembrano vivere di rendita grazie al vantaggio costruito nella prima parte di campionato, ma la Lazio è ad un solo punto di distanza e rischia di scavalcare la Roma alla penultima giornata. L’accesso diretto alla Champions sembra essere l’unica soluzione per salvare un campionato che potrebbe essere comunque ricordato come il più grande fallimento della gestione Pallotta.

La N di Nainggolan – Il Ninja è al centro di numerose trattative di mercato e potrebbe lasciare la Capitale nel corso del mercato estivo. La Roma sta lavorando con il Cagliari per riscattare la seconda metà del suo cartellino ad una cifra che soddisfi le richieste del presidente Giulini ma che rientri nei parametri imposti da Pallotta. Radja vorrebbe rimanere a Roma, ma in questo momento non ci sono certezze riguardo il suo futuro.

La O di Occasione – Forse l’ultima per la Roma di conquistare il secondo posto senza giocarsi l’intera stagione nel derby. Se la Lazio dovesse perdere a Genova i giallorossi, battendo l’Udinese, si porterebbero a + 4 dai biancocelesti e ipotecherebbero la qualificazione alla Champions.

La P di Piris – Il paraguaiano è una vecchia conscenza della Roma. Arrivato alla corte di Zeman nel 2012 non ha mai convinto il pubblico giallorosso nonostante le 29 presenze totalizzate in campionato. Adesso, dopo un anno di esperienza in Portogallo, è tornato in Serie A e, a detta degli esperti, è la vera rivelazione dell’Udinese di Stramaccioni. La speranza è che domenica sera i romanisti non debbano rimpiangere la sua cessione.

La Q di Quarantuno – Le vittorie ottenute dlla Roma negli 87 precedenti contro l’Udinese.

La R di Ritiro – Questa settimana è andato in scena il “Ritiro soft” voluto da Garcia. I giocatori, dopo aver beneficiato di un giorno di riposo nella giornata di lunedì, sono tornati ad allenarsi a Trigoria in vista del match con l’Udinese, e  hanno dormito al “Bernardini” nelle nottate di mercoledì, venerdì e sabato.

La S di Stramaccioni – Il grande ex di questa sfida. Il tecnico dei friulani, prima di iniziare la sua carriera in Serie A sulla panchina dell’Inter, ha mosso i primi passi importanti da allenatore sulla panchina degli Allievi della Roma. Strama è un vecchio cuore giallorosso e affrontare la Roma all’Olimpico è sempre un’emozione particolare per lui.

La T di Totti – Il Capitano, dopo tre panchine consecutive, dovrebbe tornare a guidare l’attacco giallorosso. Contro il Milan ha segnato il suo gol numero 298 con la maglia della Roma, e contro l’Udinese tenterà di avvicinarsi ancor di più a quota 300.

La U di Uniti si vince – Nel match di San Siro la squadra non ha espresso gioco di squadra e anche giocatori grintosi come Florenzi o Nainggolan sono sembrati soli come dei predicatori nel deserto. Contro l’Udinese l’unità di intenti sarà fondamentale per uscire dal campo con i tre punti in tasca.

La V di Verità – L a terzultima giornata potrebbe essere decisiva per la lotta Champions. Una sconfitta della Lazio e un pareggio del Napoli potrebbero regalare ai giallorossi la certezza del secondo posto nella classifica finale.

La Z di Zero scuse – Garcia e la squadra hanno esaurito ogni alibi. Se anche l’obiettivo secondo posto dovesse sfumare, a fine stagione l’intero staff di Trigoria finirebbe a processo davanti a Mr. Pallotta.

Emanuele Zotti

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

1 commento

  1. Francamente ? Mi avete rotto le palle, siete solo dei mercenari e basta.
    Anche se paradossale, mi auguro che le prossime tre partite le perdiate tutte perché non meritate niente.
    Altro augurio che vi faccio è quello di essere ceduti in massa o quasi e di trovare delle società che vi rompano il posteriore! Sono mesi che disonorate la maglia che indossate, vergognatevi !!! Mi auguro che lo pubblichiate….

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here